martedì 25 aprile 2017

Le novità dei prossimi giorni nei cantieri della #tramvia

Procede la realizzazione della tramvia. Mercoledì 26 aprile sono in programma interventi e modifiche di cantieri per entrambe le linee. 
I provvedimenti destinati ad avere un maggior impatto sulla circolazione sono quelli della linea 3, in particolar modo la chiusura di via Corridoni nei giorni di mercoledì 26 e giovedì 27 aprile. Il divieto di transito interesserà il tratto piazza Dalmazia-via Bini, oltre alla corsia di piazza Dalmazia in asse con via Corridoni, e sarà in vigore dalle 10 alle 16. In questa fascia oraria si procederà al getto della sede tranviaria e la posa dei binari, già in corso da oggi in via Vittorio Emanuele II. I veicoli provenienti da via Mariti e diretti verso via Corridoni-Romito utilizzeranno l’itinerario viale Morgagni-via Cesalpino-via Alderotti-via Vittorio Emanuele II-via Bini per rientrare in via Corridoni. I mezzi provenienti da via Reginaldo Giuliani potranno continuare ad usare via di Rifredi e rientrare in via Corridoni da via Bini. 
Rimanendo sulla linea 3 sempre giovedì 27 aprile è in programma il ribaltamento del cantiere in via Vittorio Emanuele II nel tratto del Poggetto, ovvero da via Alderotti a via Celso. Dalle 10 quindi scatteranno le modifiche per consentire lo spostamento del cantiere sull’altro lato della strada tra cui divieti di sosta nelle strade coinvolte. Per la viabilità non sono previsti cambiamenti significativi, a parte la possibilità per chi proviene da via Alderotti di svoltare direttamente su via Celso da via Vittorio Emanuele II all’altezza della gelateria.
Giovedì scatterà anche una modifica del cantiere in piazza Stazione: resta la viabilità attuale con la corsia da largo Alinari a piazza Adua direzione Valfonda semplicemente traslata verso l’ex pensilina.
Passando alla linea 2, giovedì 27 aprile sarà attivata la nuova fase dei lavori in via di Novoli con il cambio di senso nell’ultimo tratto da via Valdinievole e via Allori verso quest’ultima. Prevista la modifica della rotatoria e dell’area dell’incrocio via Garfagnana-via Allori (con riduzione dell’area di cantiere sul lato di via di Novoli). Contestualmente sarà ripristinato il senso unico in direzione centro città sul controviale Guidoni da via Allori a via Valdievole. Per regolare la circolazione nell’area di intersezione tra via Valdinievole e via Novoli sarà attivato un nuovo impianto semaforico. I provvedimenti scatteranno dalle 9 e sono previsti anche divieti di sosta nelle strade interessate.

sabato 22 aprile 2017

Lavori #tramvia zona SMN: in arrivo provvedimenti per fluidificare il traffico

“Anche oggi insieme ai tecnici sono tornato in viale Strozzi per monitorare la situazione e mettere a punto aggiustamenti migliorativi per la direttrice in uscita dalla stazione che saranno istituiti nei prossimi giorni”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti in merito ai rallentamenti che si stanno registrando il viale Strozzi, in particolare per la direttrice di uscita dall’area della stazione, dopo l’ampliamento del cantiere sul controviale nel tratto da via Ridolfi a via Dolfi scattato mercoledì sera. Al restringimento di carreggiata istituito proprio per questi lavori si sono aggiunti i provvedimenti e l’afflusso di mezzi alla Fortezza per l’allestimento della Mostra dell’Artigianato. “Questa concomitanza - sottolinea l’assessore - ha originato un particolare appesantimento della circolazione. Una situazione destinata a ripetersi nei prossimi giorni soprattutto per l’afflusso dei visitatori alla mostra”. 
Per quanto riguarda le migliorie in programma l’assessore Giorgetti spiega che, grazie all’avanzamento del cantiere sul lato vasca e al completamento di alcune lavorazioni la prossima settimana sarà possibile slittare una corsia di viale Strozzi verso il giardino e quindi recuperare alla circolazione quella recentemente inglobata nel cantiere sul lato di via Ridolfi. “Mercoledì alla riunione del coordinamento faremo le ultime verifiche tecniche in modo da attuare il provvedimento nella stessa serata”. 
Intanto dopo le prime difficoltà, la circolazione nella zona di piazza Dalmazia si sta normalizzando.

venerdì 21 aprile 2017

Lavori #tramvia: immagini del sottopasso Strozzi

Dalla pagina Facebook dell'assessore Giorgetti.



Lavori #tramvia in P.za Dalmazia: giornata infernale

Blocco quasi totale del traffico dopo i nuovi provvedimenti in zona P.za Dalmazia.

Lavori #tramvia in P.za Dalmazia e circolazione: intervento di Giorgetti

Sono iniziate mercoledì scorso le operazioni propedeutiche e da ieri è attivo il cantiere della linea 3 in piazza Dalmazia. I lavori consistono nello spostamento dei sottoservizi e poi nella realizzazione della sede tranviaria nella parte della piazza dove ancora mancano i binari, ovvero dal tratto finale di viale Morgagni a via Vittorio Emanuele II e via Corridoni. L’avvio del cantiere ha comporta una serie di modifiche della viabilità tra cui la chiusura di parte di piazza Dalmazia, del tratto finale di via Vittorio Emanuele, dalla piazza a via Bini, e della corsia di destra di viale Morgagni fino a via Cocchi. 
“Sappiamo che sono variazioni importanti per quanto riguarda la circolazione ma è l’ultimo cantiere della linea 3, quello che permetterà il collegamento tra i binari già realizzati in viale Morgagni e quelli in corso di costruzione in via Vittorio Emanuele e via Corridoni – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –. Si sono verificati rallentamenti e code come accade nel primo giorno in cui viene istituita una nuova viabilità anche perché non tutti ancora conoscevano gli itinerari alternativi. I vigili sono presenti ai principali incroci per dare indicazioni agli automobilisti e siamo fiduciosi che, come consueto, tra qualche giorno avremo un assestamento della situazione”. 
Per quanto riguarda la viabilità si ricorda che in piazza Dalmazia sono transitabili due corsie sono in direzione Careggi come pure sul primo tratto di viale Morgagni (lato via Reginaldo Giuliani). Fino a via Cocchi la corsia sul lato destro è infatti occupata dal cantiere: dall’incrocio con questa strada in poi viene utilizzata dai mezzi privati diretti a Careggi che possono attraversare il cantiere grazie ad un passaggio sulla sede tranviaria. Le due corsie di viale Morgagni (lato via Reginaldo Giuliani) restano in direzione Careggi fino all’incrocio con via Santo Stefano in Pane: quella lato tramvia poi prosegue verso Careggi e resta destinata ai mezzi di soccorso, sull’altra invece svolta obbligatoria a sinistra in via Santo Stefano in Pane (direzione Sesto). Nessun cambiamento per la corsia in uscita da Careggi: i veicoli preseguono a diritto fino a via Santo Stefano in Pane con svolta obbligatoria su questa strada.
Passando a via Vittorio Emanuele II, il tratto chiuso è quello da piazza Dalmazia e via Bini (la porzione rimanente diventa a doppio senso per i frontisti) mentre in via Corridoni è garantita una corsia in ingresso città con un varco nel cantiere (tranne che il 26 e 27 aprile per consentire il getto di calcestruzzo sulla sede tranviaria e lo scarico dei binari). I veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani e via Mariti possono quindi continuare a entrare in via Corridoni. Per i mezzi da via Reginaldo Giuliani utilizzabile anche via di Rifredi-via Bini e ritorno in via Corridoni.
Per quanto riguarda le principali direttrici di traffico, i veicoli provenienti dal centro-piazza Vieussex e diretti a Careggi devono utilizzare l’itinerario da via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Tavanti-via Vittorio Emanuele II-via Celso-via Alderotti. È disponibile anche il percorso via Maestri del Lavoro-via Santelli-via Lombroso ma consigliato per la sola la viabilità locale. Chi invece è diretto a Sesto Fiorentino una volta arrivato in via Alderotti svolta in via Dino del Garbo arrivando in via Santo Stefano in Pane e poi via Reginaldo Giuliani.
I veicoli provenienti da Novoli-via Mariti possono proseguire in viale Morgagni e da lì arrivare a Careggi oppure, all’altezza di via Santo Stefano in Pane, utilizzare la svolta obbligatoria a sinistra per arrivare a Sesto Fiorentino. E anche all’altezza di via Cocchi può attraversare il cantiere sulla destra per percorrere poi la corsia di destra di viale Morgagni verso Careggi con la possibilità di ritornare in direzione di via Reginaldo Giuliani all’altezza di via Cesalpino e poi utilizzare l’itinerario già disponibile via Segato-via Dino del Garbo-via Santo Stefano in Pane. Previste deviazioni delle linee Ataf 8 (solo in direzione Bagno a Ripoli), 14, 56 e 60 e di quelle di Li-nea 40, 43 e R. Per info sulle deviazioni www.ataf.net
Inoltre, rimanendo sulla linea 3, dalle 21 di stasera scatterà l’ampliamento del cantiere in viale Strozzi, o meglio sul controviale sul lato via del Pratello. Nel tratto fra via Ridolfi e via Dolfi scatteranno quindi divieti di sosta e un restringimento di carreggiata: rimarrà quindi una corsia per il transito veicolare. Prevista inoltre l’istituzione di un senso unico in via Ridolfi tra via di Barbano e viale Strozzi in direzione piazza Indipendenza. Non sarà più possibile per i veicoli arrivare da piazza Indipendenza al viale Strozzi: per questo sarà modificato l’itinerario della linea 4 dell’Ataf che dal capolinea San Marco transiterà in via La Pira-via La Marmora-viale Lavagnini per poi rientrare sul suo percorso in via Leone X verso il capolinea Cappuccini. Altri provvedimenti collaterali: senso unico in via Salvagnoli (da via Dolfi a via Poggi verso via Poggi) e in via Poggi (da via Salvagnoli a viale Lavagnini in direzione di viale Strozzi). In queste strade sono previsti anche divieti di sosta nel primo giorno di attuazione delle modifiche per consentire l’inversione del senso di marcia.

