domenica 31 dicembre 2017

venerdì 29 dicembre 2017

Linea 1 #tramvia #tramviaFi ogni 9 minuti per la notte di Capodanno @TramviaGest

Al link http://www.gestramvia.com/orari sono riportati gli orari del servizio tranviario. Come di consueto, anche per il prossimo Capodanno verrà garantito il servizio per l'intera nottata con un tram ogni 9 minuti. 

venerdì 22 dicembre 2017

Pronti i nuovi 29 tram per le linee 2 e 3 della #tramvia #tramviaFi

Il sindaco di Firenze, Nardella, in visita a Gest, dove l'AD Laugaa ha mostrato i nuovi veicoli che entreranno in esercizio sulle nuove linee. In addestramento i nuovi conducenti.
Fonte: La Repubblica Firenze
 

giovedì 21 dicembre 2017

Sindaco: 2018 sarà l'anno delle nuove linee della #tramvia #tramviaFi

Salvo eventi straordinari come il ritrovamento di uno scheletro di dinosauro, a primavera saranno inaugurate le due nuove linee della tranvia e presto inizieranno i lavori per la linea 4 e per il prolungamento della linea 2 verso il polo scientifico di Sesto F. Più o meno questo è quanto dichiarato da Nardella durante il consueto incontro di fine anno con la stampa.

martedì 19 dicembre 2017

Linea 3 #tramvia #tramviaFi: a gennaio inizieranno i test con i Sirio in V.le Molrgagni

Il coordinamento lavori della tranvia ha deciso di iniziare le prove dei Sirio sulla linea 3, nel tratto di Viale Morgagni a partire dal mese di gennaio.

Parcheggio A1 - #tramvia di villa Costanza: Raddoppiata in 6 mesi la media giornaliera di soste. #tramviaFi

Una media di 160 presenze giornaliere, praticamente raddoppiate in circa sei mesi. I dati sono emersi durante l'incontro di aggiornamento sullo sviluppo del parcheggio scambiatore di Villa Costanza, il primo “Drive and Tramway” d’Italia, grazie al quale si può lasciare l’auto in sosta senza uscire dall’Autostrada, salire in tramvia e raggiungere il centro di Firenze in pochi minuti. Erano presenti il Sindaco di Scandicci Sandro Fallani, che è anche consigliere delegato allo Sviluppo economico della Città Metropolitana di Firenze, e i tecnici del Comune di Firenze, con Società Autostrade, Gest, Ministero dei Trasporti, Baltour e Cfti. A settembre, al primo incontro, gli stessi soggetti avevano stabilito alcuni obiettivi per promuovere e migliorare la fruibilità del parcheggio scambiatore. E' stata fatta campagna pubblicitaria via web ed è stato individuato e perseguito uno spazio di fidelizzazione dei clienti, grazie al quale si è deciso di abbassare le tariffe, anche del 50 per cento: gratis i primi 30 minuti. Abbonamenti: una settimana 20 euro, un mese 40, un anno 200.

In corrispondenza dell'aumento dei clienti si è registrato da luglio ad oggi il raddoppio delle frequenze e degli incassi. "Di fatto - spiega Sandro Fallani - una crescita graduale ma costante delle presenze". I clienti apprezzano e utilizzano anche lo spazio del bar ristorante.
"I risultati sono soddisfacenti - sottolinea Stefano Giorgetti, assessore ai Trasporti del Comune di Firenze - Le punte di presenza più alte sono state durante l'Estate Fiorentina, la Fiera di Scandicci e il Ponte dell'Immacolata. Compiuto anche un nuovo passo: l'introduzione di una tariffa per i camper solo per la sosta".

