sabato 29 dicembre 2018

#TramviaFi, in dirittura di arrivo i lavori del parcheggio scambiatore di viale XI Agosto

Stabilita la tariffa di un euro per 10 ore consecutive, previsti abbonamenti scontati e sosta gratis per i residenti a Firenze nei primi sei mesi. In arrivo un nuovo attraversamento pedonale con semaforo all’altezza della fermata ipogea di viale Guidoni

Sarà pronto per l’avvio della linea 2 il parcheggio scambiatore in viale XI Agosto, nell’area del check point dei bus turistici. Inizialmente potrà contare su 250 posti in attesa della realizzazione da parte di Firenze Parcheggi della struttura multipiano da 1.400 posti.

I lavori di adeguamento del parcheggio sono infatti via di ultimazione da parte di SAS che sarà incaricata della gestione. Intanto la giunta comunale ha recentemente approvato le modalità e le tariffe per il suo utilizzo finalizzate al suo uso come struttura di interscambio tra il mezzo privato e quello pubblico, ovvero la tramvia. Quindi nella fascia oraria di servizio della linea 2, dalle 5 alle 2 (considerando l’orario allungato del finesettimana), la sosta costerà 1 euro per 10 ore consecutive poi scatterà la tariffa di 4 euro l’ora frazionabile a 30 minuti. Previsto anche un abbonamento mensile da 20 euro che consente la sosta per 12 ore consecutive, oltre le quali verrà applicata la tariffa da 4 euro l’ora sempre frazionabile. Per scoraggiare l’utilizzo improprio, per esempio da parte dei passeggeri dell’aeroporto Vespucci che hanno a disposizione le aree sosta specifiche o da chi vuole lasciare l’auto per lunghi periodi, nella fascia oraria dalle 2 alle 5 il costo sarà di 4 euro l’ora frazionabile ai 30 minuti della seconda ora.

Nella prima fase è poi previsto un periodo di gratuità per la sosta di 10 ore consecutive: per i residenti nel Comune di Firenze si tratta dei primi sei mesi dall’entrata in funzione, per gli altri il primo mese. Oltre le 10 ore in entrambi i casi scatterà la tariffa di 4 euro l’ora frazionabile ai 30 minuti.

Sempre rimanendo in zona, la giunta comunale ha dato il via libera anche ad alcuni interventi di riorganizzazione della viabilità collegati alla linea 2. In particolare sarà realizzato un nuovo attraversamento pedonale semaforizzato in corrispondenza della fermata tramviaria ipogea di viale Guidoni. Questo consentirà di attraversare il viale in sicurezza e collegherà la tramvia con la fermata del bus in via Santoni. In quest’ultima strada sono previsti anche interventi di manutenzione di carreggiata e marciapiedi. 

venerdì 28 dicembre 2018

Il Corriere Fiorentino, con il suo direttore, si esprime contro la #tramviaFi per Bagno a Ripoli

Al link, l'editoriale del direttore del Corriere Fiorentino contro l'estensione della tranvia verso Bagno a Ripoli.

venerdì 21 dicembre 2018

#TramviaFi - Firmato l'accordo tra Regione e Comuni. Stanziati 80 mln. per la linea per Bagno a Ripoli

L’assessore Giorgetti: “L’anno prossimo la progettazione esecutiva, linea pronta entro il 2023”

Un nuovo passo avanti verso la realizzazione della linea verso Bagno a Ripoli. Si tratta della firma, avvenuta ieri in Regione, dell’atto che destina 80 milioni di euro per quella che nei documenti vieni definita “linea 3.2” e che dal 2023 collegherà piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, estendendo in direzione sud la rete tramviaria fiorentina. Stamani a Palazzo Sacrati Strozzi erano presenti l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, i sindaci di Bagno a Ripoli Francesco Casini, di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, di Scandicci Sandro Fallani e l’assessore ai lavori pubblici di Sesto Fiorentino Massimiliano Kalmeta.

In dettaglio l’atto firmato stamani è parte integrante dell’Accordo per l'estensione del sistema tramviario fiorentino nell’area metropolitana siglato il 1 giugno 2016 e destina a questo progetto un finanziamento di finanziamento POR FESR 2014-2020 da 80 milioni di euro. Il sistema tramviario dell’area metropolitana, in coerenza con quanto previsto dagli strumenti di pianificazione territoriale degli enti coinvolti e con gli esiti degli studi di fattibilità effettuati, prevede:
- Linea 1 da Scandicci a Firenze-Careggi, operativa;
- Linea 2 da Aeroporto a Piazza Libertà, in attesa dell'avvio del servizio;
- Linea 3.2 da Piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, progettazione preliminare approvata;
- Linea 4 da Leopolda a Le Piagge, progettazione preliminare in fase di conclusione;
- Estensione linea 2 Aeroporto-Sesto Fiorentino (Polo Scientifico), in corso di redazione la progettazione di fattibilità tecnico-economica;
- Estensione linea 4 Le Piagge-Campi Bisenzio, in corso di redazione la progettazione di fattibilità tecnico-economica.

Per quanto riguarda la linea piazza Libertà-Bagno a Ripoli, la progettazione esecutiva costerà 3,31 milioni di euro, dei quali 2,5 milioni finanziati dalla Regione Toscana, 690.000 euro dal Comune di Firenze e 120.000 euro dal Comune di Bagno a Ripoli.  Il Comune di Firenze farà da stazione appaltante e soggetto attuatore per l'intera opera (su delega del Comune di Bagno a Ripoli, che mantiene la competenza soltanto sulle procedure urbanistiche, approvative e di acquisizione delle aree relative al proprio territorio).
Il valore complessivo degli interventi necessari per la realizzazione della nuova linea è stato stimato in 220 milioni di euro. Per le estensioni Aeroporto-Polo Scientifico (estensione Linea 2) e Leopolda-Piaggie (estensione Linea 4) sono stati calcolati rispettivamente 154,2 e 166 milioni di euro ed è prevista la messa in esercizio a partire dal 2024.

Sui tempi per la realizzazione della nuova tratta verso sud, l’assessore Giorgetti ha fatto il punto dello stato “Il progetto definitivo è pronto – ha spiegato – come previsto entro quest’anno, in modo da mantenere i fondi europei. A gennaio inizierà il lavoro della conferenza dei servizi e poi la progettazione esecutiva per terminare i lavori, come richiesto dall’Unione Europea, entro il 2023”. Tra i punti qualificanti del prolungamento verso Bagno a Ripoli la linea al centro della viabilità e in parte senza pali, capolinea in piazza della Libertà e a Bagno a Ripoli, un nuovo ponte carrabile che sarà realizzato prima dell’avvio del cantiere della tramvia su Ponte da Verrazzano. Ma l’impegno sulla tramvia non si ferma qui. “All’estensione verso Bagno a Ripoli si aggiungono la linea 4 per le Piagge e Campi Bisenzio, il prolungamento della linea 2 verso Sesto Fiorentino e la linea per Rovezzano senza dimenticare il collegamento, ancora in fase di studio, con l’Osmannoro. “Un sistema tramviario che al 2030 si stima trasporterà 90 milioni di passeggeri all’anno con una riduzione di 64.000 auto al giorno in città e che, anche grazie all’integrazione con il trasporto pubblico su gomma e la mobilità ciclabile, offrirà un sistema efficace, efficiente e alternativo di spostarsi nell’area fiorentina”.

 “Andiamo avanti con la nostra strategia per promuovere una mobilità sostenibile e fortemente integrata, che vede nel ferro il suo punto di forza – ha detto l’assessore Ceccarelli commentando la firma –.  Con questo protocollo diamo il via alle procedure per la realizzazione della tramvia verso Bagno a Ripoli, un intervento al quale la regione parteciperà con 2,5 milioni di euro per la progettazione e con 80 milioni di fondi POR per la realizzazione. Credo che sia una risposta importante alle esigenze di mobilità della parte sud della città e non solo”. 

"Natale in #tramvia" - la nuova canzone per le feste


giovedì 20 dicembre 2018

Si parla di #TramviaFi nell'intervista di fine anno al Sindaco Metropolitano di Firenze Nardella


Rendering estensione #TramviaFi per Bagno a Ripoli



Fonte foto: Profilo FB di Francesco Casini Sindaco di Bagno a Ripoli

Cliccare sulle immagini per ingrandirle.


Una ragione per non votare FDI: sono contrari alla #TramviaFi

Non sono solito prendere posizioni politiche su questo blog, ma quando una forza politica è favorevole al traffico privato e contraria alla tranvia non posso fare altro che giudicarla negativamente. Non credo che il trasporto pubblico sia di sinistra e il traffico privato (infernale) sia di destra. Le tranvie in Europa le fanno sia le amministrazioni di sinistra che quelle di destra.
Comunque se una forza politica la pensa così, nel mio piccolo non posso fare altro che invitare tutti a non votarla.