mercoledì 19 aprile 2017

Lavori #tramvia: da domani torna il doppio senso sul Ponte all'Asse

Inizieranno dopo le 9.30 di domani le operazioni per la riapertura del doppio senso di marcia su Ponte all’Asse. Con la conclusione della posa dei binari, infatti, il cantiere si riduce e torna così transitabile la corsia lato centro in direzione di viale Corsica. Previsti anche restringimenti di carreggiata in viale Corsica e divieti di sosta nel tratto via del Ponte all’Asse-numero civico 1. 
Il ritorno del doppio senso consentirà il ripristino del percorso della linea 23 di Ataf in direzione Nuovo Pignone sull’itinerario San Jacopino-via del Ponte all’Asse-Ponte all’Asse-viale Corsica. 

martedì 18 aprile 2017

Da stasera cambia il cantiere #tramvia in P.za Dalmazia

Per collegare i binari di Viale Morgagni con quelli di Via Vittorio Emanuele e Via Corridoni, da questa sera alle ore 21 cambia la circolazione in zona P.za Dalmazia.

domenica 16 aprile 2017

I lavori per la #tramvia programmati per i prossimi giorni

Proseguono i lavori della tramvia. Per quanto riguarda la linea 3, martedì 18 aprile dalle 21 sarà attivato il cantiere per la realizzazione della sede tramviaria, previo spostamento dei sottoservizi, nel tratto di piazza Dalmazia ancora senza binari: quindi dal tratto finale di viale Morgagni a via Vittorio Emanuele II e a via Corridoni. Questi lavori comporteranno la chiusura dell’ultimo tratto di via Vittorio Emanuele II (il tratto da piazza Dalmazia a via Carlo Bini, la porzione rimanente diventa a doppio senso per i frontisti) mentre in via Corridoni sarà garantita una corsia in ingresso città con un varco nel cantiere. I veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani e via Mariti potranno quindi continuare a entrare in via Corridoni. Per i mezzi da via Reginaldo Giuliani utilizzabile anche via di Rifredi-via Bini e ritorno in via Corridoni. 
In piazza Dalmazia resteranno due corsie solo in direzione Careggi, come pure sul primo tratto di viale Morgagni (lato via Reginaldo Giuliani). Fino a via Cocchi la corsia sul lato destro sarà infatti occupata dal cantiere: dall’incrocio con questa strada in poi sarà utilizzata dai mezzi privati diretti a Careggi che potranno attraversare il cantiere grazie ad un passaggio sulla sede tranviaria. Le due corsie di viale Morgagni (lato via Reginaldo Giuliani) restano in direzione Careggi fino all’incrocio con via Santo Stefano in Pane: quella lato tramvia poi prosegue verso Careggi e resta destinata ai mezzi di soccorso, sull’altra invece svolta obbligatoria a sinistra in via Santo Stefano in Pane (direzione Sesto). Nessun cambiamento per la corsia in uscita da Careggi: i veicoli preseguono a diritto fino a via Santo Stefano in Pane con svolta obbligatoria su questa strada. 
Per quanto riguarda le principali direttrici di traffico, i veicoli provenienti dal centro-piazza Vieussex e diretti a Careggi dovranno utilizzare l’itinerario da via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Tavanti-via Vittorio Emanuele II-via Celso-via Alderotti. È disponibile anche il percorso via Maestri del Lavoro-via Santelli-via Lombroso ma consigliato per la sola la viabilità locale. Chi invece è diretto a Sesto Fiorentino una volta arrivato in via Alderotti svolterà in via Dino del Garbo arrivando in via Santo Stefano in Pane e poi via Reginaldo Giuliani.
I veicoli provenienti da Novoli-via Mariti potranno proseguire in viale Morgagni e da lì arrivare a Careggi oppure, all’altezza di via Santo Stefano in Pane, utilizzare la svolta obbligatoria a sinistra per arrivare a Sesto Fiorentino. E anche all’altezza di via Cocchi potrà attraversare il cantiere sulla destra per percorrere poi la corsia di destra di viale Morgagni verso Careggi con la possibilità di ritornare in direzione di via Reginaldo Giuliani all’altezza di via Cesalpino e poi utilizzare l’itinerario già disponibile via Segato-via Dino del Garbo-via Santo Stefano in Pane. Previste deviazioni delle linee Ataf 8 (solo in direzione Bagno a Ripoli), 14, 56 e 60.
Dalle 21 di mercoledì 19 aprile sarà la volta dell’ampliamento del cantiere in viale Strozzi, o meglio sul controviale sul lato via del Pratello. Nel tratto fra via Ridolfi e via Dolfi scatteranno quindi divieti di sosta e un restringimento di carreggiata: rimarrà quindi una corsia per il transito veicolare. Prevista inoltre l’istituzione di un senso unico in via Ridolfi tra via di Barbano e viale Strozzi in direzione piazza Indipendenza. Non sarà più possibile per i veicoli arrivare da piazza Indipendenza al viale Strozzi: per questo sarà modificato l’itinerario della linea 4 dell’Ataf che dal capolinea San Marco transiterà in via La Pira-via La Marmora-viale Lavagnini per poi rientrare sul suo percorso in via Leone X verso il capolinea Cappuccini. Altri provvedimenti collaterali: senso unico in via Salvagnoli (da via Dolfi a via Poggi verso via Poggi) e in via Poggi (da via Salvagnoli a viale Lavagnini in direzione di viale Strozzi). In queste strade sono previsti anche divieti di sosta nel primo giorno di attuazione delle modifiche per consentire l’inversione del senso di marcia. 
Per quanto riguarda la linea 2, giovedì 20 aprile a partire dalle 9.30 inizieranno le operazioni per la riapertura del doppio senso di marcia su Ponte all’Asse.

venerdì 14 aprile 2017

In attesa della #tramvia? Palazzo Vecchio approva la Busvia per Bagno a Ripoli

Via libera alla partecipazione al bando europeo del Jumbo bus. E’ stata approvata questa mattina in giunta la delibera dell’assessore Lorenzo Perra alla proposta progettuale sul programma Urban Innovative Action – Firenze Urban Bus per accedere ai finanziamenti europei legati alla mobilità sostenibile. Per sostenere azioni innovative nel campo dello sviluppo urbano infatti è stata lanciata dall’Europa l’iniziativa Uia (Urban Innovative Actions), che ha come scopo quello di dare alle città europee la possibilità di realizzare progetti in grado di testare soluzioni innovative per conseguire uno sviluppo urbano sostenibile, per un massimo di 5 milioni di euro a progetto. La giunta ha quindi approvato il progetto per partecipare a questo bando e richiedere i finanziamenti europei per finanziare la prima parte del progetto, continuando a perseguire così la modernizzazione del trasporto pubblico, che è l’obiettivo principale dell’amministrazione dall’inizio degli anni 2000 nell’ambito della mobilità. Tra queste c’è la realizzazione di un efficiente e moderno sistema tramviario composto da varie linee che costituiscono l’ossatura principale della rete di trasporto pubblico. Oltre ad una linea operativa dal 2010 di tramvia (che ha 13 milioni di passeggeri all’anno, 10mila auto in meno in città e una riduzione di 6 milioni di tonnellate di Co2) e di due in corso di realizzazione che saranno operative nel 2018 (con una previsione globale fino a 40 milioni di passeggeri), c’è una nuova linea Firenze Campi Bisenzio in fase di progettazione operativa e in parte finanziata, come è in progettazione e già finanziata la prosecuzione di una ulteriore linea fino a Sesto Fiorentino. Si copre così la città a nord-ovest, ma restano da completare i collegamenti con la zona sud-est. L’idea è quindi quella di realizzare un corridoio di trasporto che vede il sistema Bhls (buses with a high level of service) con autobus elettrici quale risposta a breve/medio termine di connessione intermodale. Il progetto innovativo del Jumbo bus elettrico dal centro città all’area sud-est (da piazza della Liberà a viale Europa), non è quindi una proposta alternativa alla tramvia ma bensì una proposta in attesa della tramvia.
Con questo innovativo bus si prevede infatti di realizzare un sistema di trasporto elettrico, veloce, su gomma, ad alto carico di passeggeri, in corsia riservata, con 14 fermate e con una frequenza nelle ore di punta di 5 minuti, per un obiettivo di 6 milioni di passeggeri l’anno. Un progetto innovativo in termini di risposta a problemi complessi di mobilità in ambito cittadino perché fornisce una soluzione intermodale, rispettosa dell’obiettivo di mobilità sostenibile e sperimentale in tema di ricarica, associando a costi contenuti e alla velocità di realizzazione, un livello di servizio qualitativamente e quantitativamente comparabile con quello offerto da tramvia e ferrovia, che richiedono investimenti e tempi molto elevati.
“Il Comune di Firenze persegue, con finanziamenti propri e fondi europei, la realizzazione di infrastrutture green adeguate alla domanda dei fiorentini” ha detto l’assessore al bilancio e ai fondi europei Lorenzo Perra. “Questa amministrazione conta di completare il moderno sistema di trasporti pubblici entro questa legislatura” ha aggiunto. 

lunedì 10 aprile 2017

Busvia temporanea o alternativa alla #tramvia sulla direttrice Bagno a Ripoli?