Nel frattempo Società Autostrade ha diffuso un filmato sul parcheggio scambiatore nelle 200 aree di servizio, sulla sua homepage e nel servizio "Pianifica il tuo viaggio", con la specifica che i primi 30 minuti di sosta sono gratuiti. Sarà introdotta una nuova infografica a mille metri, 750 metri e 250 metri dall'arrivo al parcheggio e, in autostrada, a 30 e 50 km. "Stiamo lavorando con il Comune di Firenze - continua Fallani - per allestire gli spazi per gli autobus di lunga percorrenza con l'indicazione di Villa Costanza".

sabato 9 dicembre 2017

Novità e modifiche alla circolazione per i lavori per la #tramvia #tramviaFi

Proseguono anche la prossima settimana i lavori della tramvia. Per alcuni lavori relativi alla rete di distribuzione del gas da lunedì 11 a giovedì 14 dicembre in orario notturno (21-5.30) sarà chiusa via Valfonda. I veicoli provenienti da piazza Adua in uscita dalla Stazione dovranno utilizzare il percorso alternativo via Santa Caterina da Siena-via della Scala. 
Passando alla zona di viale Morgagni-piazza Dalmazia, la prossima settimana entrano nel vivo i lavori di posa e tesatura della linea di contatto. Nei giorni scorsi hanno preso il via le operazioni propedeutiche con chiusure puntuali e per un tempo limitato all’intervento della pista ciclabile da largo Brambilla a piazza Dalmazia (fino al 20 dicembre). Dal 15 dicembre poi sarà effettuata la posa e la tesatura vera e propria. Le operazioni verranno eseguite in orario pomeridiano (15-19) con chiusure momentanee con la presenza della Polizia Municipale in viale Morgagni agli incroci semaforizzati di via Cesalpino e via Dino del Garbo nella porzione di cantiere della tramvia in attraversamento. Stesso provvedimento anche in largo Brambilla all’incrocio semaforizzato con Via Caccini/viale Morgagni nella porzione di cantiere della tramvia in attraversamento. 
Sono invece state programmate in orario notturno le operazioni nel primo tratto di viale Morgagni (da piazza Dalmazia a via Santo Stefano in Pane) e in piazza Dalmazia. Nelle notti di lunedì 11, venerdì 15 e sabato 16 dicembre in orario 21-5.30, per un massimo di tre ore, in viale Morgagni sarà revocata la corsia di emergenza da piazza Dalmazia a via Santo Stefano in Pane. Stesso provvedimento anche in piazza Dalmazia (lato fra i numeri civici 52R e 46R) nella corsia di emergenza mentre sarà chiusa la corsia veicolare tra il numero civico 46R e via Vittorio Emanuele II. Chiusura anche in via Corridoni dal numero civico 52R e via Bini. Deroghe per mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili. I veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani/via Mariti e diretti a Careggi dovranno utilizzare la corsia delle ambulanze a sinistra del cantiere secondo il senso di marcia. I veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani è diretti in via Corridoni useranno il percorso alternativo via di Rifredi-via Bini.

giovedì 7 dicembre 2017

Giorgetti rilancia: nel 2021 la #tramvia a piazza S. Marco - #tramviaFi

L'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti parla del nuovo ramo della tranvia, che dalla Fortezza (la diramazione si può già vedere) transitando per Viale S. Lavagnini e Piazza della Libertà raggiungerà Piazza S. Marco, transitando per Via Cavour e tornando indietro per Via La Marmora.
I lavori inizieranno nel 2019.

I lavori per la #tramvia #tramviaFi non finiranno il 14 febbraio? @darionardella

"La fine dei lavori viene confermata per fine febbraio. Dopo seguiranno collaudi e preesercizio."

Questa è la dichiarazione del Sindaco, riportate anche nel precedente post, sembra slittare di altri 15 giorni la chiusura dei cantieri. Infatti non si parla più di tale data, in precedenza rappresentata come feticcio, prima per l'entrata in esercizio, poi per la chiusura dei cantieri, ma genericamente di fine febbraio.  Non mi scandalizza un altro po' di ritardo, i lavori sono imponenti, forse sarebbe stato meglio evitare la parola "confermata".