L'orario Gest per il periodo Natalizio per la #TramviaFi

Cliccare sull'immagine per ingrandire

Fonte:http://www.gestramvia.com/orari

Estensione #TramviaFi a Bagno a Ripoli: Oggi la firma tra Comuni e Regione

Partirà da Piazza della Libertà e terminerà a Bagno a Ripoli, transitando per i Viali. Oggi in Piazza Duomo (Palazzo Strozzi Sacrati) la firma che da ufficialmente il via alla nuova estensione. 
Saranno presenti il presidente della Toscana Enrico Rossi, l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli ed i rappresentanti della Città metropolitana e dei Comuni di Firenze, Bagno a Ripoli, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Scandicci. 

mercoledì 19 dicembre 2018

#TramviaFi - Nardella pronto a chiedere i danni al Ministero se vi saranno ulteriori ritardi

Si è insediata la commissione ministeriale. Il Sindaco si aspetta che i lavori, tranne le festività comandate, non si interrompano mai. Si ipotizza, se i ritardi si accumuleranno, anche una richiesta di danno erariale nei confronti del Ministero. 

lunedì 17 dicembre 2018

Per la linea 2 della #TramviaFi Nardella non si fida di Toninelli e teme boicottaggi politici


#TramviaFi - la linea dell'Osmannoro

In un' intervista, il Sindaco Nardella ha parlato della progettazione di massima della nuova linea che interconnetterà la linea 4 per le Piagge, che ha già previsto il  prolungamento per S. Donnino e Campi B.,con la linea 2, attraversando tutta la zona industriale. Negli articoli si parla anche della nuova linea per Bagno a Ripoli e il prolungamento della 2 per P.za S. Marco. Tutto pronto nel 2023... se tutto va bene.  
L'idea non mi dispiace, cominciare a vedere la nostra tranvia come una rete piuttosto che linee che si incontrano tutte nel solito punto è un grande passo avanti.

martedì 11 dicembre 2018

#TramviaFi T2 - partenza rinviata per gli impegni dei periti ministeriali

Gli ispettori ministeriali non potranno effettuare i sopralluoghi prima di anno nuovo perché impegnati su altre infrastrutture. La Linea 2 non potrà essere utilizzata durante le feste.

venerdì 7 dicembre 2018

Nuova Stazione ferroviaria integrata con la #TramviaFi alla fermata Guidoni

Sarà collegata al parcheggio scambiatore e alla linea tranviaria T2. Oggi illustrato il progetto alla presenza dell’Ad di RFI Gentile


Una nuova fermata ferroviaria collegata al centro dal tram e a due passi dall’aeroporto e dall’autostrada. Si tratta della nuova fermata Guidoni il cui progetto oggi è stato illustrato dal sindaco Dario Nardella, da Maurizio Gentile amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana e dall’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli. Presenti anche gli assessori alla mobilità Stefano Giorgetti e all’Urbanistica Giovanni Bettarini.

“Questo progetto è molto importante e utile per i cittadini di Firenze e non solo – ha commentato il sindaco Nardella – . Sarà infatti la fermata ferroviaria più integrata di tutta la Regione che consentirà di collegare quest’area di Firenze con tutte le principali destinazioni tra cui Empoli, Siena, Pisa, Livorno. A questo di aggiunge il fatto che sarà collegata con la nuova linea T2 della tramvia Aeroporto-Stazione grazie alla quale i pendolari potranno arrivare in centro come pure al polo ospedaliero di Careggi utilizzando il trasporto pubblico su ferro grazie all’interscambio ferrovia-tramvia. E l’integrazione sarà reso ancora più efficiente dal nuovo parcheggio scambiatore che entrerà in servizio a fine anno, inizialmente con 250 posti che in prospettiva diventeranno 1.500, ad uso principalmente dei pendolari e anche dei bus turistici come avviene con Villa Costanza”.

“La nuova fermata in corrispondenza del sottovia di viale Guidoni – ha dichiarato Gentile ad di Rete RFI – rappresenta uno dei primi esempi del nuovo concept di stazione intermodale. Nella fermata a servizio dell'aeroporto di Peretola si concentreranno diverse modalità di trasporto, grazie anche alla vicinanza della tramvia. In due anni e mezzo, comprensivi dei tempi autorizzativi, Firenze si arricchirà di un ulteriore tassello che contribuirà a rendere più conveniente e immediata la preferenza del trasporto pubblico rispetto alle altre modalità”.

Anche l’assessore regionale Ceccarelli ha sottolineato come la fermata ferroviaria Guidoni e i collegamenti urbani con la tramvia rappresentino “un’altra opportunità per la mobilità sostenibile dei pendolari toscani e per l’intera area fiorentina”.

In dettaglio il progetto prevede la realizzazione della fermata ferroviaria in prossimità della sottovia di viale Guidoni, lato nord. L’infrastruttura è costituita da due banchine della lunghezza di 250 metri, scale, ascensori, sottopasso, pensiline e arredi. Dalla quota della banchina ferroviaria è prevista la possibilità di realizzare passerelle per l’attraversamento di viale Guidoni e viale XI Agosto e percorsi a raso di collegamento con le fermate GUIDONI e MONTEGRAPPA della linea T2 Vespucci. 

#TramviaFi - Ritardi ministeriali: linea 2 partirà dopo le feste

I lavori sulla linea sono di fatto conclusi, al netto dell'arredo urbano. Il via libera al pre-esercizio e all'apertura al pubblico spetta al ministero delle infrastrutture e alla Regione Toscana, anche se è improbabile che i 2 timbri finali arrivino prima della fine dell'anno.

#TramviaFi verso B. a Ripoli. Assemblea pubblica in Comune a Bagno a Ripoli

Appuntamento giovedì 13 dicembre nella sala consiliare “Falcone e Borsellino” per fare il punto insieme alla popolazione su progetto, tracciato e tempistiche. Presenti i sindaci di Bagno a Ripoli e Firenze, gli assessori, la Regione e i tecnici di Tram spa 

Percorso, tempistiche e modalità. Sarà un confronto ad ampio raggio sul futuro della tramvia fino a Bagno a Ripoli quello in programma giovedì 13 dicembre alle 18.15 nella sala consiliare “Falcone e Borsello” in palazzo comunale (piazza della Vittoria 1, Bagno a Ripoli). All'assemblea, aperta a tutta la cittadinanza, saranno presenti i sindaci di Bagno a Ripoli e Firenze Francesco Casini e Dario Nardella, l'assessore regionale alle infrastrutture e alla mobilità Vincenzo Ceccarelli, gli assessori comunali al trasporto pubblico locale Paolo Frezzi e Stefano Giorgetti. 

Per illustrare e condividere con la popolazione gli aspetti tecnici del tram fino a Bagno a Ripoli, le caratteristiche progettuali e i tempi di realizzazione saranno inoltre presenti i tecnici dei Comuni di Bagno a Ripoli e Firenze e i progettisti di Tram di Firenze spa. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare. “Il nostro territorio – dice il sindaco Francesco Casini – ha bisogno di collegamenti sempre più veloci e diretti con il centro di Firenze, che si avvalgano di tecnologie e infrastrutture moderne ed ecologiche. Per questo per noi pensare al futuro del nostro tpl e al suo potenziamento significa lavorare per portare i binari del tram fino a Bagno a Ripoli in tempi brevi. L'assemblea di giovedì prossimo sarà un'occasione di confronto vero per decidere come disegnare questo futuro insieme ai cittadini”.

06/12/2018 14.08
Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

mercoledì 5 dicembre 2018

#TramviaFi - Aperti i parcheggi in Via Pisacane e P.za Muratori

Sono stati consegnati ufficialmente all’Amministrazione comunale e quindi aperti all’utilizzo i parcheggi di via Corridoni-Pisacane all’altezza della sottostazione elettrica e quello di piazza Muratori. Nel primo ci sono una ventina di posti auto e una decina per i motocicli, nel secondo dieci stalli per le vetture.

#TramviaFi, domani sulla linea 2 la simulazione del servizio in orario di punta

Tredici tram viaggeranno tra i due capolinea dalle 16 alle 22

Continuano le prove sulla linea 2 della tramvia. Domani dalle 16 alle 22 saranno tredici i tram che viaggeranno tra i due capolinea simulando l’esercizio nell’orario di punta.

#TramviaFi linea 2 al via prima di Natale: i dubbi del Comune

Anche se il Ministero desse il via libera, in Comune vi è qualche dubbio se fare partire la T2 Vespucci prima di Natale, in pieno periodo di shopping.
Il pre-esercizio corrisponde alla linea in funzione, solo senza passeggeri e, quello comunque, ci sarà. Magari meglio i tram con passeggeri, così molti lo useranno eliminando un po' di macchine.

martedì 4 dicembre 2018

Periodo gratuito dopo l'inaugurazione della linea 2 della #TramviaFi

L'assessore alla mobilità Giorgetti ha confermato che anche per la linea 2 vi sarà un periodo iniziale gratuito.