Il sindaco Nardella parla di ipotesi allo studio, che potrebbe essere un anticipo, visto i ridotti tempi di realizzazione, alla tranvia per Bagno a Ripoli, ma se dimostrasse la sua efficienza, potrebbe essere un'opera definitiva.
Il sindaco di Bagno a Ripoli invece parla di soluzione provvisoria in vista della tranvia, che per lui rimane la scelta migliore.
L'accenno di Nardella sul sotto-attraversamento del centro con il jumbo-bus, mi sembra una cosa poco credibile.
Comunque ragionandoci un po' su, credo che questa della busvia , oltre a ridurre i costi di realizzazione, sia una scelta per ridurre l'impatto dei lavori sulla circolazione.
Però ad opera realizzata, la vedo dura rimpiazzarla con la tranvia. L'ipotesi più probabile è il transito della busvia sul percorso dei viali di circonvallazione, da Piazza della Libertà al Lungarno della Zecca. Cosa avverrà, quando sullo stesso percorso si dovrà costruire la tranvia? O l'opera dopo un paio d'anni di esercizio, viene completamente smantellata, magari recuperando i veicoli per un'altra busvia in un'altra zona, oppure si costruisce la tranvia a fianco, chiudendo in sostanza al traffico i viali. rimandando lo smantellamento al termine della realizzazione del percorso su ferro. 
Entrambe le ipotesi non sono oggettivamente praticabili. La busvia, ricordo,  non è solo una corsia preferenziale come tante altre, ma un percorso protetto analogo ad una tranvia, con sistemi per l'alimentazione elettrica dei bus, che non sono filobus, ma hanno comunque la necessità di alimentarsi (si è parlato di ricaricare eventuali batterie ad ogni fermata, oppure di un sistema di alimentazione sotterranea), se poi si vuole avvicinarsi alla portata di passeggeri della tranvia, si dovrà scegliere i bus in configurazioni superiori ai 18 metri, che in Italia, possono transitare solo, appunto, in percorsi protetti.
Vi è una terza ipotesi, che sotto sotto affiora, e sarebbe coerente con il progetto renziano di sotto-attraversamento. Si fa la busvia sui viali, servendo un pezzo importante della città metropolitana, mentre ci prendiamo il tempo per realizzare il sotto-attraversamento del centro per la tranvia, evitando il più possibile di sovrapporre le due opere, se non magari solo nella parte finale verso Bagno a Ripoli, dove, comunque si potrebbe gestire con più facilità il periodo transitorio.
A questo punto resta la busvia sui viali, che potrebbe essere sfruttata su un'altra direttrice, visto che la zona Sud Oltrarno sarà servita dalla tranvia, magari realizzando un troncone che percorre i lungarni fino a Rovezzano, smantellando quella che resta sulla direttrice Bagno a Ripoli.
In conclusione, se si realizzerà questo sistema di trasporto pubblico con i Jumbobus, o si rinuncia definitivamente alla tranvia per quella zona, o la tranvia si fa passare da un'altra parte.


Fonte foto: citytransport.info 





domenica 9 aprile 2017

Florence TV: aspettando la #tramvia: Video linea 2 girocantieri

Florence TV: aspettando la #tramvia: Video linea 3 girocantieri

Razzanelli, il nemico della #tramvia, la busvia vuole provarla subito

“Si vuole sperimentare e testare l’ipotesi di una tramvia sui viali? Benissimo anzi facciamolo domattina! Non c’è bisogno di una busvia elettrica, basta delimitare due corsie preferenziali utilizzando gli autobus già in circolazione e finalmente avremo un test sui flussi del traffico attendibile. Spendere 30 milioni di euro – afferma il consigliere comunale di Forza Italia Mario Razzanelli – per un’operazione simile solo per provare a vedere che succede ed eventualmente poi rimuoverla in favore di un’altra infrastruttura significa buttare soldi dalla finestra. Non avrebbe senso impiegare queste ingenti risorse finanziarie senza averne verificato prima i risultati. Secondo gli studi fatti al tempo del referendum sulla Tramvia – conclude Mario Razzanelli – la riduzione degli spazi sui viali al traffico veicolare avrebbe avuto effetti estremamente negativi sulla circolazione, ma una sperimentazione poco costosa è benvenuta”.

Linea 3 #tramvia: domani si asfalta P.za Vieusseux

Nell’ambito della realizzazione della linea 3 della tramvia, da lunedì 10 aprile sono in programma i lavori di asfaltatura in piazza Vieusseux. L’intervento riguarda in questa fase la pavimentazione della parte destra della piazza. Il transito verso Careggi sarà sempre possibile utilizzando la corsia a centro piazza a fianco della tramvia che, nel tratto da via Guasti a via Gianni, sarà riaperta provvisoriamente. Sarà invece chiusa la corsia della carreggiata di destra, sul lato di Lambruschini e via Vannucci. Le due strade saranno quindi senza sfondo e diventeranno a doppio senso per consentire l’accesso ai residenti e titolari di passi carrabili. Termine previsto 15 aprile. 

In attesa della #tramvia ?? una Busvia per Bagno a Ripoli

Nardella propone per Bagno a Ripoli una busvia con jumbo bus elettrici, in attesa della realizzazione della tranvia (ma poi sarebbe fatta?).

martedì 4 aprile 2017

Lavori #tramvia: passaggio di cavi in Largo Palagi

Da domani 5 aprile nell’ambito dei lavori di realizzazione della linea 3 della tramvia sono in programma le operazioni di passaggi di cavi in largo Palagi. L’intervento sarà effettuato in orario serale (dalle 19.30 alle 5) e comporterà l’istituzione di divieti di sosta a tratti e restringimenti di carreggiata in via Alderotti e largo Palagi. Sarà sempre garantito il doppio senso di marcia grazie all’utilizza della rotatoria. Termine previsto 11 aprile.

sabato 1 aprile 2017

Al via, questa sera le modifiche alla circolazione per i cantieri #tramvia in P.za Stazione

Inizieranno stasera alle 21 per concludersi nel cuore della notte le operazioni di modifica della viabilità nella zona della stazione per l’avvio dei cantieri della tramvia. 

Integrazione tariffaria #tramvia e linee bus extraurbane

Potranno utilizzare il tram da Leopolda a Stazione Santa Maria Novella con lo stesso biglietto o abbonamento dell’autobus. Sono i pendolari che arrivano a Firenze con le linee del trasporto pubblico extraurbano che, per i cantieri delle linee 2 e 3 della tramvia, hanno modificato o modificheranno da domani la parte finale dei percorsi con la collocazione dei nuovi capolinea nella zona della Stazione Leopolda. È quella che si chiama integrazione tariffaria che diventa operativa grazie all’intesa siglata tra Comune, Tram di Firenze e Gest rispettivamente quale concessionario e gestore del servizio tramviario e la Scar Ataf&Li-nea. 
Le linee del trasporto pubblico extraurbano interessate sono quelle provenienti da Lucca-Pistoia-Autostrada A1/A11 provenienti dalla direttrice via Baracca-Puccini, per le quali le modifiche scatteranno da domani, con l’arrivo dei lavori in zona stazione e via Valfonda. Per queste linee è stato predisposto il nuovo capolinea in zona Leopolda e grazie all’integrazione tariffaria potranno raggiungere Santa Maria Novella utilizzando il tram nella tratta Leopolda-Alamanni e Alamanni-Leopolda senza maggiorazione del titolo di viaggio né tanto meno comprare il biglietto del tram: sarà sufficiente il ticket o l’abbonamento della linea del trasporto pubblico extraurbano. 
“Con questa intesa, che si è concretizzata grazie al contributo economico della Regione Toscana, offriamo un’alternativa funzionale a chi utilizza le linee del trasporto pubblico extraurbano per raggiungere Firenze per motivi di studio o lavoro” sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti che ricorda come la rete oggetto di gara nel Lotto unico del Tpl regionale prevede già di localizzare nella zona della Leopolda il capolinea delle le linee del trasporto pubblico urbano 29, 30, 35 e 57 e di quelle dell’extraurbano provenienti dalle direttrici della Piana Fiorentina e del Chianti capolinea. Lo spostamento dei capolinea delle linee 29, 30 e 35 è già attivo a partire dal luglio scorso, in concomitanza dell’avvio dei cantieri in via Guido Monaco. 


venerdì 31 marzo 2017

Sondaggio GEST: 87% dei passeggeri della #tramvia sono soddisfatti del servizio

Su vari organi di stampa sono stati pubblicati i risultati del sondaggio effettuato il mese scorso da Gest sulla soddisfazione dei passeggeri.

Si riporta una sintesi:

Soddisfazione per il servizio:
87% Servizio Buono/Ottimo
11% Sufficiente

Passeggeri
13 milioni Circa di passeggeri nel 2016
45.000 passeggeri/giorno feriale
30.000 passeggeri/giorno festivo

Motivo di utilizzo:
30% recarsi a lavoro
23% recarsi a scuola
24% recarsi a fare acquisti
05% turisti

Abbonati e biglietti
41% Abbonati
43% biglietto singolo

Informazione al cliente
73% soddisfatti

Criticità segnalate:
14% Affollamento negli orari di punta
09% Necessità di maggiori controlli
10% Biglietterie automatiche guaste

Infine il 23% dei passeggeri ha dichiarato di aver rinunciato al mezzo privato per il tram.

Fonte: In Toscana





Rai Regione: servizio sulla #tramvia di oggi e di domani

Due servizi da Rai Regione sulla tranvia fiorentina.




mercoledì 29 marzo 2017

Cantieri #tramvia in P.za Stazione: quel che c'è da sapere

Nell'articolo di Repubblica al link sottostante vi sono riportate tutte le modifiche alla circolazione ed alle linee dei bus urbani ed extraurbani a partire dal 1 aprile, ora x per l'inizio lavori.