Lavori #tramvia # tramviaFi: gli operai nei cantieri anche per il periodo natalizio

Gli operai saranno al lavoro sui cantieri della tramvia per tutte le feste di Natale, tranne i giorni 25 e 26 dicembre, 31 e 1 gennaio. Lo hanno annunciato i responsabili delle aziende coinvolte nelle lavorazioni delle linee 2 e 3, che oggi sono stati convocati dal sindaco Dario Nardella insieme all’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e ai tecnici e dirigenti comunali per un'ultima riunione prima del Natale.
“Vediamo positivamente che finalmente i cantieri hanno cambiato ritmo – ha dichiarato il sindaco Nardella -. Adesso è il momento dell’ultimo sforzo per chiudere i cantieri e iniziare la fase dei collaudi e del preesercizio. Confido nella responsabilità di tutti per la spinta finale di quello che è il sistema tramviario più importante d’Italia”.
La fine dei lavori viene confermata per fine febbraio. Dopo seguiranno collaudi e preesercizio.
Il sindaco ha annunciato che il 21 dicembre sarà effettuato un sopralluogo con Hitachi per vedere i nuovi tram già allestiti. Nardella ha sottolineato anche l’importanza di finire in tempo gli interventi di sistemazione urbana lungo i tracciati.

martedì 5 dicembre 2017

Lavori #tramvia #tramviaFi: Interruzione acqua in v. P. Bruciato il giorno 11/12

Publiacqua comunica:

Dalle ore 8.00 di lunedì 11 dicembre, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua in via del Palazzo Bruciato.

Informiamo i cittadini del Comune di Firenze che, causa lavori sulla rete idrica inerenti il cantiere tramvia, dalle ore 8.00 di lunedì 11 dicembre, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua alle in via del Palazzo Bruciato. Abbassamenti di pressione potranno verificarsi ai piani alti delle vie limitrofe. La situazione andrà normalizzandosi nel corso della serata. 

Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo lavoro potrà creare loro.

05/12/2017 15.27
Publiacqua spa

domenica 3 dicembre 2017

Novità e modifiche alla circolazione per i lavori per la #tramvia #tramviaFi

Proseguono i lavori della tramvia. 
Per quanto riguarda la linea 2, saranno effettuati di notte, in orario 22-6, i lavori di getto e scarico delle rotaie. Si inizia nelle due notti tra lunedì 4 e mercoledì 6 dicembre in via Gordigiani con un restringimento all’incrocio con via Circondaria. in via di Novoli. Nella notte successiva, tra mercoledì 6 e giovedì 7 dicembre, sarà la volta di via di Novoli: sarà chiuso il tratto da via Lippi e Macia a via Valdinievole. Bis nella notte tra lunedì 11 e martedì 12 dicembre. Infine stesso provvedimento nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 dicembre in via di Novoli da via Torre degli Agli a via Lippi e Macia. 
Passando alla linea 3, la prossima settimana sono in programma due interventi. Il primo è relativo allo spostamento dei sottoservizi telefonici in via Morgagni, via Bini, via Mazzoni, via Vittorio Emanuele II e via Tavanti. Per quanto riguarda i provvedimenti da lunedì 4 dicembre sarà chiusa la pista ciclabile di viale Morgagni da via Cocchi al numero civico 8 mentre nel tratto compreso tra i numeri civici 4 e 6 sarà istituito un restringimento di carreggiata (anche sul marciapiede). Restringimenti di carreggiata e divieti di sosta a tratti in via Bini, via Mazzoni, via Vittorio Emanuele II, via Tavanti (anche sul marciapiede). In orario notturno (dalle 22 alle 6) si aggiungeranno ulteriori provvedimenti in via Carlo Bini, ovvero un restringimento di carreggiata a cavallo dell’incrocio con via Corridoni.  Il secondo intervento riguarda sempre i sottoservizi ed in programma di notte (dalle 21 alle 5). Da martedì 5 a venerdì 8 dicembre piazza Dalmazia sarà chiusa da via Vittorio Emanuele II a via Mariti verso via Mariti. In viale Morgagni da via Santo Stefano in Pane a piazza Dalmazia verso quest’ultima sarà revocata la corsia di emergenza in direzione di Careggi. Sempre in viale Morgagni scatterà la chiusura della corsia da via Cesalpino a via Vittorio Emanuele II verso via Mariti; mentre nel tratto da via Santo Stefano in Pane a via Cesalpino sono previste la chiusura della corsia in direzione via Mariti quindi l’istituzione del senso unico verso via Santo Stefano in Pane.
Sarà sempre garantito l'itinerario per i mezzi di soccorso provenienti da via mariti e diretti verso l'ospedale di Careggi: le ambulaneze transiteranno nella corsia di destra del cantiere.