Accordo con Gest: alberi di Natale lungo la #TramviaFi

Due grandi abeti al Duomo e al Piazzale Michelangelo, alberi nei quartieri e luci lungo i viali e sulle antiche porte

Firenze si prepara al Natale. Sono già iniziati infatti i lavori di allestimento di alberi, addobbi e luci in giro per la città. Sabato prossimo, 8 dicembre, è prevista l’accensione ufficiale degli abeti per dare ufficialmente il via alle festività natalizie.
Per quanto riguarda gli alberi, quelli più grandi saranno due, in piazza Duomo (mentre sul sagrato sarà collocato il tradizionale presepe a cura dell’Opera di Santa Maria del Fiore) e al piazzale Michelangelo, alti una quindicina di metri; ma una trentina di altri abeti più piccoli saranno disseminati nei quartieri, da piazza Ciampi a piazza Pier Vettori, da piazza primo maggio a Brozzi a piazza Acciaiuoli al Galluzzo, dal giardino del Lippi a Villa Vogel, da Piazza Puccini a Borgo Ognissanti al cortile dell’Ospedale Santa Maria Nuova. In totale ci saranno 32 alberi, 10 donati da Confesercenti e 22 comprati dalla Direzione Ambiente. L’istallazione è curata dai giardinieri del Comune e dalla Direzione Servizi Tecnici per quanto riguarda la parte di illuminazione, e dai presidenti di quartiere. Un altro albero sarà posizionato nei giardini della Fortezza da Basso. In piazza Santa Maria Novella ci sarà invece un particolare albero di luci, a cura di F-Light. A Palazzo Vecchio, come di consueto, ci sarà un albero di Natale nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio allestito dall’associazione Muse, e uno nel Salone dei Cinquecento. Ma quest’anno gli alberi di Natale saranno anche lungo la tramvia: grazie ad un accordo con Gest ci saranno tre abeti in Piazza Leopoldo, Piazza della Costituzione e nell’aiuola dell’ospedale di Careggi. Inoltre la Direzione Ambiente ha predisposto speciali allestimenti floreali per Piazza Goldoni, Piazza San Firenze, Santa Maria Soprano, via Tornabuoni.

Per quanto riguarda l’illuminazione, sono in fase di montaggio intanto le tradizionali luminarie poste sui quasi 200 alberi dei viali tra piazza della Libertà e piazza Beccaria. Gli alberi avranno i tronchi ricoperti di luci rosse e le chiome addobbate con luci bianche: in pratica questo tipo di decorazione, che lo scorso anno era presente solo agli incroci, viene estesa lungo tutto il percorso.

Ma le luci, come gli abeti, invaderanno le periferie: nel Quartiere 2 ci saranno luminarie in Piazza Alberti, Via del Madonnone, Piazza Oberdan; al Quartiere 3 in Viale Giannotti; al Quartiere 4 in Piazza Tasso, Piazza Pier Vettori, Piazza dell'Isolotto; e al Quartiere 5 in Piazza Leopoldo, Piazza Costituzione, e alla rotatoria di Via di Caciolle.

Inoltre, grazie al F-Light Festival, le torri e le porte storiche della città, da anni al centro di una monumentale opera di restauro e valorizzazione, saranno accese per tutta la durata del festival. Tutti i giorni, dalle 18 alle 24, saranno illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano. L’intervento di illuminazione sulle porte è stato reso possibile tramite l’Art bonus da parte di Intesa Sanpaolo.

F-Light sarà anche nelle zone meno centrali, illuminando la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q2, Piazza Elia dalla Costa nel Q3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q5. Le luminarie d’artista sono a cura di Gasparotto Srl. E nel quartiere di Campo di Marte, l’Artemio Franchi, la casa dell’ACF Fiorentina, si mostrerà sotto una nuova veste scenografica: grazie un nuovo impianto led e a una regia illuminotecnica lo stadio si tingerà di viola e dei quattro colori dei Quartieri del Calcio Storico Fiorentino.

#TramviaFi - rinviati ad stasera i lavori di asfaltatura in viale Belfiore

Per le avverse condizioni meteorologiche

Per il maltempo l’avvio dei lavori di asfaltatura in viale Belfiore  è stato rinviato a stasera.
Si ricorda che l’intervento è articolato in due fasi: nella prima sono previsti divieti di transito in orario notturno 21-6 nell’area dell’intersezione compresa la corsia che dal sottopasso verso via Benedetto Marcello, quella che prosegue su viale Belfiore verso Porta a Prato e quella che da via Benedetto Marcello rientra su viale Belfiore verso Porta a Prato. Sulla direttrice in arrivo da viale Redi e diretta verso Porta a Prato saranno istituiti restringimenti di carreggiata. In sostanza chi arriva dal sottopasso di Belfiore lato Palazzo Mazzoni potrà proseguire soltanto verso viale Redi, i veicoli diretti verso Porta a Prato dopo il sottopasso dovranno quindi posizionarsi sul viale lato centro. Rimarrà transitabile anche la svolta da viale Redi verso svolta via Benedetto Marcello.

A seguire la seconda fase che interesserà la semicarreggiata del viale Belfiore lato centro con restringimenti di carreggiata e l’impedimento dell’interscambio dei flussi veicolari nel tratto dal sottopasso al semaforo. Previsti anche divieti di sosta e transito in via delle Ghiacciaie (da viale Belfiore a via Cittadella).

lunedì 3 dicembre 2018

#TramviaFi Linea 2 - Tramvia, da lunedì l’asfaltatura in viale Belfiore

Lavori articolati in due fasi con divieti di transito notturni e restringimenti di carreggiata

Inizieranno oggi, lunedì 3 dicembre i lavori di rifacimento della pavimentazione in viale Belfiore e nell’area dell’intersezione con via Benedetto Marcello-viale Redi. L’intervento è articolato in due fasi con divieti di transito notturni e restringimenti di carreggiata. In dettaglio la prima fase scatterà lunedì 3 e andrà avanti fino a sabato 8 dicembre. In orario notturno 21-6 sono previsti divieti di transito nell’area dell’intersezione compresa la corsia che dal sottopasso verso via Benedetto Marcello, quella che prosegue su viale Belfiore verso Porta a Prato e quella che da via Benedetto Marcello rientra su viale Belfiore verso Porta a Prato. Sulla direttrice in arrivo da viale Redi e diretta verso Porta a Prato saranno istituiti restringimenti di carreggiata. In sostanza chi arriva dal sottopasso di Belfiore lato Palazzo Mazzoni potrà proseguire soltanto verso viale Redi, i veicoli diretti verso Porta a Prato dopo il sottopasso dovranno quindi posizionarsi sul viale lato centro. Rimarrà transitabile anche la svolta da viale Redi verso svolta via Benedetto Marcello.

Da lunedì 10 dicembre scatterà la seconda fase che interesserà la semicarreggiata del viale Belfiore lato centro con restringimenti di carreggiata e l’impedimento dell’interscambio dei flussi veicolari nel tratto dal sottopasso al semaforo. Previsti anche divieti di sosta e transito in via delle Ghiacciaie (da viale Belfiore a via Cittadella). L'intervento si concluderà sabato 15 dicembre.

venerdì 30 novembre 2018

#TramviaFi T1: Ambulanza su percorso tranviario, come previsto in caso di emergenza

Il servizio tranviario è stato interrotto per qualche minuto,  per permettere ad un'ambulanza di soccorrere una persona infortunata. Per effettuare il soccorso, l'ambulanza si è posta sui binari, come prevede il protocollo, interrompendo momentaneamente il servizio tranviario.
Vorrei ricordare le lunghe polemiche sull'intervento ed il transito delle ambulanze in caso di emergenza e l'intralcio che la tranvia avrebbe provocato mettendo al rischio la vita delle persone. Al contrario, la presenza del percorso tranviario ha permesso un intervento veloce e sicuro, senza intralciare la circolazione, senza provocare grossi disservizi per la tranvia. Anche in questo caso i catastrofisti e indignati hanno miseramente fallito le loro previsioni.

giovedì 22 novembre 2018

#TramviaFi linea 2 - Gest: Collaudo costruttori, possibili disagi sulla linea 1

#TramviaFi - M5S chiede prove fonometriche per la linea 2 e anche per la 1

All'ultimo Consiglio del Quartiere 5 per la linea 2 sono state richieste, da parte di molti cittadini, le prove fonometriche, in particolare all'altezza della strettoia di Novoli" ricorda Arianna Xekalos, capogruppo del Movimento 5 stelle.

"A che punto è l'Amministrazione? Se ne sta occupando oppure, come ha fatto per il prolungamento della linea 1, aspetta che la linea 2 sia già partita? Il problema del rumore è un problema serio, che mina anche la salute di chi è costretto a subirlo, di giorno e di notte" - continua la Capogruppo - "Noi chiediamo che il controllo sia fatto con estrema urgenza non solo per la linea 2 prima che entri in funzione, ma anche per la linea 1. Tanti sono i residenti ed i commercianti che ci segnalano questo problema e che ad oggi dall'Amministrazione Nardella non hanno avuto nessuna risposta ".