Avvio dei cantieri per la #tramvia alla Stazione: Il Comune istituisce un sistema di allerta

L’avvio dei cantieri della tramvia in zona stazione e via Valfonda si avvicina e con questo le modifiche della viabilità di accesso alla stazione e al mercato centrale. Alcuni provvedimenti sono già stati istituiti, ma la maggior parte delle variazioni scatteranno dalle 21 di venerdì 31 marzo in modo da avere in funzione fin dalle prime ore del mattino di sabato, per l’avvio del servizio del trasporto pubblico, il nuovo assetto già operativo. 
Per informare i cittadini delle novità l’Amministrazione ha predisposto due ulteriori strumenti che si aggiungono a quelli già utilizzati e attivati come comunicati stampa, infografica e video sui percorsi per stazione e mercato centrali pubblicati sulla rete civica del Comune (www.comune.fi.it) e sui canali social ufficiali (www.facebook.com/cittadifirenzeufficiale e @comunefi) e veicolati dal circuito dei 42 schermi digitali dell’Amministrazione collocati nei luoghi turistici e non come teatri, biblioteche e via dicendo. Ovvero l’Alert system alle famiglie fiorentine e la distribuzione di volantini. Per quanto riguarda l’Alert system sarà il sindaco Dario Nardella a chiamare alle famiglie fiorentina: la prima telefonata è programmata per domani sera con il bis la sera successiva. I volantini con i due itinerari sono già stati stampati in 10mila copie e sono in distribuzione sulla rete del Comune (sedi dei Quartieri, Urp, sportelli anagrafici, uffici, biblioteche, centri sociali, Infopoint Turismo in piazza Santa Maria Novella) e presso gli urp di altri enti, in primis ambulatori Asl e ospedali. Un migliaio di copie sono state inoltre consegnate alle categorie economiche (Federalberghi, Confsercenti, Consorzio Mercato Centrale associazione ambulanti di San Lorenzo) e a Firenze Parcheggi. A questi si aggiungono ulteriori 40mila copie che saranno distribuite in strada nelle zone della stazione di Santa Maria Novella, ai mercati Centrale e Sant’Ambrogio, al mercato cascine e in centro nella zona dove sono maggiormente presenti le attività commerciali. Ancora presso i centri commerciali di Novoli, Gavinana, Gignoro e in piazza Dalmazia. 
Le informazioni sono disponibili anche presso l’Infopoint tramvia al Parterre e telefonando a Linea Comune 055055.

martedì 28 marzo 2017

Ha inizio la predisposizione dei cantieri della #tramvia in P.za Stazione

Si riporta il post su Facebook dell'assessore alla mobilità Giorgetti, sull'inizio dei lavori in Piuazza Stazione e Via Valfonda.


domenica 26 marzo 2017

I lavori per le linee della #tramvia programmati per i prossimi giorni

Procedono i lavori della tramvia. Per quanto riguarda gli avanzamenti della prossima settimana relativi alla linea 2 da martedì 28 marzo prenderanno il via i lavori per la pavimentazione stradale in via di Novoli nel tratto via Vecchi-via Allori. Prevista la chiusura da via Allori a via Valdinievole. Deroghe per i veicoli diretti ai passi carrabili con accesso/uscita solo da via Valdinievole. Sempre martedì 28 marzo ma alle 21 sarà modificato l’assetto delle corsie su Ponte Mariti senza cambiamenti della viabilità. Inizierà alle 10 di venerdì 31 marzo uno scavo all'angolo tra viale Fratelli Rosselli e via Alamanni per concludere i lavori di Toscana Energia. Fino alle 6 di lunedì 3 aprile previsto un restringimento di carreggiata per la realizzazione del percorso pedonale protetto. Lo stesso provvedimento sarà replicato lunedì e martedì notte, ovvero dalle 21 di lunedì 3 alle 6 di martedì 4 aprile e dalle 21 di martedì alle 6 di mercoledì 6 aprile per terminare alcuni lavori di Publiacqua. 
Per quanto riguarda la linea 3, lunedì 27 marzo è in programma il ribaltamento del cantiere in via Corridoni, nel tratto da via Bini a via Pisacane, e in via Piscane, nel tratto da via Mazzoni e via Tabarrini. I lavori si sposteranno sull'altro lato delle due strade senza modifiche di viabilità. Sempre lunedì 27 marzo per effettuare il ripristino delle quote del piano carrabile in piazza della Costituzione sarà chiuso il tratto da via XX Settembre a via Puccinotti (fino al 30 marzo). Inoltre in orario notturno (21-5) si aggiungerà la chiusura di via dello Statuto a tratti successivi (fino al 31 marzo) per la rimozione del newjersey che sarà sostituito con la rete leggera. 
Continuano intanto gli interventi propedeutici all’istituzione della nuova viabilità di accesso alla stazione e al mercato centrale predisposta a seguito dell’avvio dei cantieri in piazza Stazione e via Valfonda. Da lunedì 27 marzo scatteranno divieti di sosta in piazza Indipendenza per la realizzazione di stalli per taxi, veicoli dei residenti Ztl e ciclomotori/motocicli. Previsto anche un restringimento di carreggiata in piazza della Stazione in corrispondenza della rotatoria fronte largo Alinari. Ancora divieti di sosta in via Fiume per istituzione di stalli per bus e veicoli residenti Ztl.

venerdì 24 marzo 2017

Rai News 24 ha realizzato un servizio sulla #tramvia fiorentina

Un servizio di Rai News 24 parla della tramvia fiorentina, dei finanziamenti europei, dei vantaggi portati dalla linea 1 e da quelli che ci si aspetta dalle nuove linee.

RaiNews24

sabato 18 marzo 2017

Le novità dei cantieri della #tramvia per la prossima settimana

Procedono i cantieri della tramvia. Nell’ambito della realizzazione della linea 3, l’intervento più rilevante per la circolazione è la realizzazione dell’acquedotto in traversata su viale Strozzi, nel tratto immediatamente prima dell’incrocio con via Valfonda, con restringimenti di carreggiata. I lavori saranno effettuati in orario notturno (22-5) a tratti e per quattro notti consecutive a partire da lunedì 20 marzo. Nella prima notte scatterà un restringimento da tre a una corsia mentre resterà una corsia per i veicoli in uscita da Montelungo; la seconda notte al restringimento di carreggiata sarà chiuso l’accesso su via Valfonda; nelle due notti successive previsti ancora restringimenti di carreggiata. L’intervento si concluderà il 25 marzo. 
Sarà effettuata sempre in orario serale-notturno per lavori ai cavi della media tensione elettrica in zona Careggi. Da lunedì 20 marzo dalle 19.30 alle 5 sono previsti divieti di sosta e restringimenti di carreggiata in via Alderotti (tra i numeri civici 5 e 97 lato numeri civici dispari) mentre in largo Palagi in corrispondenza della corsia a destra dello spartitraffico in direzione Alderotti sono previsti divieti di sosta e di transito. Sarà possibile comunque effettuare la manovra vietata in direzione via Alderotti transitando dalla rotatoria. Termine previsto 25 marzo. 
Lunedì 20 marzo sarà allestito il cantiere anche in piazza Bambine e Bambini di Beslan: scatterà il divieto di transito nella corsia di collegamento fra semicarreggiata lato IGM e corsia lato Fortezza. Previsti inoltre i primi provvedimenti propedeutici per l’istituzione della nuova viabilità collegata all’avvio dei cantieri in zona stazione e via Valfonda. Si tratta delle inversioni di senso del quadrilatero composto da via della Fortezza-via del Pratello-via Guelfa-piazza del Crocifisso. Quindi in piazza del Crocifisso sarà istituito un senso unico con circolazione rotatoria in senso orario intorno all’area di sosta al centro della piazza, dove potranno parcheggiare solo i residenti Ztl A e B. Via della Fortezza da piazza Indipendenza a via del Pratello diventa a senso unico verso piazza Indipendenza; anche via del Pratello da via della Fortezza a piazza del Crocifisso sarà a senso unico verso quest’ultima; senso unico anche in via Montanelli che da via Guelfa a via della Fortezza diventa a senso unico da via Guelfa verso piazza Indipendenza; infine sarà a senso unico anche via Guelfa da piazza del Crocifisso a via Montanelli verso quest’ultima.