Lavori #tramvia tramviaFi: nuovo assetto della circolazione a SMN

Nella notte tra lunedì e martedì scatterà il nuovo assetto del cantiere alla stazione, in corrispondenza della rotatoria. Una soluzione diversa e migliorativa rispetto a quella iniziale che era stata attivata lunedì scorso. Sono stati recuperati alcuni spazi all’interno del cantiere e quindi viene realizzato un nuovo tratto di viabilità che permette il mantenimento della rotatoria anche se leggermente traslata. 
“La ditta sta già realizzando la sede larga 7-8 metri in cui potranno transitare sia auto che bus che sarà pronta lunedì sera – spiega l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti che anche oggi, con il sindaco Dario Nardella, si è recato in cantiere per verificare l’andamento di questi lavori – . In questo modo sarà mantenuto l’attraversamento per i mezzi provenienti da via Nazionale e diretti verso le scalette e via Santa Caterina da Siena-via della Scala con un alleggerimento dei flussi di traffico in piazza Adua”. 
“Già lunedì avevamo detto che cercavamo di recuperare alcune aree dei cantieri per migliorare la viabilità e ci siamo riusciti – aggiunge l’assessore –. Con questo assetto di fatto viene mantenuta la viabilità attuale di attraversamento e con le già previste riduzioni di transiti di alcune linee del Tpl urbano ed extraurbano la situazione dovrebbe decisamente migliorare”. Inoltre a questo si aggiungono anche ulteriori diminuzioni relative ai passaggi di alcune linee autorizzate che non arriveranno più dalla stazione o che comunque non utilizzeranno via Nazionale. “Stiamo lavorando sia con le ditte che con le aziende del Tpl per individuare la migliore soluzione possibile per superare gli ultimi due mesi di cantiere. Resta sempre valido il pressante invito a non utilizzare, a meno di vera necessità, i mezzi privati per recarsi alla stazione” conclude l’assessore Giorgetti.

giovedì 30 novembre 2017

Da @TramviaGest ecco tutti i numeri della #tramvia, #tramviaFi come sarà

Da Repubblica un'intervista al'AD di Gest:


mercoledì 29 novembre 2017

Cantieri #tramvia #tramviaFi: 1,4 milioni di € di agevolazioni Tari per le attività economiche coinvolte

È di 1,4milioni di euro il ‘tesoretto’ delle agevolazioni Tari ottenuto nel 2017 dalle attività economiche interessate dai cantieri delle linee 2 e 3 della tramvia. Un budget più che raddoppiato rispetto a quello di 500mila euro inizialmente previsto e che è stato riconosciuto di diritto, senza bisogno di richiesta da parte degli interessati. Le agevolazioni hanno riguardato tutte le attività posizionate lungo le strade direttamente interessate dai lavori o indirettamente coinvolte a causa di limitazioni alla viabilità legate alla presenza di lavori nelle vie limitrofe. I criteri di applicazione hanno previsto per le strade o piazze con chiusura veicolare (anche solo della carreggiata) l’abbattimento del 100%, mentre per quelle con ridotta accessibilità l’abbattimento è stato del 60 per cento. Per le strade e piazze collaterali al tracciato delle linee in costruzione, l’abbattimento è stato del 100% in caso di chiusura (anche solo della carreggiata) e del 30% in caso di cantiere o viabilità alternativa con ridotta accessibilità. 
“Una misura incisiva che ha consentito ai titolari delle attività economiche un risparmio complessivo di 1,4milioni di euro – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re – e rispetto al quale ringrazio l’assessore al Bilancio Lorenzo Perra per il lavoro svolto. Un intervento concreto che si inserisce in un ‘pacchetto’ di aiuti messo in campo dall’Amministrazione per andare incontro agli esercenti: dal tavolo con l’Agenzia delle entrate sull’applicazione degli studi di settore alle attività imprenditoriali lungo i cantieri della tramvia, al contributo messo a bando per le luminarie natalizie”.