#TramviaFi - Il referendum M5S è un sondaggio online di scarso valore

E’ d’accordo con l’estensione della tramvia dalla Fortezza a Piazza San Marco? 

a) No, vorrei che piazza San Marco fosse connessa con un servizio di bus elettrici e navette per non impattare troppo il corrente assetto viario del centro storico ed evitare aumenti di traffico

b) Sì vorrei che fosse connessa con la tramvia, ma solamente quando saranno ultimate le altre linee periferiche, cosicchè la situazione sui viale si sia già alleggerita e normalizzata nel tempo. Nel frattempo dei servizi alternativi di navette elettriche potrebbero connettere le linee 1-2 e 3.

c) Sì, vorrei che questi lavori fossero fatti il prima possibile, perché lì ritengo fondamentali.

Questo è il test del sondaggio online proposto da M5S, chiamarlo referendum è veramente esagerato, un referendum intanto propone un quesito con un sì ed un no. Qui di quesiti ne vengono proposti 3.

Inoltre i quesiti posti impongono una scelta su scenari tutti da dimostrare e del tutto arbitrari. Bus elettrici? e le attuali linee forti spostate qui dalla pedonalizzazione del Duomo che fine farebbero? allontanare ancora di più gli utenti dal centro? Perché nel quesito a si parla di aumento del traffico? su che basi? Che senso ha chiedere ai cittadini se una linea tranviaria verso il centro fa aumentare il traffico, per altro in una zona già a traffico limitato? non è un modo per condizionare le risposte? come anche si può dire con il quesito al punto b e con l'ipotesi di navette, quando è sotto gli occhi di tutti il fallimento delle navette scatole di sardine attualmente in centro.

Lo strumento poi del sondaggio online proposto da un movimento politico è di peso specifico molto basso, in quanto presumibilmente parteciperanno quasi esclusivamente simpatizzanti o militanti di quel movimento di solito  già orientati, nel caso di M5S, sulla linea ufficiale del movimento stesso. 

L'esito del sondaggio è scontato trionferà senza problemi il punto b. Le attuali tesi portate avanti dal gruppo dirigente dei promotori.

Il valore dello stesso sarà irrisorio, come prevedo che sarà irrisorio il numero dei cittadini che parteciperanno al sondaggio.  


lunedì 19 novembre 2018

#TramviaFI, da stasera i carotaggi per la verifica dell'asfalto lungo la linea per Careggi (ex linea 3)

Saranno effettuati in orario notturno i carotaggi per la verifica delle asfaltature lungo la linea 3. Da stasera al 30 novembre in orario 21.30-6 sono previsti in fasi successive interventi in largo Palagi (restringimento di carreggiata all'incrocio con viale Pieraccini e con via Alderotti), via Caccini (divieti di sosta e restringimento di carreggiaga in corrispondenza dell'incrocio con viale Morgagni nella corsia verso quest'ultimo), via Cesalpino (divieti di sosta e restringimento all'incrocio con viale Morgagni per i veicoli provenienti da via Santo Stefano in Pane), piazza Dalmazia (restringimento di carreggiata all'incrocio con via Mariti per i veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani e all'incrocio con via Vittorio Emanuele II), piazza Vieusseux (restringimento di carreggiata all'altezza di via Vannucci), via Guasti (divieto di transito da via Zuccagni Orlandini a piazza Vieusseux eccetto mezzi di soccorso, itinerario alternativo via Zuccagni Orlandini-via Lambruschini-piazza Vieusseux), via Gianni (divieto di circolazione per il tempo strettamente necessario all'incrocio con piazza Leopoldo), piazza Leopoldo (all'incrocio con via avanti per i veicoli diretti verso via Vittorio Emanuele divieto di circolazione per il tempo strettamente necessario), via Tavanti (da piazza Leopoldo a via Romagnosi divieto di circolazione per il tempo strettamente necessario), via Vittorio Emanuele II (all'altezza del numero civico 126 nella corsia in direzione di via Alderotti divieto di circolazione per il tempo strettamente necessario), viale Morgagni (nella corsia ambulanze all'altezza dei numeri civici 11, 35 e 51 divieto di circolazione per il tempo strettamente necessario), piazza della Costituzione (nella corsia centrale in direzione via Guasti divieto di circolazione per il tempo strettamente necessario). 


domenica 18 novembre 2018

sabato 17 novembre 2018

M5S propone l'ennesimo referendum sulla #tramviaFi

“È giusto che siano i cittadini a decidere”

“Dopo aver discusso a lungo su cosa sia meglio per la nostra Firenze, per quanto riguarda la realizzazione delle future linee tramviarie, abbiamo deciso di fare quello che il Sindaco Nardella e il suo partito si sono sempre rifiutati di fare, cioè un vero e proprio sondaggio, un mini referendum, per capire cosa vogliano davvero i fiorentini” affermano Arianna Xekalos e Cosimo Giorgetti, rispettivamente capogruppo comunale e Consigliere del Quartiere 1 del Movimento 5 Stelle.

“Per la linea 1, il suo prolungamento verso Careggi, e la linea 2 non è stato fatto nessun referendum. O meglio come tutti sanno è stato fatto nel 2008 e poi anche completamente disatteso. Oggi vogliamo mettere la parola fine a questo modo di operare e siamo qui per annunciare l’apertura di una campagna di informazione e di discussione con la cittadinanza sul futuro della tramvia verso Piazza San Marco” continuano Xekalos e Giorgetti. “In tutti i nostri gazebo e nel nostro ufficio a Palazzo Vecchio, mettiamo a disposizione la documentazione necessaria per informare i cittadini e far decidere a loro, con un semplice questionario, quale sia la priorità per Firenze”.

“In Toscana abbiamo una legge, la legge 69/2007, che prevede, per la realizzazione di grandi interventi, un dibattito pubblico, che ad oggi non è mai avvenuto” concludono Xekalos e Giorgetti. “Visto che in questi anni la Giunta Nardella non ha mai fatto un dibattito vero pubblico, abbiamo deciso di portarlo avanti noi. Con il nostro questionario portiamo avanti un mini-referendum per sapere davvero cosa vogliono i fiorentini. Un dato mai preso in considerazione fino ad oggi ma che noi riteniamo invece fondamentale”. (s.spa.)

#TramviaFi linea 2 - Botta e risposta tra F.I. e l'assessore Giorgetti sull'assemblea di cittadini del quartiere 5

Questo l'intervento del capogruppo di Forza Italia:

 Il capogruppo di Forza Italia, Jacopo Cellai, assieme al capogruppo al Quartiere 5 Guido Castelnuovo Tedesco esprimono “soddisfazione per la partecipazione alla seduta aperta agli interventi della cittadinanza che si è tenuta ieri presso l’auditorium di San Donato in Polverosa, dove non sono mancate le segnalazioni e le proteste nei confronti del Presidente del Quartiere e dell’Assessore alla Mobilità in merito al completamento della linea 2 e dei ritardi che si sono protratti”.

“Ci auguriamo che le data del 21/27 dicembre sia quella definitiva, anche se riteniamo deludente che le opere urbane, il parcheggio scambiatore e la pensilina di raccordo con l’aeroporto saranno completati con ulteriori ritardi nei mesi a venire”, commentano Cellai e Castelnuovo Tedesco, sottolineando come “a Novoli la misura è colma e questa infrastruttura, che poteva e doveva essere realizzata meglio e in tempi certi, deve arrivare al termine nel più breve tempo possibile. Abbiamo sempre sostenuto che la realizzazione delle tranvie avrebbe comportato eccessive criticità ma che in questi anni non ci sia stato modo di prevenirle suona tanto strano quanto inaccettabile”. 

“Non ultimo il tema del traffico, dove lo stralcio del sottopassaggio tranviario di Viale Belfiore è destinato a causare una paralisi della mobilità o l’inevitabile rallentamento del trasporto pubblico - denunciano i due esponenti azzurri -, da quando Matteo Renzi preoccupato per i suoi voti decise di stralciare l’opera riducendo i disagi durante i cantieri ma condannando il progetto della linea 2.

L’assessore Giorgetti si è definito ‘preoccupato’ rispetto alle lamentele dei cittadini sull’eccessiva rumorosità delle tramvie all’altezza della strettoia di Novoli, dove è presente uno scambio nei binari, e tali affermazioni ci rendono altrettanto preoccupati, in quanto, nonostante la sua paventata onnipresenza sui cantieri, è palese che serva maggior attenzione”.

“L’amministrazione si attivi per realizzare le prove fonometriche ed adoperare tutte le correzioni di sorta per alleggerire il disagio ai residenti rispetto all’ennesimo dei problemi di questo progetto che potevano e dovevano essere previsti ed evitati in precedenza” concludono Cellai e Castelnuovo Tedesco. 