Rivoluzione Stazione per cantieri della #tramvia: video ufficiale del Comune di Firenze

Dal 3 aprile avvio dei cantieri per la #tramvia in zona P.za Stazione

L'ora della verità è vicina, i cantieri più complicati, come lo saranno quelli  per l'attraversamento di Viale Belfiore e Viale F.lli Rosselli, stanno per aprire. Rivoluzione della circolazione per l'accesso in P.za Stazione. Corsie riservate e porte telematiche. I dettagli nel comunicato stampa del Comune linkato qui sotto.

martedì 14 marzo 2017

Lavori linea 2 #tramvia: da giovedì sera chiusa di notte la rotonda Forlanini

Sarà effettuata in orario notturno l'ultima fase dei getti sul Viadotto San Donato, quella sul tratto sopra la rotatoria tra viale Forlanini e via di Novoli. Per consentire le operazioni, che saranno effettuate per due notti consecutive (dalle 21 di giovedì 16 alle 6 di venerdì 17 marzo e replica la sera successiva), sarà chiusa la corsia di collegamento tra viale Redi e via di Novoli in uscita città: i veicoli provenienti da viale Forlanini dovranno quindi svoltare a destra su via di Novoli. Inoltre dalle 2 alle 5 si aggiungerà anche la chiusura di via di Novoli nel tratto da via Forlanini a via Ragghianti nella corsia in direzione uscita città. In questa fascia oraria i veicoli provenienti da viale Guidoni e diretti in via di Novoli in direzione uscita città utilizzeranno via Rastrelli-via Ragghianti o via Pertini. Di conseguenza di questa chiusura di via di Novoli, in via Forlanini scatterà un divieto di transito a partire dall’incrocio con via Rastrelli (verso via di Novoli). 
Rimarrà aperta la direttrice via di Novoli-viale Redi in ingresso città. Quindi i veicoli provenienti da viale Redi e diretti in via di Novoli (uscita città) dovranno utilizzare l’itinerario alternativo Ponte Doni-via Circondaria-viale Corsica-via del Ponte di Mezzo-via Carlo del Prete-via Forlanini oppure da viale Redi (svolta a sinistra Redi/Maragliano)-piazza Puccini-via Baracca-via Paganini. 
I mezzi provenienti da viale Guidoni e diretti in viale Redi-centro saranno indirizzati su via Pigafetta-via del Ponte di Mezzo-via Pordenone-via Circondaria-viale Corsica.
I veicoli provenienti da viale Redi, sia dal lato di via Mariti sia dal lato via Boccherini, all’incrocio con via Maragliano dovranno svoltare a sinistra, verso piazza Puccini. I percorsi alternativi saranno segnalati da numerosi cartelli.

Termine lavori #tramvia: Nardella conferma il 14/02/18

Nardella, in un intervista a Radio Toscana conferma la data del 14 febbraio 2018 come la data fissata per l'inaugurazione delle 2 linee, confidando nel recupero possibile dei ritardi della linea 2. Comunque, afferma, al netto delle penali per i costruttori, un ritardo di 2 mesi non è una tragedia.

lunedì 13 marzo 2017

Lavori #tramvia in programma questa settimana

Prosegue la realizzazione delle linee tranviarie. Ecco i lavori in programma la prossima settimana. 
Linea 2 
L’intervento più rilevante è l’ultima fase dei getti sul Viadotto San Donato. Questa volta il tratto interessato dai lavori è quello sopra la rotatoria tra viale Forlanini e via di Novoli. Per consentire le operazioni, che saranno effettuate per due notti consecutive (dalle 21 di giovedì 16 alle 6 di venerdì 17 marzo e replica la sera successiva), sarà chiusa la corsia di collegamento tra viale Redi e via di Novoli in uscita città: i veicoli provenienti da viale Forlanini dovranno quindi svoltare a destra su via di Novoli. Rimarrà aperta la direttrice via di Novoli-viale Redi in ingresso città. Quindi i veicoli provenienti da viale Redi e diretti in via di Novoli (uscita città) dovranno utilizzare l’itinerario alternativo Ponte Doni-via Circondaria-viale Corsica-via del Ponte di Mezzo-via Carlo del Prete-via Forlanini oppure da viale Redi (svolta a sinistra Redi/Maragliano)-piazza Puccini-via Baracca-via Paganini. 
I mezzi provenienti da viale Guidoni e diretti in viale Redi-centro saranno indirizzati su via Pigafetta-via del Ponte di Mezzo-via Pordenone-via Circondaria-viale Corsica. 
I veicoli provenienti da viale Redi, sia dal lato di via Mariti sia dal lato via Boccherini, all’incrocio con via Maragliano dovranno svoltare a sinistra, verso piazza Puccini. I percorsi alternativi saranno segnalati da numerosi cartelli. 
Rimanendo sulla linea 2 nell’ambito dei lavori al Palazzo Mazzoni da lunedì 13 a venerdì 17 marzo sempre in orario notturno (21-6) scatterà un restringimento di carreggiata in viale Belfiore-viale Redi (tra i due attraversamenti pedonali) a seguito della chiusura del marciapiede e la conseguente realizzazione di un percorso pedonale protetto. Da martedì 14 marzo inoltre sarà chiuso il percorso pedonale in via Alamanni all’angolo con via Diacceto lato ferrovia. Sarà realizzato un itinerario alternativo sul lato opposto. 
Linea 3 
Da giovedì 16 marzo scatterà una modifica dell’incrocio via Cinque Giornate-via dello Statuto. Si tratta di un passaggio verso la configurazione finale della viabilità prevista a tramvia in funzione. In concreto non sarà più possibile attraversare via dello Statuto in corrispondenza dell’intersezione con via delle Cinque Giornate: saranno infatti collocate le protezioni a lato dei binari. L’attraversamento sarà garantito dalla direttrice di via della Cernaia. Previsti quindi alcuni cambi dei sensi di marcia in via delle Cinque Giornate (da via dello Statuto a via XXIV Maggio verso quest’ultima strada), via XXIV Maggio (da via delle Cinque Giornate a via della Cernaia verso via della Cernaia), via della Cernaia (da via Crispi a via dello Statuto verso via Crispi).

venerdì 10 marzo 2017

Questa sera sarà modificato il cantiere della #tramvia in Viale Guidoni

Sono state effettuate in questi giorni le prove di carico e dopo gli ultimi via libera dei collaudatori, stasera a partire dalle 21 scatterà la modifica del cantiere in corrispondenza della svolta viale Guidoni-viale XI Agosto. Previsti restringimenti di carreggiata. In concreto verrà ritoccata la curva in direzione di viale XI Agosto e restituite due corsie in asse con viale degli Astronauti. La modifica il cantiere è finalizzata alla realizzazione dell’ultimo tratto di trincea tra il sottopasso ferroviario e la fermata Guidoni dove saranno collocati i binari.

Sondaggio nomi linee #tramvia: anche i cittadini si Scandicci possono partecipare

Anche i cittadini di Scandicci possono esprimere il loro parere nella consultazione promossa dal Comune di Firenze per scegliere il nome delle tre linee della tramvia. Da venerdì 10 fino a lunedì 20 marzo 2017, infatti, gli scandiccesi possono votare il nome della linea 1 Firenze Scandicci direttamente dal sito web del Comune di Scandicci, andando nella sezione Città e a seguire sul banner “Sondaggio nome tramvia”. I partecipanti al sondaggio possono scegliere tra una rosa di nomi storici: Brunelleschi, Botticelli, Vespucci, Leonardo, Dante, Galileo, Elettrice Palatina, Giotto, Masaccio, Michelangelo e Medici.

giovedì 9 marzo 2017

Cantieri linea 2 #tramvia: modifiche in viale Guidoni

Sono state effettuate in questi giorni le prove di carico e dopo gli ultimi via libera dei collaudatori, stasera a partire dalle 21 scatterà la modifica del cantiere in corrispondenza della svolta viale Guidoni-viale XI Agosto. Previsti restringimenti di carreggiata. In concreto verrà ritoccata la curva in direzione di viale XI Agosto e restituite due corsie in asse con viale degli Astronauti. La modifica il cantiere è finalizzata alla realizzazione dell’ultimo tratto di trincea tra il sottopasso ferroviario e la fermata Guidoni dove saranno collocati i binari.

lunedì 6 marzo 2017

lavori #tramvia: Dal primo aprile inizia la rivoluzione alla Stazione

Dal primo aprile parte la rivoluzione intorno alla Stazione di Santa Maria Novella. Uno slittamento di un paio di settimane sulla data prevista in precedenza. Sull'articolo della Repubblica i dettagli.

sabato 4 marzo 2017

Modifiche ai cantieri #tramvia nei prossimi giorni

Proseguono i lavori della tramvia. La prossima settimana sono in programma alcune modifiche e nuovi interventi sulla linea 3. In specifico lunedì 6 marzo è in programma il ribaltamento del cantiere in via Vittorio Emanuele II nel tratto via Alderotti-via Maestri del Lavoro. Nessun cambiamento dal punto di vista della circolazione: resta infatti una corsia veicolare con senso di marcia verso piazza Dalmazia. Sempre da lunedì, ma in orario notturno, prenderanno il via i lavori relativi a un attraversamento delle condutture delle rete fognaria in viale Strozzi. All’altezza di Villa Basilewsky scatterà un restringimento di carreggiata (resta una corsia) che sarà in vigore fino al 10 marzo in orario 21-6- Inizierà invece martedì 7 marzo la posa dei ganci a muro per i cavi della tramvia in viale Morgagni. L’intervento, che sarà effettuato con piattaforma aerea e tunnel pedonale dalle 10 alle 23, comporterà la chiusura della pista ciclabile nei tratti di volta in volta interessati.

venerdì 3 marzo 2017

Sciopero dei Cobas del 08/03: fasce di garanzia #tramvia

GEST, per lo sciopero dell'08/03/17, indetto dai COBAS, comunica le seguenti fasce di garanzia per il servizio tranviario della linea T1:

06.30-09.30 Mattino
17.00-20.00 Pomeriggio

Fonte: GEST


martedì 28 febbraio 2017

Lavori linea 2 della #tramvia: riaperto il ponte Mariti

E’ stato riaperto poco prima delle 18, con sei ore di anticipo rispetto a quanto previsto inizialmente, il Ponte Mariti nella zona di Novoli. Il Ponte era stato chiuso stamani all’alba per effettuare prove di carico nell’ambito dei lavori della linea 2 della tramvia. Nell’area da stamani sono state impegnate diverse pattuglie di vigili urbani per alleviare i disagi legati al traffico.
L’impresa ha spiegato che non è stato possibile effettuare il test di domenica per problemi organizzativi dei carici tecnici e di laboratorio.

Aggiornamento lavori #tramvia per i prossimi giorni.