Lavori #tramvia #tramviaFi in P. Stazione: riaperta provvisoriamente la rotonda

Ecco quanto riportato ieri sul sito del Comune:

“La modifica del cantiere in piazza Stazione avviata questa mattina ha creato problemi alla circolazione, in particolare come temevamo in corrispondenza dell’intersezione di piazza Adua. Per questo abbiamo immediatamente convocato l’impresa per apportare alcune modifiche già nei prossimi giorni e nel frattempo è stata riaperta la rotatoria”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti in merito alle criticità registrati stamani in zona stazione.
“Dopo i sopralluoghi effettuati stamani sia dai tecnici sia direttamente da me abbiano convocato le ditte e le aziende del trasporto pubblico per individuare e mettere in pratica alcuni correttivi. Dopo pranzo è stata riaperta provvisoriamente la rotatoria in modo da dar modo alle imprese di realizzare questi piccoli adeguamenti (in primis la riduzione delle aree di cantiere in alcune zone) per migliorare la viabilità”. 
“Stamani – aggiunge l’assessore – abbiamo parlato anche con le aziende del trasporto pubblico per ridurre i transiti non essenziali, soprattutto per quanto riguarda l’extraurbano e le linee autorizzate per scaricare il nodo stazione. Domani la Città Metropolitana ha già convocato una riunione su questo tema”. 
L’assessore Giorgetti rassicura che i lavori vanno comunque avanti e che nei prossimi giorni, dopo questi ed eventualmente ulteriori aggiustamenti che saranno decisi, la rotatoria sarà nuovamente chiusa per consentire la realizzazione della sede tranviaria. 

lunedì 27 novembre 2017

Oltre SMN: altre modifiche ai cantieri #tramvia #tramviaFi

Vanno avanti i lavori della tramvia. Oltre ai provvedimenti programmati per oggi di modifica dei cantieri in zona stazione e in viale Belfiore (da stasera alle 21), sempre stasera per interventi sulla linea di media tensione elettrica scatteranno restringimenti in largo Palagi. Il provvedimento sarà in vigore dalle 21 alle 6 fino al 29 novembre.
Saranno sempre effettuati di notte (21-6) i lavori di ripristino della rotatoria in via Cosseria. Da mercoledì 29 novembre al 1 dicembre sono previsti restringimenti di carreggiata in corrispondenza di via del Romito e nella corsia veicolare lato Mugnone. Restringimenti di carreggiata anche in via del Romito. Previsti inoltre divieti di sosta nelle strade interessate.

#tramvia: @DarioNardella rinuncia ad ulteriori sviluppi della #tramviaFi

Quella che riporto è una dichiarazione rilasciata dal Sindaco di Firenze durante la sua visita in Argentina:

«Con Horacio Rodriguez Larreta abbiamo parlato del metro-bus di Buenos Aires, un sistema di corsie protette per garantire velocità negli spostamenti che sta avendo un buon successo. Potrebbe essere un modello per il jumbo bus che stiamo ipotizzando di usare a Firenze nelle aree dove non ci sono abbastanza utenti per la tramvia e per evitare altri anni di cantieri e di disagi per la città. Pensiamo al jumbo bus da piazza Libertà lungo i viali fino a Bagno a Ripoli e per la zona di Campo di Marte, fino a Coverciano».

Mi permetto di inviare, qualora avesse occasione di leggerla, questa lettera aperta.

Signor Sindaco,
Mi spiace dirlo, ma questa Sua dichiarazione ha tutte le caratteristiche di una resa. Affermare che le zone di Campo di Marte, Coverciano, Gavinana, Viale Europa e Bagno a Ripoli non abbiano abbastanza utenti per la tranvia mi pare come minimo azzardato; con questa sua, mi sembra di capire ,che Lei manda in soffitta la dichiarata provvisorietà del Jumbo Bus sui viali, in attesa della tranvia.
Probabilmente anche per calcoli elettorali Lei non se l'è sentita di portare avanti il progetto tranviario come logica converrebbe. L'esperienza di questi ultimi anni, dove il coraggio di costruire due linee in contemporanea, Lei l'aveva trovato, ma dove i riflessi catastrofici, ma inevitabili, sul traffico cittadino, La porta dichiarare questa resa. Un vero peccato lasciare questa rivoluzione a metà, confidando comunque sui prolungamenti verso S. Marco e il Polo Scientifico e sulla linea 4. Spero tanto che, a linee inaugurate ed in presenza dei benefici che verranno, La faccia ritornare sui Suoi passi. Mantengo la stima che ho verso di Lei, ma non posso che registrare, in questo caso, un'enorme delusione.

