sabato 17 novembre 2018

M5S propone l'ennesimo referendum sulla #tramviaFi

“È giusto che siano i cittadini a decidere”

“Dopo aver discusso a lungo su cosa sia meglio per la nostra Firenze, per quanto riguarda la realizzazione delle future linee tramviarie, abbiamo deciso di fare quello che il Sindaco Nardella e il suo partito si sono sempre rifiutati di fare, cioè un vero e proprio sondaggio, un mini referendum, per capire cosa vogliano davvero i fiorentini” affermano Arianna Xekalos e Cosimo Giorgetti, rispettivamente capogruppo comunale e Consigliere del Quartiere 1 del Movimento 5 Stelle.

“Per la linea 1, il suo prolungamento verso Careggi, e la linea 2 non è stato fatto nessun referendum. O meglio come tutti sanno è stato fatto nel 2008 e poi anche completamente disatteso. Oggi vogliamo mettere la parola fine a questo modo di operare e siamo qui per annunciare l’apertura di una campagna di informazione e di discussione con la cittadinanza sul futuro della tramvia verso Piazza San Marco” continuano Xekalos e Giorgetti. “In tutti i nostri gazebo e nel nostro ufficio a Palazzo Vecchio, mettiamo a disposizione la documentazione necessaria per informare i cittadini e far decidere a loro, con un semplice questionario, quale sia la priorità per Firenze”.

“In Toscana abbiamo una legge, la legge 69/2007, che prevede, per la realizzazione di grandi interventi, un dibattito pubblico, che ad oggi non è mai avvenuto” concludono Xekalos e Giorgetti. “Visto che in questi anni la Giunta Nardella non ha mai fatto un dibattito vero pubblico, abbiamo deciso di portarlo avanti noi. Con il nostro questionario portiamo avanti un mini-referendum per sapere davvero cosa vogliono i fiorentini. Un dato mai preso in considerazione fino ad oggi ma che noi riteniamo invece fondamentale”. (s.spa.)

#TramviaFi linea 2 - Botta e risposta tra F.I. e l'assessore Giorgetti sull'assemblea di cittadini del quartiere 5

Questo l'intervento del capogruppo di Forza Italia:

 Il capogruppo di Forza Italia, Jacopo Cellai, assieme al capogruppo al Quartiere 5 Guido Castelnuovo Tedesco esprimono “soddisfazione per la partecipazione alla seduta aperta agli interventi della cittadinanza che si è tenuta ieri presso l’auditorium di San Donato in Polverosa, dove non sono mancate le segnalazioni e le proteste nei confronti del Presidente del Quartiere e dell’Assessore alla Mobilità in merito al completamento della linea 2 e dei ritardi che si sono protratti”.

“Ci auguriamo che le data del 21/27 dicembre sia quella definitiva, anche se riteniamo deludente che le opere urbane, il parcheggio scambiatore e la pensilina di raccordo con l’aeroporto saranno completati con ulteriori ritardi nei mesi a venire”, commentano Cellai e Castelnuovo Tedesco, sottolineando come “a Novoli la misura è colma e questa infrastruttura, che poteva e doveva essere realizzata meglio e in tempi certi, deve arrivare al termine nel più breve tempo possibile. Abbiamo sempre sostenuto che la realizzazione delle tranvie avrebbe comportato eccessive criticità ma che in questi anni non ci sia stato modo di prevenirle suona tanto strano quanto inaccettabile”. 

“Non ultimo il tema del traffico, dove lo stralcio del sottopassaggio tranviario di Viale Belfiore è destinato a causare una paralisi della mobilità o l’inevitabile rallentamento del trasporto pubblico - denunciano i due esponenti azzurri -, da quando Matteo Renzi preoccupato per i suoi voti decise di stralciare l’opera riducendo i disagi durante i cantieri ma condannando il progetto della linea 2.

L’assessore Giorgetti si è definito ‘preoccupato’ rispetto alle lamentele dei cittadini sull’eccessiva rumorosità delle tramvie all’altezza della strettoia di Novoli, dove è presente uno scambio nei binari, e tali affermazioni ci rendono altrettanto preoccupati, in quanto, nonostante la sua paventata onnipresenza sui cantieri, è palese che serva maggior attenzione”.