La replica dell'assessore alla mobilità Giorgetti:


Al consiglio di Quartiere aperto clima buono. Chiesti piccoli aggiustamenti. Confermato il completamento nei tempi del parcheggiato scambiatore e del collegamento tra fermata aeroporto e l’aerostazione

“È chiaro che Forza Italia attacchi l’Amministrazione perché avrebbe desiderato che le linee tranviarie non fossero realizzate. Invece nonostante le difficoltà e il fallimento di una ditta siamo riusciti a costruire e mettere in esercizio due linee in un mandato amministrativo. Un risultato molto importante non solo per l’Amministrazione ma per la città”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti replicando agli esponenti di Forza Italia in merito al consiglio aperto che si è tenuto ieri a Novoli. “Tutte le date  comunicate riguardo al completamento dei lavori sono sempre state supportate da documenti sottoscritti dal concessionario come abbiamo riferito anche ai consiglieri di Forza Italia rileggendo i vari verbali”. 

Per quanto riguarda le criticità sollevate ieri dai cittadini l’assessore precisa che si tratta di problematiche semplici legate per esempio alla segnaletica stradale o a piccoli aggiustamenti. Al contrario l’assessore evidenzia come alcuni cittadini abbiano espresso la loro soddisfazione per aver visto completata questa opera così importante per il trasporto pubblico e la città. 

In dettaglio sul rumore l’assessore, dopo aver precisato che le prove fonometriche sono in corso, ha anche sottolineato che l’Amministrazione pone attenzione ai rilievi dei cittadini indipendentemente dal fatto che i valori registrati siano entro i limiti. “Forse i consiglieri erano distratti quando ho confermato sia il completamento del parcheggio scambiatore che del percorso tra la fermate aeroporto e l’aerostazione entro la messa in esercizio”  aggiunge l’assessore che conclude replicando sulle presunte contestazioni. “Ieri sera il clima è stato molto buono. C’è stato qualche scambio di idee con persone di opinioni diverse come accade in queste occasioni. E ci sono state anche alcune proposte, come quella di realizzare una rotatoria nell’area tra via Maragliano, via di Novoli e viale Redi, che mi sono impegnato a far verificare dai tecnici”. 

mercoledì 14 novembre 2018

#TramviaFi linea 2: iniziano le prove cadenzate

A partire da questo pomeriggio, inizieranno le prove con passaggi di tram cadenzati sulla linea 2. Sotto osservazione sarà principalmente la zona della Stazione con il passaggio contemporaneo delle 2 linee.

martedì 13 novembre 2018

#TramviaFi - Il tram a Firenze: problemi e prospettive future - Nuovo intervento dell'ing. Mantovani

La seconda parte dell'intervista di ARPAT all'ing. Mantovani, uno dei principali artefici della linea 1 da Scandicci alla Stazione parla dei problemi riscontrati e di alcune possibili soluzioni e sull'evoluzione della tranvia fiorentina.
Riportiamo nuovamente anche la prima parte dell'intervista, questa volta linkando direttamente la pagina di Arpat.
La prima parte dell'intervista tratta sui vantaggi e svantaggi dei vari sistemi di trasporto pubblico cittadino.

lunedì 12 novembre 2018

Confermato avvio della linea T2 Vespucci della #TramviaFi entro l'anno in corso.

L'assessore alla mobilità Giorgetti ha confermato in Consiglio Comunale l'avvio entro l'anno della linea 2. Vi sono due finestre possibili: il 21-22 dicembre o il 27/28.

Mobilità in città: #Tramvia, Metro o bus? - Arpat intervista l'ing Mantovani

Nove da Firenze riporta un'interessante intervista all'ingegner Mantovani, uno dei principali artefici della linea 1 da Scandicci alla Stazione ed esperto di trasporti cittadini con collaborazioni con le amministrazioni di molte città.
Nell'intervista è spiegato chiaramente quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei vari sistemi di trasporto in relazione al servizio che si vuole rendere e al bacino che si intende servire. 

#TramviaFi T1 - Incidente in via Pisacane - 10/11/18

Per un incidente tra un tram ed un'auto in via Pisacane, il servizio è stato interrotto per circa 10 minuti.

Aggiornato contatore incidenti.

giovedì 8 novembre 2018

#TramviaFi - Lavori notturni in via J. da Diacceto, V.le F.lli Rosselli e Porta al Prato

Sono in programma in orario notturno alcuni lavori legati agli impianti semaforici in via Jacopo Da Diacceto e viale Fratelli Rosselli-piazzale di Porta a Prato. Per quanto riguarda il primo intervento, da stanotte dalle 00.45 alle 5.30 è previsto un divieto di transito in corrispondenza dell’incrocio tra via Jacopo Da Diacceto e via Alamanni, per i mezzi superiori ai 35 quintali lo stop è in vigore sull’intera strada. Termine previsto 8 novembre.
La settimana prossima, per la precisione lunedì 12 novembre, inizieranno i lavori,  sempre notturni e sempre per gli impianti semaforici, in viale Fratelli Rosselli e piazzale di Porta Prato. Fino al 24 novembre in orario 21-6 saranno in vigore restringimenti di carreggiata in piazzale di Porta a Prato (all’incrocio con viale Fratelli Rosselli/via della Scala in corrispondenza della svolta verso via delle Porte Nuove), viale Fratelli Rosselli (all’incrocio con via Jacopo Da Diacceto) e sul controviale di Fratelli Rosselli dove sono previsti anche divieti.

#TramviaFi - Nuovo incidente a Scandicci. Questa volta tra un tram ed un ciclista - 07/11/18

Un uomo di 72 anni ha attraversato i binari in prossimità della fermata Resistenza, a Scandicci, venendo investito da un tram. L'anziano ciclista, ricoverato in codice giallo, non è in pericolo di vita.
E' stato aggiornato il contatore incidenti posto qui a fianco

martedì 6 novembre 2018

#TramviaFi T1 - Incidente del 05/11/18

Fonte Foto: Firenze Today
Ieri in piazza Viesseux un tram è stato coinvolto in un incidente con un'auto. Non si sono riscontrati feriti. Il servizio si è interrotto per circa 15 minuti.

Ho provveduto ad aggiornare il contatore qui a fianco.

Costi #tramviaFi: botta e risposta Giorgetti - Amato

Così la consigliera Amato:

“Ci sono voluti oltre 10 mesi solo per costituire il collegio arbitrale, ma non si è ancora insediato e non ha iniziato i lavori”

“Non ci sono novità sull'esito della domanda di arbitrato di Tram SpA per i costi aggiuntivi della costruzione delle due linee di tramvia e per la richiesta di 282 milioni di euro richiesti dai costruttori, domanda presentata il 29 dicembre scorso, ma – prosegue Miriam Amato di Potere al Popolo – a distanza di oltre 10 mesi solo per costituire il collegio arbitrale, che però non si è ancora insediato e quindi non ha iniziato i lavori per l'esame della richiesta di Tram SpA. E' sconsolante - aggiunge Miriam Amato, consigliera di Potere al Popolo – la risposta in aula al mio question time da parte dell'assessore Giorgetti: per sapere se, e quanti milioni dovrà sborsare l'amministrazione, si dovrà aspettare dopo le prossime elezioni comunali del maggio prossimo, per evitare polemiche durante la campagna elettorale e scaricare così la patata bollente al prossimo sindaco?”, conclude Amato.

La replica di Giorgetti

“È sconsolante e preoccupante constatare come ancora una volta la consigliera Amato non comprenda una semplice risposta a una chiara domanda relativa ai lavori del collegio arbitrale che non dipendono dalla volontà dell’Amministrazione”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti replicando alla consigliera Miriam Amato (Potere al Popolo) in merito ai costi aggiuntivi richiesti dalla Tram spa per la realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia su cui è stato attivato il collegio arbitrale come contrattualmente previsto.

“Se a oggi è stato costituito il collegio arbitrale ma ancora non si è insediato l’Amministrazione non può che riportare l’attuale stato delle cose. Colgo l’occasione per ricordare che i tecnici comunali hanno ampiamente contestato le richieste di Tram Spa. Quindi possiamo aspettare con tranquillità il giudizio del consiglio arbitrale nei tempi che occorreranno per analizzare e giudicare le richieste avanzate e le relative controdeduzioni” conclude l’assessore Giorgetti.

venerdì 26 ottobre 2018

#TramviaFi - Il parcheggio scambiatore con la #tramviaFi di Villa Costanza è stato premiato

Alla società CFT, gestore del parcheggio di Villa Costanza è stato assegnato il premio "Logistico dell'anno".