Vanno avanti i lavori della tramvia. Ecco ulteriori nuovi interventi che prenderanno il via questa settimana.
Per quanto riguarda la linea 2, mercoledì 1° marzo dalle 9 prenderà il via il cantiere relativo ai sottoservizi in viale Fratelli Rosselli all’incrocio con via Alamanni. I lavori saranno effettuati sul marciapiede ma comporteranno la chiusura al transito pedonale in corrispondenza dell’attraversamento semaforizzato. Pertanto per realizzare un percorso alternativo protetto per i pedoni sarà istituito un restringimento di carreggiata (da tre a due corsie) dal numero civico 26r di viale Fratelli Rosselli a via Alamanni. Termine previsto 13 marzo.
Passando alla linea 3, da mercoledì 1° marzo verrà chiuso, per quindici giorni, il passaggio pedonale di via Palazzo Bruciato che collega via Vittorio Emanuele II e via Pisacane. I pedoni dovranno quindi utilizzare i percorsi alternativi via Vittorio Emanuele-via Tavanti-via Pisacane oppure via Pisacane-via Mazzoni-via Vittorio Emanuele.
Sempre da mercoledì 1° marzo è in programma l’avvio di uno scavo per un saggio in viale Strozzi all’altezza di via Valfonda lato Fortezza: fino alla fine del mese previsto un restringimento nella pista ciclabile con percorso in promiscuo con i pedoni.
Infine giovedì 2 marzo inizieranno i lavori per l’installazione della porta telematica a protezione della corsia riservata in piazza Stazione, lato scalette. Fino a sabato 4 marzo previsti restringimenti di carreggiata (all’occorrenza anche senso unico).

sabato 25 febbraio 2017

Cantieri #tramvia: lavori previsti per la prossima settimana

Procedono i lavori delle linee tranviarie. Per quanto riguarda la linea 2, l'intervento più importante dal punto di vista della circolazione della prossima settimana è la chiusura di Ponte Mariti. Il provvedimento, in programma martedì 28 febbraio, è necessario per effettuare le prove di carico. Il ponte sarà chiuso, anche per i pedoni, dalle 6 alle 24. I percorsi alternativi saranno segnalati da numerosi cartelli: per i veicoli provenienti da viale Guidoni in ingresso città e diretti verso via Mariti e Careggi utilizzeranno via Forlanini, via del Ponte di Mezzo, via Mariti per rientrare in piazza Dalmazia. Stesso itinerario per i veicoli provenienti da via Novoli (ingresso città). Chi arriva da viale Redi e diretti in via Mariti e verso Careggi dovranno usare il Ponte Doni, via Circondaria, via Buonsignori, via Mariti per arrivare in piazza Dalmazia. I mezzi soccorso in arrivo da Novoli e diretti a Careggi potranno utilizzare anche la corsia preferenziale di via Maragliano, svoltare su Ponte Doni per poi riprendere l’itinerario precedente. Infine i pedoni provenienti da viale Redi e diretti in via Mariti dovranno utilizzare il Ponte Doni.
Inizieranno lunedì 27 febbraio i lavori di completamento della rete fognaria in via di Novoli di fronte alla sede della Regione. Prevista la chiusura della pista ciclabile (le bici potranno transitare sul marciapiede insieme ai pedoni): in orario notturno (o in alternativa nella giornata di sabato) si aggiungerà anche un restringimento di carreggiata.
Sempre da lunedì e sempre in via di Novoli, ma in orario notturno, è in programma l’installazione delle paline semaforiche definitive. Previsti restringimenti di carreggiata puntuali in orario 21-6 in corrispondenza degli incroci con degli incroci con viale della Toscana, via Carissimi, via Caduti di Cefalonia, via Paganini e via Tacchinardi fino al 6 marzo.
Rimanendo in via di Novoli, nel tratto fra via Baracchini e via Torre degli Agli, direzione centro città, da giovedì 2 marzo il cantiere si sposterà nella corsia lato tram e sarà quindi aperta sarà aperta quella lato edifici.
Da lunedì 27 febbraio per l’avanzamento dei cantieri in via Guido Monaco sarà chiuso il marciapiede lato numeri civici pari tra viale Belfiore e via Cittadella e lato numeri civici dispari tra via Cittadella e via Peri.
Passando alla linea 3, da lunedì 27 febbraio in orario notturno saranno effettuati i lavori per un allaccio in fognatura in via Vittorio Emanuele II. Il tratto da via Bini a piazza Dalmazia sarà chiuso dalle 01.30 alle 05.30 (deroga per mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili situati nell'area interdetta). I veicoli diretti verso viale Morgagni utilizzeranno via Maestri del Lavoro e via Cocchi; i mezzi diretti invece in piazza Dalmazia passeranno da via Maestri del Lavoro, via Cocchi, via Cesalpino, via Segato, via Dino del Garbo. Termine previsto 1 marzo.

mercoledì 22 febbraio 2017

Linea 2 #tramvia: Inizierà stasera il montaggio del ponteggio al Palazzo Mazzoni

Inizierà stasera il montaggio del ponteggio al Palazzo Mazzoni. Le operazioni saranno effettuate sul marciapiede con la chiusura del tratto dall'attraversamento pedonale su viale Belfiore dopo il sottopasso ferroviario a quello in viale Redi (altezza numero civico 3) lato Palazzo Mazzoni. Per predisporre un percorso pedonale alternativo sarà istituito un restringimento di carreggiata nel tratto interessato. In orario diurno sarà ripristinata la normale viabilità. Le operazioni di montaggio si concluderanno domenica 26 febbraio.

lunedì 20 febbraio 2017

Sospeso conducente #tramvia T1: botta e risposta tra sindacati e Gest

Una vicenda ancora tutta da chiarire. I sindacati affermano che un conducente della tranvia è stato sospeso perché si è prodigato nell'aiutare un passeggero che aveva avuto un malore, mentre GEST, afferma che il conducente è stato sanzionato per un'operatività che ha creato problemi sull'intera rete, mentre l'episodio del soccorso al passeggero ha visto protagonista un altro conducente un'ora e mezzo prima dell'anomalia che ha portato alla sanzione disciplinare e non è correlato ad essa.

sabato 18 febbraio 2017

#tramvia: lavori notturni lungo i cantieri delle linee 2 e 3

A partire dalla prossima settimana prenderanno il via alcuni lavori in orario notturno sulle strade cittadine legati alla realizzazione delle nuove linee tramviarie che comporteranno alcune modifiche alla circolazione. 
Da lunedì 20 a martedì 28 febbraio infatti, dalle 21 alle 6, per la realizzazione delle traversate dei sottoservizi in viale Belfiore ci saranno dei restringimenti di carreggiata dall’intersezione con via Benedetto Marcello all’intersezione con via Guido Monaco in direzione Porta al Prato. 
Nelle notti del 21 e 22 febbraio dalle 21 all’1 di notte inoltre, in viale Battista Morgagni ci saranno restringimenti di carreggiata con senso unico alternato da movieri per la posa dei pali tramviari nel tratto compreso fra il civico 21r al civico 1 vicino a piazza Dalmazia. Sarà comunque garantito il passaggio per i mezzi di soccorso in emergenza. A partire da lunedì 27 febbraio e fino al 23 marzo, sempre in orario notturno compreso fra le 21 e le 6 della notte, ci saranno dei restringimenti di carreggiata in via di Novoli per la posa di pali semaforici. I restringimenti riguarderanno entrambe le direttrici negli incroci di via di Novoli con viale della Toscana, via Cefalonia, via Carissimi, via Paganini e via de’ Tacchinardi. Dal 27 febbraio al 1 marzo lavori notturni anche in via Vittorio Emanuele II che sarà chiusa dalle 1.30 alle 5.30 per lavori di risoluzione interferenze sottoservizi Enel. Gli interventi comporteranno la chiusura del tratto compreso fra via Bini e piazza Dalmazia e la deviazione del traffico in via Maestri del Lavoro e in via Bini. 
Dal 28 febbraio al 2 marzo infine, sempre in orario notturno compreso fra le 22 e le 5, si svolgerà il proseguo dei lavori di ripristino della carreggiata in via Bini e in via di Rifredi. L’asfaltatura di queste strade comporterà la chiusura a tratti delle due vie. Il traffico verrà deviato in via Corridoni. 

venerdì 17 febbraio 2017

La #tramvia aiuta a respirare meglio. A Scandicci e Q4 abbattute le polveri sottili

Il Corriere Fiorentino torna sui dati diffusi da Lega Ambiente sull'abbattimento dell'inquinamento nelle zone attraversate dalla tranvia con la parallela diminuzione del traffico privato.
Fonte: ARPAT

giovedì 16 febbraio 2017

Legambiente: "la linea 1 della #tramvia è stata per il Quartiere 4 un cambiamento epocale"

Questo è quanto dichiarato il presidente di Legambiente Toscana, Fausto Ferruzza, alla pubblicazione sul rapporto sullo stato dell'aria in Toscana.

Linea 2 #tramvia: il Comune ribadisce alle imprese che non è accettabile alcun ritardo

L'assessore Giorgetti, in un incontro con le imprese impegnate nella realizzazione della linea 2, ha ribadito che il Comune si aspetta la conclusione dei lavori compatibile con l'avvio del servizio previsto per il 14 febbraio 2018. Il Comune darà il proprio supporto, ma le imprese dovranno rispettare gli impegni presi nella stesura dell'ultimo cronoprogramma.

martedì 14 febbraio 2017

Un grande successo di una metro #tramvia all'estero: Metro do Porto - Portogallo

La metro-tranvia di Porto, in Portogallo ha raggiunto i 58 milioni di passeggeri l'anno. Un grande successo annunciato sulla propria pagina Facebook.
La tranvia di Porto non è lontanamente paragonabile a quella di Firenze;
67 KM di estensione, 6 linee, 80 fermate. (Fonte Wikipedia).
L'attuale tranvia fiorentina si compone di 7,5 KM di estensione, 1 linea e 14 fermate.
Una cosa che però dovrebbe far riflettere è la seguente: la tranvia fiorentina oggi poco più di un decimo dell'estensione di quella di Porto ha una portata di passeggeri (13 milioni annui nel 2015 - Fonte Comune di Firenze) di quasi un quarto. A dimostrare la potenzialità di questa infrastruttura nell'area fiorentina verranno i dati dei passeggeri annui con le altre due linee operative. Le stime del Comune sono di 30 milioni di passeggeri l'anno. Io credo invece che avremo delle sorprese.