“L’amministrazione si attivi per realizzare le prove fonometriche ed adoperare tutte le correzioni di sorta per alleggerire il disagio ai residenti rispetto all’ennesimo dei problemi di questo progetto che potevano e dovevano essere previsti ed evitati in precedenza” concludono Cellai e Castelnuovo Tedesco. 

La replica dell'assessore alla mobilità Giorgetti:


Al consiglio di Quartiere aperto clima buono. Chiesti piccoli aggiustamenti. Confermato il completamento nei tempi del parcheggiato scambiatore e del collegamento tra fermata aeroporto e l’aerostazione

“È chiaro che Forza Italia attacchi l’Amministrazione perché avrebbe desiderato che le linee tranviarie non fossero realizzate. Invece nonostante le difficoltà e il fallimento di una ditta siamo riusciti a costruire e mettere in esercizio due linee in un mandato amministrativo. Un risultato molto importante non solo per l’Amministrazione ma per la città”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti replicando agli esponenti di Forza Italia in merito al consiglio aperto che si è tenuto ieri a Novoli. “Tutte le date  comunicate riguardo al completamento dei lavori sono sempre state supportate da documenti sottoscritti dal concessionario come abbiamo riferito anche ai consiglieri di Forza Italia rileggendo i vari verbali”. 

Per quanto riguarda le criticità sollevate ieri dai cittadini l’assessore precisa che si tratta di problematiche semplici legate per esempio alla segnaletica stradale o a piccoli aggiustamenti. Al contrario l’assessore evidenzia come alcuni cittadini abbiano espresso la loro soddisfazione per aver visto completata questa opera così importante per il trasporto pubblico e la città. 

In dettaglio sul rumore l’assessore, dopo aver precisato che le prove fonometriche sono in corso, ha anche sottolineato che l’Amministrazione pone attenzione ai rilievi dei cittadini indipendentemente dal fatto che i valori registrati siano entro i limiti. “Forse i consiglieri erano distratti quando ho confermato sia il completamento del parcheggio scambiatore che del percorso tra la fermate aeroporto e l’aerostazione entro la messa in esercizio”  aggiunge l’assessore che conclude replicando sulle presunte contestazioni. “Ieri sera il clima è stato molto buono. C’è stato qualche scambio di idee con persone di opinioni diverse come accade in queste occasioni. E ci sono state anche alcune proposte, come quella di realizzare una rotatoria nell’area tra via Maragliano, via di Novoli e viale Redi, che mi sono impegnato a far verificare dai tecnici”. 

mercoledì 14 novembre 2018

#TramviaFi linea 2: iniziano le prove cadenzate

A partire da questo pomeriggio, inizieranno le prove con passaggi di tram cadenzati sulla linea 2. Sotto osservazione sarà principalmente la zona della Stazione con il passaggio contemporaneo delle 2 linee.

martedì 13 novembre 2018

#TramviaFi - Il tram a Firenze: problemi e prospettive future - Nuovo intervento dell'ing. Mantovani

La seconda parte dell'intervista di ARPAT all'ing. Mantovani, uno dei principali artefici della linea 1 da Scandicci alla Stazione parla dei problemi riscontrati e di alcune possibili soluzioni e sull'evoluzione della tranvia fiorentina.
Riportiamo nuovamente anche la prima parte dell'intervista, questa volta linkando direttamente la pagina di Arpat.
La prima parte dell'intervista tratta sui vantaggi e svantaggi dei vari sistemi di trasporto pubblico cittadino.

lunedì 12 novembre 2018

Confermato avvio della linea T2 Vespucci della #TramviaFi entro l'anno in corso.

L'assessore alla mobilità Giorgetti ha confermato in Consiglio Comunale l'avvio entro l'anno della linea 2. Vi sono due finestre possibili: il 21-22 dicembre o il 27/28.

Mobilità in città: #Tramvia, Metro o bus? - Arpat intervista l'ing Mantovani

Nove da Firenze riporta un'interessante intervista all'ingegner Mantovani, uno dei principali artefici della linea 1 da Scandicci alla Stazione ed esperto di trasporti cittadini con collaborazioni con le amministrazioni di molte città.
Nell'intervista è spiegato chiaramente quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei vari sistemi di trasporto in relazione al servizio che si vuole rendere e al bacino che si intende servire. 