#tramviaFi - dalla scorsa notte le modifiche alla viabilità nella zona via Guido Monaco-via Cittadella-via della Ghiacciaie

Sono scattate la notte scorsa alcune modifiche alla viabilità nella zona via Guido Monaco-via Cittadella-via delle Ghiacciaie come previsto al progetto di realizzazione della linea tranviaria. In particolare via Cittadella nel tratto da via delle Ghiacciaie a viale Fratelli Rosselli è diventata a senso unico verso viale Fratelli Rosselli; senso unico anche in viale Fratelli Rosselli per la precisione nella porzione di viabilità proveniente dal controviale nel tratto da via Guido Monaco a via delle Ghiacciaie verso quest’ultima. Ancora in via delle Ghiacciaie: il tratto da viale Fratelli Rosselli a via Cittadella è a senso unico in direzione di via Cittadella. Anche in via Peri è scattato il senso unico da via Guido Monaco a via delle Ghiacciaie verso via Guido Monaco. Infine via Guido Monaco sono stati istituiti due sensi unici convergenti verso via Cittadella da viale Belfiore e da viale Fratelli Rosselli. Istituiti anche nuovi divieti di sosta.

martedì 23 ottobre 2018

#TramviaFi #T1 - Interrotta dalle 22 di mercoledi 24/10 da Leopolda a Valfonda (fino a fine servizio)


Da Giorgetti su Facebook: senza pali fino a P. S. Marco e a batterie sui viali verso B. a Ripoli


#TramviaFi - Giorgetti: Entro fine anno la 2. poi avanti per i prolungamenti e le altre linee

Confermato l’obiettivo della messa in esercizio della linea 2 entro fine anno. E sulla T1 il numero dei passeggeri oltre le previsioni

Il primo viaggio del tram dalla stazione all’aeroporto entro fine anno. È questo l’obiettivo, confermato oggi dall’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti nel corso della sua comunicazione in consiglio comunale, per quanto riguarda la messa in esercizio della linea 2. “Questa data è riportata negli accordi sottoscritti con il concessionario dopo l’abbandono dei cantieri da parte della Fincosit in seguito al concordato fallimentare e il subentro della Cmb che sta completando le opere civili. I test sulla linea sono in corso da settimane – aggiunge l’assessore –. Si tratta di prove di esercizio e di sistema e la Direzione Lavori prevede il completamento entro il 15 novembre, data in cui sarà redatto il verbale di conclusione e potrà essere insediata la commissione ministeriale che deve dare il via libera al pre-esercizio. Non possiamo ad oggi sapere la sua durata ma sulla base dell’esperienza della linea 3 si può stimare la messa in esercizio entro fine anno”.

Intanto vanno avanti anche i lavori relativi alle sistemazioni urbane. Il crono programma prevede entro il 15 dicembre il completamento delle sistemazioni urbane come quelle di Porta a Prato e viale Belfiore, entro il 31 marzo quelle più lunghe come il recupero dei prospetti di Palazzo Mazzoni, il completamento della copertura a verde del deposito di Scandicci e la sistemazione del carter sotto il viadotto San Donato.

“Nei prossimi giorni e nel mese di novembre – precisa l’assessore – proseguiranno gli interventi lungo la linea. Entro la prima metà di novembre sarà completata la sistemazione provvisoria di piazza dell’Unità con il doppio senso di marcia: si tratta di un assetto temporaneo in attesa della riqualificazione della piazza, oggetto di un progetto specifico in via di definizione per il quale sono stati stanziati 800mila euro e che sarà concordato con la Soprintendenza”. L’assessore Giorgetti ricorda poi i lavori di risanamento stradale effettuati a Novoli (in orario notturno e senza particolari disagi), il prossimo completamento della segnaletica e la modifica dell’incrocio semaforizzato tra via di Novoli e via Torre degli Agli (una richiesta dell’Amministrazione e dei cittadini) che consentirà il collegamento tra la direttrice in uscita città e via Baracchini-via Baracca. “Le sistemazione lungo la linea 2 sono pressoché completate – sottolinea – a parte qualche rifinitura come per esempio la palazzina a servizio del parcheggio scambiatore di viale Guidoni (250 posti) e la fermata aeroporto dove la società di gestione dello scalo dovrà realizzare il percorso pedonale con pensilina per il collegamento dalla fermata della tramvia all’aerostazione prima della messa in esercizio. Anche il viadotto San Donato è in via completamento per quanto riguarda i marciapiedi e i percorsi ciclabili”.

Sullo lo sviluppo ulteriore del sistema tranviario, l’assessore Giorgetti conferma il previsto avvio dei lavori della Vacs-variante centro storico dalla Fortezza a piazza San Marco per l’estate 2019 (è in corso la progettazione esecutiva, durata lavori un anno e mezzo) e quello del primo tratto della linea 4 dalla stazione Leopolda alle Piagge nel 2020 (termine lavori 2023). E conferma che è stato affidato l’incarico per la progettazione del lotto successivo della linea 4 Piagge-Campi e per il prolungamento della linea 2 dall’aeroporto a Sesto Fiorentino. Inoltre il Comune di Scandicci sta lavorando per la realizzazione di un ulteriore tratto della T1 da Villa Costanza alla zona industriale di Pontignale.

L’assessore si è poi concentrato sulla linea 3.2, ovvero il prolungamento da piazza della Libertà verso Bagno a Ripoli. “Sulla base del progetto preliminare approvato nel 2009 abbiamo sviluppato tre ipotesi che abbiamo illustrato ai cittadini nel corso di un’assemblea pubblica una settimana fa. Il nostro obiettivo è dare un’accelerata alla realizzazione per terminare i lavori entro il 2023, anno in cui è prevista la rendicontazione dei fondi europei. La progettazione, anche sulla base di quanto emerso nell’incontro, si sta orientando verso l’ipotesi che prevede la tramvia a centro strada e viali, evitando il passaggio a fianco degli edifici. Sui viali, sui lungarni fino a Ponte da Verrazzano, che oltre ai binari, conserverà una corsia per senso di marcia per il traffico veicolare, e poi su viale Giannotti e viale Europa. Per i veicoli su gomma sarà realizzato un nuovo ponte a monte del Ponte da Verrazzano, in modo da alleggerire anche la circolazione sulla direttrice viale Giannotti-viale Europa. “Si tratta di una linea molto importante – sottolinea l’assessore Giorgetti – perché darà una risposta alle esigenze di trasporto pubblico all’area sud della città e, grazie alla realizzazione di parcheggi scambiatori sia sul territorio del Comune di Firenze che su quello di Bagno a Ripoli, consentirà anche l’interscambio con l’autostrada ma anche con i centri della Valdisieve, Valdarno e Chianti. Con la linea 3.2, l’arrivo della linea 4 fino a Campi Bisenzio, il prolungamento fino a Sesto Fiorentino e la linea fino a Rovezzano si completerà il sistema tranviario fiorentino che trasporterà, secondo le stime, 85 milioni di passeggeri all’anno con una riduzione di 65mila auto sulle strade cittadine”.

“Stiamo lavorando, insieme alla Regione e ai comuni di Bagno a Ripoli, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Scandicci per concretizzare questa previsione incoraggiati anche dagli ottimi risultati della linea T1 che ha superato le stime di passeggeri trasportati con un +20% rispetto alle previsioni” conclude l’assessore Giorgetti. 

sabato 20 ottobre 2018

#TramviaFi - da lunedì la modifica di un impianto semaforico in via di Novoli

Previsto un restringimento di carreggiata in ingresso città da via Torre degli Agli a via Tagliaferri

Per effettuare alcune modifiche all’impianto semaforico in via di Novoli all’altezza di via Torre degli Agli, da lunedì 22 ottobre sarà in vigore un restringimento di carreggiata in ingresso città (tratto via Torre degli Agli-via Tagliaferri). Termine previsto fine novembre.

#TramviaFi Nardella chiede magiore collaborazione a Gest per la sincronizzazione dei convogli agli incroci


In un intervista a Lady Radio, Nardella chiede più impegno a Gest per i passaggi critici di interconnessione con il traffico su gomma.

mercoledì 17 ottobre 2018

#TramviaFi - da stasera scattano nuove modifiche della viabilità alla Stazione

Da stasera alle 21 entreranno in vigore alcune modifiche della viabilità nell’area della Stazione-piazza dell’Unita Italiana. Chi proviene da via Panzani potrà proseguire verso via della Scala senza intercettare la tramvia e anche verso via Valfonda.
Gli autorizzati in arrivo da via Alamanni potranno come oggi proseguire per via Panzani; gli autorizzati provenienti da via Nazionale-largo Alinari potranno svoltare a sinistra verso via Panzani anche in questo caso senza intercettare la tramvia.
Queste modifiche potranno creare in un primo momento qualche rallentamento dovuto anche alle variazioni introdotte che, si prevede, entreranno a regime tra qualche giorno. La situazione sarà continuamente monitorata e verificati in tempo reale i tempi semaforici.

#TramviaFi - Servizio Video di @FlorenceTV_ sull'incontro al Reims sugli sviluppi verso Bagno a Ripoli

martedì 16 ottobre 2018

Il tramonto del jumbo-bus. #TramviFi verso Bagno a Ripoli e il sud di Firenze

Nell'incontro con i cittadini svoltosi al teatro Reims alla presenza del Sindaco, molti assessori, Sindaco di Bagno a Ripoli e molti altri, si è parlato delle linee future della tranvia.
Abbandonata, dico io per fortuna, l'ipotesi del jumbobus, si prosegue a tutta forza con l'ampliamento della tranvia fiorentina verso sud. Si parla del 2023 come fine lavori, da prendere ovviamente con molta cautela. I dettagli nell'articolo della Nazione linkato qui sotto.

venerdì 12 ottobre 2018

Anche Forza Italia vuole la #tramviaFi all'Osmannoro

Un supporto inatteso...