Immagini dai cantieri della #tramvia

Dalla pagina Facebook dell'assessore Giorgetti alcune immagini dai cantieri della tranvia.
Via Guido Monaco, Via Alamanni e Viale Morgagni.



Buon compleanno #tramvia da Gest

Anche Gest fa gli auguri di buon compleanno alla tranvia con questo video pubblicato sulla pagina Facebook di Gest.



Buon compleanno #tramvia T1

Oggi la linea 1 compie 7 anni, ma questa data, il 14 febbraio, ha assunto un significato simbolico anche per i lavori in corso. Più volte il Sindaco e l'amministrazione comunale hanno indicato questo giorno, del 2018, come tempo massimo per l'entrata in servizio del sistema integrato della vecchia con le nuove linee. 
I lavori stanno andando senza dubbio avanti, ma i 365 giorni che mancano sembrano veramente pochi, al netto di accelerazioni inimmaginabili, per concludere le linee ed effettuare il periodo obbligatorio di pre-esercizio.
Sono certo, anche per il solo motivo di averci messo la faccia, che Nardella farà di tutto per inaugurare il nuovo servizio entro S. Valentino del prossimo anno, ma la strada, a mio modesto parere è veramente in salita, vista anche la posizione di Tram SpA che recentemente ha dichiarato un ritardo di 2 mesi sulla linea 2.

domenica 12 febbraio 2017

Cantieri #tramvia: le novità per la prossima settimana

Procedono i cantieri della tramvia. La prossima settimana sono in programma, oltre alla prosecuzione dei lavori in corso, anche alcuni nuovi interventi. Per quanto riguarda la linea 2, da lunedì 13 febbraio inizieranno i lavori di sistemazione urbanistica in via Gordigiani con divieti di sosta e restringimenti di carreggiata a tratti.
Sempre da lunedì 13 febbraio dalle 10 prenderanno il via i lavori per il completamento della sede tranviaria della linea 3 in piazza Leopoldo: l’intervento interesserà il lato nord della piazza mentre il lato sud sarà utilizzato per la viabilità alternativa. I veicoli in transito verso Careggi bypasseranno il tratto chiuso transitando su via Vannucci e via Fabbroni (che diventa a senso unico da via Vannucci a piazza Leopoldo) rientrando su piazza Leopoldo. Previsto il doppio senso nell’anello rotatorio nel tratto via Ricci-via Galluzzi e il senso unico tra via Fabbroni e via Ricci verso quest’ultima strada. Da mercoledì 15 febbraio è in programma una serie di sondaggi per la caratterizzazione delle terre di scavo propedeutica all’avvio dei cantieri in zona stazione. I sondaggi saranno effettuati in via del Pratello nell’area di parcheggio in corrispondenza dell’incrocio con viale Strozzi e via Ridolfi, in largo Pratello Orsini nel tratto dal numero civico 1 a 10 metri in direzione viale Rosselli/viale Strozzi, piazza Adua in corrispondenza del parcheggio per gli scooter, in piazza della Stazione in corrispondenza dell’aiuola spartitraffico tra piazza dell’Unità Italiana e largo Alinari. Previsti divieti di sosta (nel caso di piazza Stazione anche restringimenti di carreggiata) fino al 17 febbraio.

venerdì 10 febbraio 2017

Lavori #tramvia zona Stazione SMN: Mappa nuovo assetto circolazione


Fonte: Comune di Firenze

Nardella: Completare le linee 2 e 3 della #tramvia entro il 14/02/18? Dobbiamo farcela

Dopo il battibecco con Fabrizio Bartaloni di Tram SpA, il Sindaco ritorna sull'eventuale ritardo di 2 mesi della linea 2, confermando che il Comune farà tutti gli sforzi necessari per costringere le aziende coinvolte a rispettare i tempi stabiliti negli accordi di questa estate.

Lavori #tramvia in Via Valfonda: presentata la nuova circolazione in area SMN

Prenderanno il via nella prima metà di marzo gli ultimi cantieri della linea 3 in via Valfonda e nella zona della stazione. Si tratta della realizzazione dei binari in piazza Bambine e Bambini di Beslan, via Valfonda fino alla stazione dove la linea 3 si ricollegherà con i binari della linea 1. I lavori prima riguarderanno i sottoservizi, poi la realizzazione della sede tranviaria e comporteranno, tra l’altro, la chiusura di una corsia in via Valfonda e quindi la riorganizzazione della viabilità nella zona. Oggi il nuovo assetto è stato presentato dall’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e dai tecnici della Direzione Mobilità. Un nuovo assetto che si basa su due capisaldi, affinati nel corso delle analisi e approfondimenti effettuati dagli uffici: via Valfonda sarà utilizzata in uscita, via Nazionale in entrata all’area della stazione ma con una divisione dei flussi in ingresso. Via Nazionale sarà dedicata in particolar modo ai mezzi pubblici, i mezzi privati saranno indirizzati su itinerari che sfrutteranno la viabilità secondaria a destra e sinistra della strada a seconda della destinazione finale: a sinistra per chi è diretto al mercato centrale, a destra per chi invece è diretto verso la stazione. 
“Il nostro obiettivo è di scoraggiare il transito dall’area della stazione a chi veramente la necessità – sottolinea l’assessore Giorgetti –. Per questo sarà interdetto il transito di attraversamento, ovvero quelli dei mezzi che utilizzano in nodo stazione per raggiungere soprattutto l’Oltrarno, con la porta telematica che sarà installata in piazza della Stazione all’altezza delle scalette. Inoltre grazie al cambio di senso dell’ultimo tratto di via Santa Caterina d’Alessandria da via XXVII Aprile verso i viali e all’istituzione della nuova porta telematica in via Nazionale all’altezza di via Guelfa, sarà possibile ridurre drasticamente i veicoli privati in transito in via Nazionale”. 
Il nuovo assetto della viabilità scatterà, contestualmente con l’avvio dei primi cantieri, tra la prima e la seconda settimana di marzo. 
“Ma stiamo lavorando per anticipare alcuni provvedimenti già da febbraio, in modo da introdurre le modifiche gradualmente e dare modo ai cittadini di prendere confidenza con le novità. Inoltre – continua l’assessore Giorgetti – con l’avanzamento dei lavori, e in particolar modo tra 3-4 mesi quando saranno ultimati gli interventi sui sottoservizi, verificheremo la possibilità di attuare aggiustamenti”. “Queste modifiche saranno in vigore per la durata dei cantieri, un anno circa – precisa l’assessore –. Poi saranno ripristinate le viabilità e le aree pedonali. Nell’occasione sarà riorganizzata la ztl protetta da porte telematiche”. 
In dettaglio, i veicoli in transito su via Santa Caterina d’Alessandria provenienti dai viali non potranno proseguire fino a via Nazionale (sarà infatti invertito il senso di marcia nell’ultimo tratto) ma avranno a disposizione due itinerari rispettivamente per il mercato centrale e per la stazione (Kiss&ride e parcheggio) segnalati con apposita cartellonistica. 
I veicoli diretti al mercato centrale svolteranno a sinistra in via Bartolommei per rientrare in via San Zanobi e proseguire in via Panicale-via Taddea. L’uscita dal mercato sarà da via Chiara-via Nazionale-via Fiume-piazza Adua-via Valfonda.
I veicoli diretti alla stazione e al parcheggio della stazione svolteranno a destra in piazza Indipendenza fino all’incrocio con via Dolfi, poi svoltano a sinistra sulla piazza, costeggiano gli edifici fino all’incrocio con via Ridolfi (incrocio semaforizzato), proseguono in piazza Indipendenza fino a via della Fortezza, rientrano in via del Pratello dove transitano fino a piazza del Crocifisso, proseguono in via Faenza-via Cennini per arrivare in piazza Adua. Da qui accedono al kiss&ride delle Fs (prospiciente alla Palazzina Reale) dove possono sostare gratuitamente per 15 minuti e all’ingresso del parcheggio della stazione utilizzando la corsia interna lato stazione. I veicoli in uscita dal parcheggio della stazione non potranno usare la rotatoria ma dovranno salire sulla rampa dell’ex kiss&ride (biglietteria), riprendere la corsia interna lato ex pensilina e riuscire da via Valfonda. 
L’itinerario per la stazione/parcheggio stazione è accessibile per chi proviene dal viale Strozzi e da via Dolfi con rientro su piazza Indipendenza. 
Per istituire la nuova viabilità sono stati predisposti una serie di provvedimenti. Prima di tutto la riapertura al transito di piazza Indipendenza su tre lati (da via Santa Caterina d’Alessandria in direzione di via Dolfi, dall’incrocio con via Dolfi all’incrocio con via della Fortezza, dall’ incrocio con via della Fortezza a via Nazionale verso quest’ultima). Poi il cambio di senso di un tratto di via Santa Caterina d’Alessandria dall’incrocio con via XXVII Aprile a piazza Indipendenza: la strada diventerà quindi convergente. Ancora l’installazione di due nuove porte telematiche: la prima in corrispondenza delle scalette in piazza Stazione a protezione della corsia riservata al trasporto pubblico e autorizzati (ztl A e B) già istituita; la seconda all’angolo tra via Nazionale e via Guelfa angolo via Nazionale per tutelare la corsia riservata al trasporto pubblico e autorizzati (tra cui ztl A e B) di prossima istituzione. Sarà inoltre spostata la porta telematica che adesso si trova all’inizio di via XXVII Aprile: la nuova collocazione sarà tra via XXVII Aprile e via San Zanobi. 
Per realizzare la nuova viabilità si prevedono alcuni ripristini dei manti e vari cambi di senso nelle strade interessate dai percorsi per stazione/parcheggio e mercato. Ecco i principali. 
Via Guelfa: da incrocio con via Montanelli a via Nazionale cambio di senso verso quest’ultima. Via Montanelli: inversione di senso (verso piazza Indipendenza). Via Fiume: inversione di senso (verso piazza Adua). Via Faenza (da piazzetta del Crocifisso a via Cennini): inversione di senso verso via Cennini.Via Cennini (da via Faenza a piazza Adua): inversione di senso verso piazza Adua. Via San Zanobi: da via delle Ruote a via XXVII Aprile verso quest’ultima.

giovedì 9 febbraio 2017

Ritardi sulla linea 2 #tramvia: Resoconto alterco tra Sindaco e Bartaloni, pres. Tram SpA.