Cordiali Saluti.

sabato 25 novembre 2017

#tramvia: Lunedì scatta la nuova fase dei cantieri in Stazione e V.le Belfiore. #tramviaFi

Lavori tramvia al rush finale. Da lunedì 27 novembre scattano due modifiche di rilievo dei cantieri della linea 3 in piazza della Stazione e della linea 2 in viale Belfiore, modifiche che in particolare nel primo caso sono destinate ad avere importanti ripercussioni sulla circolazione della zona. Per realizzare i binari e gli scambi nell’area della rotonda della piazza sarà infatti interrotto il flusso rotatorio, in particolare quello dei veicoli in arrivo da via Nazionale-largo Alinari che non potranno più raggiungere direttamente le scalette e via Santa Caterina da Siena. “Ormai siamo arrivati al rush finale delle opere civili delle due linee – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –. L’ampliamento del cantiere nella zona della stazione rappresenta una ulteriore criticità in una zona che presenta numerose difficoltà di circolazione, non tutte imputabili ai lavori della tramvia ma che questi ultimi hanno sicuramente acutizzato riducendo lo spazio a disposizione dei veicoli. Come Amministrazione comunale abbiamo lavorato e lavoriamo per tutelare in primis il trasporto pubblico. Per questo invito gli automobilisti che non hanno la necessità stringente di arrivare alla stazione di utilizzare i mezzi pubblici, soprattutto la tramvia, e di lasciare l’auto nei parcheggi di struttura che si trovano ai confini della ztl come quello del Parterre o della Leopolda, collegati al centro dal bus e dal tram”. Un appello che diventa pressante in vista delle domeniche dello shopping natalizio: “Già in passato, senza i lavori della tramvia, nei giorni festivi di dicembre si verificavano rallentamenti se non veri e propri blocchi in zona stazione e non solo. Adesso con i cantieri il rischio code diventa ancora più forte”. E rimanendo in tema di rischio code, l’assessore Giorgetti ricorda che domenica è in programma la maratona, con tutti i provvedimenti previsti in centro ma non solo, cui si aggiunge anche la giornata conclusiva della kermesse politica alla Leopolda. “Sarà sempre percorribile la viabilità esterna e per gli spostamenti nord-sud si potrà utilizzare anche il collegamento autostradale. Si raccomanda comunque di utilizzare il mezzo pubblico, in particolare la tramvia e i parcheggi scambiatori come quello di Villa Costanza”. 
Linea 3
Da lunedì alle 10 si amplia il cantiere in corrispondenza della rotatoria di piazza Stazione per realizzare i binari e gli scambi. Dal punto di vista della viabilità viene interrotto il flusso in uscita da via Nazionale e diretto verso le scalette della Stazione e via Santa Caterina con la chiusura della rotatoria. 
Gli autorizzati in arrivo dal centro storico (via Cerretani) diretti in piazza Stazione-via Santa Caterina da Siena (tra cui alcune linee Ataf) dovranno obbligatoriamente proseguire a diritto fino a piazza Adua passando sulla corsia lato edifici di piazza Stazione per poi svoltare a sinistra utilizzando la corsia lato Palazzina Reale e transitare lungo l’ex pensilina per tornare verso la piazza lato scalette e quindi dirigersi in via Santa Caterina da Siena.
Gli autorizzati, tra cui le linee Ataf, che arrivano da via Nazionale in uscita dall’area della stazione una volta giunti in largo Alinari dovranno invece svoltare a destra percorrendo piazza della Stazione lato edifici e proseguire a diritto verso via Valfonda. Chi proviene sempre da via Nazionale ed è diretto verso piazza Stazione scalette e via Santa Caterina da Siena dovrà utilizzare il percorso via Fiume-Piazza Adua e poi transitare lungo l’ex pensilina per poi raggiungere via Santa Caterina da Siena. I veicoli provenienti dal parcheggio del Mercato Centrale dovranno utilizzare l’itinerario via Fiume-piazza Adua e da qui dirigersi verso in via Valfonda. Gli autorizzati potranno proseguire lungo l’ex pensilina per raggiungere piazza Stazione lato scalette e quindi via Santa Caterina da Siena. 
Resta garantito l’accesso al kiss&ride per i mezzi non autorizzati Ztl da piazza Indipendenza attraverso il percorso via della Fortezza-via del Pratello-via Faenza-via Cennini-piazza Adua con uscita sempre da piazza Adua-via Valfonda. “Il nuovo assetto della circolazione eliminerà i blocchi del traffico intorno alla rotatoria – aggiunge l’assessore – ma potranno verificarsi criticità in piazza Adua che diventa lo snodo della nuova viabilità”. Per questo nella piazza sarà predisposto un presidio fisso della Polizia Municipale che intensificherà la presenza nella zona della stazione. 
Tutte le informazioni sulle deviazioni delle linee Ataf sono disponibili sul sito www.ataf.net
Linea 2
Scatteranno invece lunedì sera a partire dalle 21 per poi essere a regime la mattina di martedì le modifiche del cantiere in viale Belfiore. Si tratta della quarta fase dei lavori che prevedono la realizzazione dei binari nel tratto dalla curva che entra in via Guido Monaco a Palazzo Mazzoni. I lavori si concentrano quindi nella parte centrale del viale da via delle Ghiacciaie a poco prima del semaforo dopo via Guido Monaco. Restano quattro corsie sui due lati del cantiere: due lato area ex Fiat per i veicoli provenienti da viale Redi-via Benedetto Marcello e diretti verso Porta a Prato; due lato centro per i veicoli in arrivo dal sottopasso e diretti sempre verso Porta a Prato. Le corsie torneranno adiacenti poco prima del semaforo sul viale Belfiore. “Rispetto alla situazione attuale con il nuovo assetto dei cantieri la circolazione dovrebbe risultare più fluida – spiega l’assessore Giorgetti – perché viene eliminato un semaforo e le corsie da tre diventano quattro”.
L’assessore conclude precisando che si tratta dell’ultima tranche dei lavori civili della linea 2 a prendere il via. “In via Alamanni l’intervento è completato, in via Guido Monaco quasi. L’attività va avanti anche al Palazzo Mazzoni e nell’area Rfi. E’ in costruzione anche il capolinea in piazza dell’Unità che però viene realizzato dalla ditte della linea 3”. 