Il successo di Villa Costanza affolla la T1 della #TramviaFi

Un noto esponente politico di Scandicci derise, su una pagina Facebook il mio post che descriveva il successo del parcheggio scambiatore di Villa Costanza. Mi sembra che i dati di fatto smentiscano ampiamente le sue affermazioni e anche all'epoca, per lui, sarebbe stato più saggio tacere.
Qui di seguito un autorevole articolo di un quotidiano, che ribadisce considerazioni fatte su questo blog mesi fa.

L'assessore Giorgetti: #tramviaFi e viabilità a SMN - ecco le novità

L'ntervista al Corriere Fiorentino rilasciata dall'assessore alla mobilità Giorgetti, segue quella sullo stesso argomento fatta ieri all'AD di Gest Jan Luc Laugaa. Sono allo studio modifiche sostanziali in P.za Stazione. Le prime entreranno in vigore da mercoledì prossimo.

giovedì 11 ottobre 2018

Secondo l'AD di Gest, gestori della #TramviaFi, la viabilità alla stazione va rivista


Nell'intervista linkata l'AD di Gest, Jean-Luc Laugaa,  parla del traffico in zona Stazione. La situazione si complicherà ancora con l'arrivo della linea 2.

lunedì 8 ottobre 2018

Confindustria chiede la #tramviaFi all'Osmannoro. Nardella: si può fare

Il presidente di Confindustria Firenze, Luigi Salvadori chiede l'estensione della tranvia per la zona dell'Osmannoro per il numero di lavoratori presenti nella zona industriale. Il Sindaco Nardella si dice favorevole e possibilista.

giovedì 4 ottobre 2018

@FlorenceTV_ : nuovo video sulla T2 #tramviaFi - prima prova corsa completa


Nardella: Si farà la #tramviaFi per Bagno a Ripoli. Sui viali senza pali?

Il 15 ottobre assemblea pubblica al Quartiere 3 sui progetti dell’estensione fino a Bagno a Ripoli

È partito alle 10.38 dal capolinea Unità, ha attraversato il Palazzo Mazzoni, transitato sul Viadotto di San Donato e lungo via di Novoli fino alla stazione ipogea e al capolinea a Peretola per poi effettuare il viaggio di ritorno fino alla stazione. È il tram che stamani ha effettuato per la prima volta la prova sull’intera linea che collega appunto piazza dell’Unità Italiana e aeroporto (11 fermate, due capolinea per 5,3 chilometri). A bordo il sindaco Dario Nardella e l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti.

“Le ditte impegnate nel completamento della linea 2 stanno rispettando i tempi – ha dichiarato il sindaco -. Ieri il consorzio delle imprese ha confermato per metà novembre la fine dei lavori ed entro fine anno la messa in esercizio, compatibilmente con i tempi necessari alla commissione ministeriale per dare l’ultimo via libera. La tabella di marcia prosegue secondo le previsioni. È una linea caratterizzata da opere infrastrutturali più complesse rispetto alla linea per Careggi, come il Viadotto San Donato, il passaggio nel Palazzo Mazzoni e la stazione ipogea di viale Guidoni”. Il sindaco ha poi sottolineato la risposta positiva dei cittadini alla linea T1 che ha registrato un nuovo record: 62mila passeggeri al giorno di media a fronte di circa 40.000 dello stesso periodo dell’anno scorso.

“Questo viaggio rappresenta anche un’occasione per vedere come la tramvia ha cambiato la città – ha aggiunto l’assessore Giorgetti –: non si tratta solo delle opere infrastrutturali come il viadotto San Donato ma anche della riorganizzazione di intere zone dal punto della viabilità e della sosta”. Sui test in corso l’assessore ha spiegato che in questo momento vengono effettuate le cosiddette prove di sistema con gli impianti semaforici. “La commissione ministeriale è già stata invitata a partecipare alle prove in modo da consentire un rapido avvio del pre-esercizio”. 

Ma la tramvia non si ferma. Il sindaco Nardella ha annunciato per il 15 ottobre un’assemblea nel Quartiere 3 in cui saranno illustrati i progetti del prolungamento della tramvia fino a Bagno a Ripoli con le diverse opzioni progettuali. Opzioni che però ha sottolineato il sindaco dovranno prevedere anche un lungo tratto di binari, da piazza della Libertà ai lungarni, senza fili o pali. “Quando fu progettata l’attuale tramvia ancora non era disponibile la tecnologia per consentire l’eliminazione dell’alimentazione aerea. Ho già chiesto ai progettisti una ipotesi preliminare di linea senza pali in tutta la parte centrale della città, da piazza della Libertà sui viali fino ai lungarni. Ancora oggi non è facile avere una tecnologia che consenta al tram di viaggiare a batteria per lunghi tratti ma vogliamo esplorare questa possibilità”.

Nardella: Linea 2 della #tramviaFi in esercizio entro la fine dell'anno

Durante la prova della nuova T2 Vespucci, percorsa interamente da capolinea a capolinea il Sindaco ha dichiarato che sarà operativa entro la fine dell'anno, ovviamente l'ultima parola spetta al Ministero che fisserà il periodo di pre-esercizio.

domenica 30 settembre 2018

Scandicci Fiera: Si raccomanda l'uso della #tramviaFi T1 Leonardo

Fonte foto: MET

Scandicci. Fiera 2018 cambia la viabilità

Modifiche alla viabilità dalla sera di martedì 2 fino a martedì 16 ottobre, per consentire lo svolgimento dell’edizione 2018 della Fiera di Scandicci in programma da sabato 6 a domenica 14 ottobre.

Modifiche alla viabilità dalla sera di martedì 2 fino a martedì 16 ottobre, per consentire lo svolgimento dell’edizione 2018 della Fiera di Scandicci in programma da sabato 6 a domenica 14 ottobre. “Per il periodo della Fiera adottiamo l'assetto della viabilità già collaudato negli ultimi anni”, dice l’assessore alla Mobilità Andrea Anichini, “l’appello è sempre quello a non avvicinarsi al centro in auto e di raggiungere l'area della Fiera a piedi o con i mezzi pubblici, soprattutto con la tramvia per scendere alle fermate Resistenza o De Andrè. Per il secondo anno c’è inoltre la possibilità del Parcheggio scambiatore sull’A1 a Villa Costanza, un’opportunità importante se consideriamo che circa la metà dei visitatori della Fiera proviene da fuori dai confini della Città Metropolitana”. Per chi invece proviene dalla città e non giunge direttamente a piedi, i parcheggi dove è consigliato lasciare l’auto sono quelli consueti attorno alla fermata Nenni Torregalli e lungo il tragitto della tramvia. “Anche quest’anno cambiamo il traffico con un impegno organizzativo eccezionale soprattutto da parte della Polizia Municipale, che ringraziamo anticipatamente: l’assetto della viabilità studiato per questo periodo è il primo fondamentale passo per un buon svolgimento di tutte le iniziative e per il lavoro degli operatori, in sicurezza, riducendo al massimo i disagi per i cittadini”. Il traffico tornerà all’assetto ordinario nella notte tra martedì 16 e mercoledì 17 ottobre. 

Dalla sera di martedì 2 ottobre la chiusura delle vie Francoforte sull’Oder, 78esimo Reggimento Lupi di Toscana e Luzi, in contemporanea con l’inversione del senso di marcia in via De Andrè e l’istituzione del senso unico in via Sassetti, via Colombo, via Foscolo, via Salvemini e via Turri (nel tratto tra via Moro e via Foscolo, in direzione di via Foscolo). 

In base al piano studiato dall’ufficio Traffico del Comando di Polizia Municipale, infatti, anche quest’anno i veicoli privati e gli autobus percorrono un perimetro di strade esterne all’area Fiera, a senso unico in direzione antioraria sul modello di una grande rotatoria. 

Il perimetro di strade percorribili in senso antiorario è formato dalle vie Marzoppina (accessibile da viale Moro per chi proviene da Firenze), Rialdoli, Galilei, De Andrè, Sassetti, Colombo, Foscolo, Salvemini per rientrare in via Marzoppina. Questo assetto è stato studiato per evitare intersezioni tra le diverse strade. 

Anche quest’anno per far accedere i residenti delle vie Deledda e Carducci viene invertito il senso di marcia nell’ultimo tratto di viale Moro verso Scandicci, e viene istituito il senso unico in via Turri in direzione di via Salvemini; per chi abita in zona viene così garantito anche l’accesso al parcheggio di via Deledda. 