Nel comunicato dell'agenzia Impress il resoconto dell'alterco tra Nardella e il presidente di Tram SpA Fabrizio Bartaloni, avvenuto ieri durante il sopralluogo nei cantieri della tranvia alla Fortezza.
Il sindaco non accetta l'annuncio di ritardo di 2 mesi fatto da Bartaloni ai giornalisti e minaccia il blocco dei finanziamenti.

Resoconto del sopralluogo di Nardella al cantiere #tramvia del sottopasso Strozzi-Strozzi

Stanno procedendo alacremente i lavori per la realizzazione del sottopasso Strozzi-Strozzi. Questa mattina il sindaco Dario Nardella ha effettuato, con l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, un sopralluogo al cantiere. L’opera, gemella del tunnel Milton-Strozzi aperto al transito l’8 dicembre, consentirà ai veicoli privati provenienti dalla direttrice Fratelli Rosselli-Strozzi e da viale Lavagnini di sottoattraversare i binari della linea 3 tra Ponte di Statuto e piazza Bambini e Bambine di Belsan da dove raggiungeranno la stazione di Santa Maria Novella. I veicoli riemergeranno all’altezza dell’uscita del sottopasso Milton-Strozzi e la zona sovrastante, liberata dal traffico, sarà oggetto di una importante sistemazione urbanistica: diventerà una grande area verde che ospiterà anche la fermata della tramvia intitolata a Oriana Fallaci e che sarà completata, sul lato di viale Milton, da un parcheggio. Questi lavori dovrebbero terminare a fine estate. 
“L’opera sta andando avanti come da programma e l’obiettivo di terminare il secondo tunnel entro fine maggio è alla nostra portata – ha sottolineato il sindaco Nardella –. In questo modo completeremo tutta la viabilità intorno alla Fortezza. Si tratta di un passo in avanti importante verso il completamento delle due linee della tramvia, l’opera infrastrutturale più impegnativa in città degli ultimi 20 anni”. Sui tempi il sindaco ha aggiunto: “Aspettiamo di avere gli aggiornamenti sul completamento della linea 3, ma dall’ultima riunione che si è svolta questa settimana è emerso che i cantieri stanno rispettando il crono programma: quindi terminare i lavori entro fine anno per attivare la linea a febbraio. La prossima settimana è previsto un incontro sulla linea 2. Intanto – ha sottolineato il sindaco Nardella – abbiamo sbloccato il nodo dei pagamenti per le ditte appaltratritici e subappaltatrici. Non dobbiamo dimenticare che opere come la tramvia si traducono in commesse e posti di lavori per le aziende del territorio”. 
Per realizzare il tunnel Strozzi-Strozzi come già per il gemello Milton-Strozzi sono stati infissi nel terreno esistente 3.000 pali costituenti lo scheletro della struttura: 2.400 non armati, nella larghezza della carreggiata, in contrasto all’eventuale risalita della falda e 600 armati, laterali, che fungono da supporto contro le spinte del terreno. La lunghezza del sottopasso è di 320 metri. La struttura è completata: mancano le rifiniture, i rivestimenti (che per le pareti saranno in pietra di Santa Fiora) e gli impianti. 

mercoledì 8 febbraio 2017

Nuove linee #tramvia il 14 febbraio 18? Bartaloni (tram spa) dice la 2 no

Bartaloni, presidente della Tram Spa dice che la linea 2 è in ritardo 2 mesi e che non centrerà il traguardo del 14 febbraio 18. La dichiarazione irrita Nardella.

Inaugurata l'estensione del parcheggio scambiatore #tramvia a Villa Costanza

Il Sindaco di Scandicci ha inaugurato l'estensione del parcheggio pubblico scambiatore presso il capolinea T1 di Villa Costanza.
Entro breve sarà inaugurato anche il parcheggio scambiatore autostradale, che sarà il primo in Italia.
Ecco quanto pubblicato dal Sindaco Sandro Fallani sulla sua pagina Facebook.


Visita del Sindaco al cantiere #tramvia alla Fortezza

E' in corso la visita con diretta su Facebook di Nardella al cantiere del sottopasso Strozzi-Strozzi.
Annunciato dal Sindaco e dai tecnici dell'impresa costruttrice, l'apertura del secondo sottopasso entro il 31/05/2017 con il ripristino completo della circolazione nella zona.
L'urbanizzazione e le aree verdi a contorno saranno completate entro l'estate.


Un'analisi critica sull'integrazione Stazione TAV - #tramvia - stazione bus

Nell'articolo sottostante è analizzata criticamente la nuova ipotesi di stazione TAV, con annessa stazione bus extraurbani e turistici,  collegata a SMN con la linea 2 della tranvia.

domenica 5 febbraio 2017

I prossimi interventi nei cantieri della #tramvia con le modifiche alla circolazione

Avanzano i cantieri della tramvia. La prossima settimana sono in programma, oltre alla prosecuzione dei lavori in corso, anche alcuni nuovi interventi. Per quanto riguarda la linea 2, da lunedì 6 febbraio inizieranno i lavori di sistemazione urbanistica in via Gordigiani con divieti di sosta e restringimenti di carreggiata a tratti. Sempre da lunedì 6 febbraio inizieranno i lavori per realizzare la sede tranviaria nell’area dell’incrocio via dello Statuto-via XX Settembre-piazza della Costituzione. Si tratta del tratto mancante dei binari tra via dello Statuto e il ponte dello Statuto. Per la predisposizione del cantiere a partire dalle 10 sarà istituito il senso unico sulla direttrice da via XXIV Maggio verso il ponte provvisorio (via Crispi) da dove la strada è già a senso unico in direzione Ponte Rosso. I veicoli provenienti da viale Lavagnini e diretti in via dello Statuto potranno utilizzare la corsia di superficie viale Milton-ponte dello Statuto. I mezzi provenienti dal ponte provvisorio e diretti via dello Statuto dovranno utilizzare l'itinerario via Crispi-via Puccinotti mentre quelli diretti verso il Romito  da via Crispi continueranno su viale dei Cadorna.
Sempre da lunedì per la costruzione dei plinti per la trazione elettrica sono previsti divieti di sosta e restringimenti di carreggiata in viale Morgagni nei tratti dal numero civico 67D a 30 metri dopo verso piazza Dalmazia e dal numero civico 48C a 50 metri dopo verso largo Gennarelli (lato numeri civici pari).
La settimana successiva, da lunedì 13 febbraio, sarà la volta del completamento della sede tranviaria in piazza Leopoldo: i lavori interesseranno il lato nord della piazza mentre il lato sud sarà utilizzato per la viabilità alternativa. I veicoli in transito verso Careggi bypasseranno il tratto chiuso transitando su via Vannucci e via Fabbroni rientrando su piazza Leopoldo. Previsto il doppio senso nell’anello rotatorio nel tratto via Ricci-via Galluzzi e il senso unico tra via Fabbroni e via Ricci verso quest’ultima strada.

mercoledì 1 febbraio 2017

Stazione TAV:3000 passeggeri/giorno, ma 20000 dai bus: #tramvia T2 insufficiente?

Nell'incontro tra Comune, Regione, Governo e RTI, tenutosi a Roma, è uscito che la nuova Stazione Foster di via Circondaria, riceverà solo 3000 passeggeri al giorno, in quanto il grosso del traffico AV rimarrà su Santa Maria Novella. La stazione Foster diverrà, in alternativa al progetto iniziale, la stazione autobus extraurbani, turistici e in parte anche cittadini. In tutto tra treno e bus, saranno 23000, passeggeri al giorno. Siamo certi che la linea 2 sia in grado di reggere tutto l'afflusso? E' vero che la  la tranvia ha una portata di oltre 3000 passeggeri l'ora, però, si presume che il tram arrivi affollato alla fermata TAV (come arriva affollato, per esempio la T1, alla fermata Leopolda). Sarà in grado di ricevere tutti coloro che vorranno avvicinarsi al centro. Siamo certi nell'escludere la necessità di un People Mover verso SMN?
Per il trasporto pubblico questa scelta comunque è una brutta notizia. Se il traffico AV rimarrà su SMN, la ventilata ipotesi di integrare la tranvia con i treni urbani, grazie ai binari di superficie liberati dalla AV, diviene del tutto aleatoria.
Nell'articolo della Repubblica, una sintesi del dibattito avvenuto in Consiglio Comunale sull'argomento.
Nessuno, mi sembra di capire, ha colto la novità sulla rinuncia ai treni urbani.