#TramviaFi T1 - Incidente in via Pisacane - 10/11/18

Per un incidente tra un tram ed un'auto in via Pisacane, il servizio è stato interrotto per circa 10 minuti.

Aggiornato contatore incidenti.

giovedì 8 novembre 2018

#TramviaFi - Lavori notturni in via J. da Diacceto, V.le F.lli Rosselli e Porta al Prato

Sono in programma in orario notturno alcuni lavori legati agli impianti semaforici in via Jacopo Da Diacceto e viale Fratelli Rosselli-piazzale di Porta a Prato. Per quanto riguarda il primo intervento, da stanotte dalle 00.45 alle 5.30 è previsto un divieto di transito in corrispondenza dell’incrocio tra via Jacopo Da Diacceto e via Alamanni, per i mezzi superiori ai 35 quintali lo stop è in vigore sull’intera strada. Termine previsto 8 novembre.
La settimana prossima, per la precisione lunedì 12 novembre, inizieranno i lavori,  sempre notturni e sempre per gli impianti semaforici, in viale Fratelli Rosselli e piazzale di Porta Prato. Fino al 24 novembre in orario 21-6 saranno in vigore restringimenti di carreggiata in piazzale di Porta a Prato (all’incrocio con viale Fratelli Rosselli/via della Scala in corrispondenza della svolta verso via delle Porte Nuove), viale Fratelli Rosselli (all’incrocio con via Jacopo Da Diacceto) e sul controviale di Fratelli Rosselli dove sono previsti anche divieti.

#TramviaFi - Nuovo incidente a Scandicci. Questa volta tra un tram ed un ciclista - 07/11/18

Un uomo di 72 anni ha attraversato i binari in prossimità della fermata Resistenza, a Scandicci, venendo investito da un tram. L'anziano ciclista, ricoverato in codice giallo, non è in pericolo di vita.
E' stato aggiornato il contatore incidenti posto qui a fianco

martedì 6 novembre 2018

#TramviaFi T1 - Incidente del 05/11/18

Fonte Foto: Firenze Today
Ieri in piazza Viesseux un tram è stato coinvolto in un incidente con un'auto. Non si sono riscontrati feriti. Il servizio si è interrotto per circa 15 minuti.

Ho provveduto ad aggiornare il contatore qui a fianco.

Costi #tramviaFi: botta e risposta Giorgetti - Amato

Così la consigliera Amato:

“Ci sono voluti oltre 10 mesi solo per costituire il collegio arbitrale, ma non si è ancora insediato e non ha iniziato i lavori”

“Non ci sono novità sull'esito della domanda di arbitrato di Tram SpA per i costi aggiuntivi della costruzione delle due linee di tramvia e per la richiesta di 282 milioni di euro richiesti dai costruttori, domanda presentata il 29 dicembre scorso, ma – prosegue Miriam Amato di Potere al Popolo – a distanza di oltre 10 mesi solo per costituire il collegio arbitrale, che però non si è ancora insediato e quindi non ha iniziato i lavori per l'esame della richiesta di Tram SpA. E' sconsolante - aggiunge Miriam Amato, consigliera di Potere al Popolo – la risposta in aula al mio question time da parte dell'assessore Giorgetti: per sapere se, e quanti milioni dovrà sborsare l'amministrazione, si dovrà aspettare dopo le prossime elezioni comunali del maggio prossimo, per evitare polemiche durante la campagna elettorale e scaricare così la patata bollente al prossimo sindaco?”, conclude Amato.

La replica di Giorgetti

“È sconsolante e preoccupante constatare come ancora una volta la consigliera Amato non comprenda una semplice risposta a una chiara domanda relativa ai lavori del collegio arbitrale che non dipendono dalla volontà dell’Amministrazione”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti replicando alla consigliera Miriam Amato (Potere al Popolo) in merito ai costi aggiuntivi richiesti dalla Tram spa per la realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia su cui è stato attivato il collegio arbitrale come contrattualmente previsto.

“Se a oggi è stato costituito il collegio arbitrale ma ancora non si è insediato l’Amministrazione non può che riportare l’attuale stato delle cose. Colgo l’occasione per ricordare che i tecnici comunali hanno ampiamente contestato le richieste di Tram Spa. Quindi possiamo aspettare con tranquillità il giudizio del consiglio arbitrale nei tempi che occorreranno per analizzare e giudicare le richieste avanzate e le relative controdeduzioni” conclude l’assessore Giorgetti.

venerdì 26 ottobre 2018

#TramviaFi - Il parcheggio scambiatore con la #tramviaFi di Villa Costanza è stato premiato

Alla società CFT, gestore del parcheggio di Villa Costanza è stato assegnato il premio "Logistico dell'anno".