La sosta 

Dalla mattina di mercoledì 3 ottobre sono in vigore i divieti di sosta nel parcheggio di via Pantin davanti al Municipio e in tutta l’area Fiera. In via Rialdoli (lato Palazzo Comunale) sono riservati i posti per la sosta dei disabili e gli stalli per moto e motorini. Il parcheggio di piazza Togliatti è accessibile ad eccezione di sabato 6 e domenica 7 (in quest’ultima data con capienza del parcheggio ridotta), di giovedì 11 per il Fierone e di sabato 13 ottobre. 

Pulizia strade 

Per andare incontro alle esigenze dei cittadini durante il periodo della Fiera, da mercoledì 3 ottobre fino a mercoledì 17 ottobre 2018 compresi il servizio di spazzamento e lavaggio meccanizzato delle strade viene effettuato senza il supporto della Polizia Municipale. Il Comando in ogni caso invita i cittadini a spostare ugualmente i veicoli in occasione della pulizia strade tutte le volte in cui sia possibile, e in ogni caso a lasciare la propria auto parcheggiata in maniera corretta facendo soprattutto attenzione che le ruote non ostruiscano gli scoli dell'acqua lungo i marciapiedi. 

Tramvia e bus 

Per raggiungere la Fiera con la tramvia i due parcheggi consigliati sono quelli in via Stradone dell’Ospedale e al centro commerciale di Ponte a Greve, in prossimità della fermata Nenni Torregalli; gli attraversamenti pedonali della linea della tramvia nell’area Fiera saranno regolati da sbarre e dalla presenza di personale di sicurezza. 

Anche gli autobus seguono la viabilità circolare attorno all’area Fiera, con fermate provvisorie lungo il tragitto.

Prove notturne sulla linea 2 della #TramviaFi

L'intera linea è sotto tensione. Si sono tenute le prove notturne a vuoto dall'aeroporto fino a Viale F.lli Rosselli. Presto le prove fino a P.za dell'Unità.

Riassetto sosta lungo la #tramvia T1 Leonardo. Saranno recuperati 230 posti auto

Inizieranno lunedì 1° ottobre e andranno avanti per tutto il mese i lavori per il riassetto della sosta nelle strade adiacenti alla nuova linea T1 Leonardo.  Questa riorganizzazione e il conseguente rifacimento della segnaletica orizzontale consentiranno il recupero di 230 posti auto rispetto all’attuale assetto degli stalli. In molti casi si tratta nella modifica della sosta da “in linea” a “lisca di pesce”. 
La prima tranche dei lavori, quelli cioè programmati per la prossima settimana, interesseranno via Puccinetti (lunedì e martedì), via Cesalpino e via Santo Stefano in Pane (mercoledì), via Vanini (giovedì), viale dei Cadorna (venerdì nel tratto via dello Statuto-via Crispi). 
I lavori poi interesseranno le seguenti strade (anche tratti): viale Morgagni, via Alderotti, via Banti, piazza Dalmazia, via di Rifredi, via Carlo Bini, via Vittorio Emanuele II, via Corridoni, via Pisacane, via Palazzo Bruciato, via Tavanti, piazza Leopoldo, piazza Vieusseux, via Montelatici, via Pompeo Neri, via Circondaria, via Scipione dei Ricci (anche cambio senso di marcia) piazza Muratori, via Pagnini, viale Lami, viale dei Cadorna, via delle Cinque Giornate, via Crispi, via della Cernaia (anche cambio senso di marcia), piazza della Vittoria, via Fratelli Ruffini (anche cambio senso di marcia), piazza della Costituzione. 
Per effettuare il rifacimento della segnaletica saranno istituiti divieti di sosta.

venerdì 28 settembre 2018

#TramviaFi - Chiusura notturna di via Valfonda

Per lavori relativi alla sistemazione definitiva dell'assetto della viabilità nella zona di viale Strozzi le notti del 27 e 28 sarà chiusa via Valfonda. Il provvedimento, che sarà in vigore in orario 21-5, prevede anche un restringimento di carreggiata in viale Strozzi da via Valfonda a via Ridolfi. Domani sera il bis.
Percorso alternativo piazza della Stazione-piazza Adua-via Cennini-via Faenza-piazza del Crocifisso-via Dionisi-piazza Bambine e Bambini di  Beslan-controviale Strozzi.

lunedì 17 settembre 2018

#TramviaFI - da 40 a 61mila passeggeri in 2 mesi

Lo ha dichiarato il sindaco Dario Nardella. Sulla nuova linea Nardella ha ricordato che “dopo il blocco per la crisi di una delle ditte appaltatrici, i lavori sono ripartiti”.

#TramviaFi - Una delegazione di Taiwan visita gli impianti Gest

Provenienti dall'isola di Taiwan, dalla città di Taipei, una delegazione guidata dal Vicesindaco, ha visitato gli impianti Gest e effettuato un viaggio in tram sulla linea 1 Leonardo.

#TramviaFi - la nuova viabilità zona Dalmazia - Mappa 3

Fonte: Comune di Firenze

#tramviaFi - La nuova viabilità zona Dalmazia - Mappa 2

Fonte: Comune di Firenze

#tramviaFi - La nuova viabilità zona Dalmazia - Mappa 1

Fonte: Comune di Firenze

#TramviaFi, questa settimana le modifiche della viabilità in piazza Dalmazia

L’assessore Giorgetti: “Ho chiesto ai tecnici il ritorno del precedente senso in via Bini da via Vittorio Emanuele a via Corridoni come sollecitato dai cittadini e la riduzione delle fasi semaforiche”

Saranno attuate nella giornata di mercoledì 19 settembre le annunciate modifiche della viabilità in piazza Dalmazia. Le variazioni riguarderanno principalmente l’eliminazione delle svolte a sinistra sia dalla direttrice via Reginaldo Giuliani su viale Morgagni sia dalla direttrice proveniente da viale Morgagni verso via Corridoni e via di Rifredi.  Queste consentiranno la riduzione delle fasi semaforiche con miglioramenti sulla viabilità. Inoltre sarà istituita anche l’inversione di via Bini da via Vittorio Emanuele II a via Corridoni nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 settembre. “Quest’ultima modifica è stata da noi esplicitamente richiesta ai tecnici come peraltro sollecitata da molti cittadini” spiega l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. Una ipotesi fino ad oggi ritenuta non realizzabile da parte dei progettisti perché la sede stradale non avrebbe consentito la realizzazione di una corsia di accumulo per la svolta a sinistra da via Vittorio Emanuele II su via Bini. “Pur constatando che quanto affermato dai progettisti è vero – aggiunge l’assessore Giorgetti - ho comunque chiesto di trovare una soluzione anche a condizione di penalizzare leggermente la viabilità su via Vittorio Emanuele”. Quindi, dopo le ultime verifiche, i tecnici hanno dato il via libera all’inversione di via Bini da via Vittorio Emanuele a via Corridoni verso quest’ultima, come era prima della realizzazione della tramvia. Questo è stato possibile prevedendo una corsia di marcia con una fase semaforica per la viabilità e perciò dando il via libera contemporaneo sia a chi svolta a sinistra su via Bini sia a chi prosegue in via Vittorio Emanuele per raggiungere l’intersezione con viale Morgagni. In questo modo chi percorre via Vittorio Emanuele diretto in via Corridoni non dovrà più arrivare in piazza Dalmazia e di conseguenza l’intersezione tra via Vittorio Emanuale e viale Morgagni risulterà alleggerita rispetto alla situazione attuale. I veicoli provenienti da viale Morgagni e diretti in via Corridoni potranno utilizzare le alternative via Santo Stefano in Pane-via Reginaldo Giuliani-piazza Dalmazia oppure via Santo Stefano in Pane-via Cesalpino-piazza Dalmazia. Chi proviene da Careggi può usare anche l’itinerario via Alderotti-via Vittorio Emanuele-via Bini per rientrare in via Corridoni. Chi da via Reginaldo Giuliani è diretto in viale Morgagni può utilizzare l’itinerario via Santo Stefano in Pane-via Cesalpino oppure la viabilità a monte verso l’ospedale di Careggi.
“L’attuazione della modifica relativa all’inversione di via Bini – spiega l’assessore Giorgetti – comporta la necessità di tarare il sistema semaforico esaminando anche le situazioni di mobilità che si verranno a verificare per la prima volta da lunedì. Ovvero la presenza della linea tranviaria e il traffico connesso all’ingresso a scuola. Questo comporta la necessità di attuare i cambiamenti in più fasi ed articolando la modifica in più giorni. Al tempo stesso però consente di avere una sistemazione dei percorsi alternativi definitiva”  
Rimanendo in tema di aggiustamenti, nella giornata di oggi è modificata l’intersezione via Mariti-via Ponte di Mezzo inserendo la possibilità per chi arriva da via Mariti di proseguire verso via Circondaria.
L’assessore Giorgetti conclude ricordando che, sempre nell’ottica di migliorare ulteriormente la viabilità nel nodo di piazza Dalmazia, è stato chiesto a Gest di verificare la possibilità di aumentare la contemporaneità dei passaggi dei tram nelle due direzioni, che attualmente si verifica in un passaggio ogni quattro.