#tramviaFi - dalla scorsa notte le modifiche alla viabilità nella zona via Guido Monaco-via Cittadella-via della Ghiacciaie

Sono scattate la notte scorsa alcune modifiche alla viabilità nella zona via Guido Monaco-via Cittadella-via delle Ghiacciaie come previsto al progetto di realizzazione della linea tranviaria. In particolare via Cittadella nel tratto da via delle Ghiacciaie a viale Fratelli Rosselli è diventata a senso unico verso viale Fratelli Rosselli; senso unico anche in viale Fratelli Rosselli per la precisione nella porzione di viabilità proveniente dal controviale nel tratto da via Guido Monaco a via delle Ghiacciaie verso quest’ultima. Ancora in via delle Ghiacciaie: il tratto da viale Fratelli Rosselli a via Cittadella è a senso unico in direzione di via Cittadella. Anche in via Peri è scattato il senso unico da via Guido Monaco a via delle Ghiacciaie verso via Guido Monaco. Infine via Guido Monaco sono stati istituiti due sensi unici convergenti verso via Cittadella da viale Belfiore e da viale Fratelli Rosselli. Istituiti anche nuovi divieti di sosta.

martedì 23 ottobre 2018

#TramviaFi #T1 - Interrotta dalle 22 di mercoledi 24/10 da Leopolda a Valfonda (fino a fine servizio)


Da Giorgetti su Facebook: senza pali fino a P. S. Marco e a batterie sui viali verso B. a Ripoli


#TramviaFi - Giorgetti: Entro fine anno la 2. poi avanti per i prolungamenti e le altre linee

Confermato l’obiettivo della messa in esercizio della linea 2 entro fine anno. E sulla T1 il numero dei passeggeri oltre le previsioni

Il primo viaggio del tram dalla stazione all’aeroporto entro fine anno. È questo l’obiettivo, confermato oggi dall’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti nel corso della sua comunicazione in consiglio comunale, per quanto riguarda la messa in esercizio della linea 2. “Questa data è riportata negli accordi sottoscritti con il concessionario dopo l’abbandono dei cantieri da parte della Fincosit in seguito al concordato fallimentare e il subentro della Cmb che sta completando le opere civili. I test sulla linea sono in corso da settimane – aggiunge l’assessore –. Si tratta di prove di esercizio e di sistema e la Direzione Lavori prevede il completamento entro il 15 novembre, data in cui sarà redatto il verbale di conclusione e potrà essere insediata la commissione ministeriale che deve dare il via libera al pre-esercizio. Non possiamo ad oggi sapere la sua durata ma sulla base dell’esperienza della linea 3 si può stimare la messa in esercizio entro fine anno”.

Intanto vanno avanti anche i lavori relativi alle sistemazioni urbane. Il crono programma prevede entro il 15 dicembre il completamento delle sistemazioni urbane come quelle di Porta a Prato e viale Belfiore, entro il 31 marzo quelle più lunghe come il recupero dei prospetti di Palazzo Mazzoni, il completamento della copertura a verde del deposito di Scandicci e la sistemazione del carter sotto il viadotto San Donato.

“Nei prossimi giorni e nel mese di novembre – precisa l’assessore – proseguiranno gli interventi lungo la linea. Entro la prima metà di novembre sarà completata la sistemazione provvisoria di piazza dell’Unità con il doppio senso di marcia: si tratta di un assetto temporaneo in attesa della riqualificazione della piazza, oggetto di un progetto specifico in via di definizione per il quale sono stati stanziati 800mila euro e che sarà concordato con la Soprintendenza”. L’assessore Giorgetti ricorda poi i lavori di risanamento stradale effettuati a Novoli (in orario notturno e senza particolari disagi), il prossimo completamento della segnaletica e la modifica dell’incrocio semaforizzato tra via di Novoli e via Torre degli Agli (una richiesta dell’Amministrazione e dei cittadini) che consentirà il collegamento tra la direttrice in uscita città e via Baracchini-via Baracca. “Le sistemazione lungo la linea 2 sono pressoché completate – sottolinea – a parte qualche rifinitura come per esempio la palazzina a servizio del parcheggio scambiatore di viale Guidoni (250 posti) e la fermata aeroporto dove la società di gestione dello scalo dovrà realizzare il percorso pedonale con pensilina per il collegamento dalla fermata della tramvia all’aerostazione prima della messa in esercizio. Anche il viadotto San Donato è in via completamento per quanto riguarda i marciapiedi e i percorsi ciclabili”.

Sullo lo sviluppo ulteriore del sistema tranviario, l’assessore Giorgetti conferma il previsto avvio dei lavori della Vacs-variante centro storico dalla Fortezza a piazza San Marco per l’estate 2019 (è in corso la progettazione esecutiva, durata lavori un anno e mezzo) e quello del primo tratto della linea 4 dalla stazione Leopolda alle Piagge nel 2020 (termine lavori 2023). E conferma che è stato affidato l’incarico per la progettazione del lotto successivo della linea 4 Piagge-Campi e per il prolungamento della linea 2 dall’aeroporto a Sesto Fiorentino. Inoltre il Comune di Scandicci sta lavorando per la realizzazione di un ulteriore tratto della T1 da Villa Costanza alla zona industriale di Pontignale.

L’assessore si è poi concentrato sulla linea 3.2, ovvero il prolungamento da piazza della Libertà verso Bagno a Ripoli. “Sulla base del progetto preliminare approvato nel 2009 abbiamo sviluppato tre ipotesi che abbiamo illustrato ai cittadini nel corso di un’assemblea pubblica una settimana fa. Il nostro obiettivo è dare un’accelerata alla realizzazione per terminare i lavori entro il 2023, anno in cui è prevista la rendicontazione dei fondi europei. La progettazione, anche sulla base di quanto emerso nell’incontro, si sta orientando verso l’ipotesi che prevede la tramvia a centro strada e viali, evitando il passaggio a fianco degli edifici. Sui viali, sui lungarni fino a Ponte da Verrazzano, che oltre ai binari, conserverà una corsia per senso di marcia per il traffico veicolare, e poi su viale Giannotti e viale Europa. Per i veicoli su gomma sarà realizzato un nuovo ponte a monte del Ponte da Verrazzano, in modo da alleggerire anche la circolazione sulla direttrice viale Giannotti-viale Europa. “Si tratta di una linea molto importante – sottolinea l’assessore Giorgetti – perché darà una risposta alle esigenze di trasporto pubblico all’area sud della città e, grazie alla realizzazione di parcheggi scambiatori sia sul territorio del Comune di Firenze che su quello di Bagno a Ripoli, consentirà anche l’interscambio con l’autostrada ma anche con i centri della Valdisieve, Valdarno e Chianti. Con la linea 3.2, l’arrivo della linea 4 fino a Campi Bisenzio, il prolungamento fino a Sesto Fiorentino e la linea fino a Rovezzano si completerà il sistema tranviario fiorentino che trasporterà, secondo le stime, 85 milioni di passeggeri all’anno con una riduzione di 65mila auto sulle strade cittadine”.

“Stiamo lavorando, insieme alla Regione e ai comuni di Bagno a Ripoli, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Scandicci per concretizzare questa previsione incoraggiati anche dagli ottimi risultati della linea T1 che ha superato le stime di passeggeri trasportati con un +20% rispetto alle previsioni” conclude l’assessore Giorgetti. 

sabato 20 ottobre 2018

#TramviaFi - da lunedì la modifica di un impianto semaforico in via di Novoli

Previsto un restringimento di carreggiata in ingresso città da via Torre degli Agli a via Tagliaferri

Per effettuare alcune modifiche all’impianto semaforico in via di Novoli all’altezza di via Torre degli Agli, da lunedì 22 ottobre sarà in vigore un restringimento di carreggiata in ingresso città (tratto via Torre degli Agli-via Tagliaferri). Termine previsto fine novembre.

#TramviaFi Nardella chiede magiore collaborazione a Gest per la sincronizzazione dei convogli agli incroci


In un intervista a Lady Radio, Nardella chiede più impegno a Gest per i passaggi critici di interconnessione con il traffico su gomma.