mercoledì 22 novembre 2017

#tramvia #tramviaFi: parliamo di VACS: Variante alternativa al centro storico - dalla Stazione a S. Marco -

Un interessante articolo sul sito "ToctocFirenze" sulla nuova estensione alla tramvia.
Dopo la conclusione dei lavori correnti, all'orizzonte (inizio lavori previsto per gennaio 2019) il prolungamento della linea 2 da piazza Stazione fino a Piazza S. Marco, con transito da Viale Lavagnini e Piazza della Libertà.

Lavori #tramvia: Nuova rivoluzione della circolazione in zona Stazione - Valfonda - Fortezza. #tramviaFi

In attesa della comunicazione ufficiale del comune ecco alcune anticipazioni di stampa.

venerdì 17 novembre 2017

Lavori #tramvia: V. Valfonda chiusa di notte. #tramviaFI

Per il rifacimento di un allaccio alla rete di distribuzione del gas nell’ambito dei cantieri della linea 3 della tramvia, stanotte sarà chiusa via Valfonda. 
Il provvedimento sarà in vigore dalle 21 alle 5.30 e interessa il tratto dall’incrocio con piazza Adua all’area occupata dal cantiere (deroga per i mezzi di soccorso).
I veicoli in uscita città utilizzeranno l’itinerario alternativo piazza della Stazione (con disattivazione momentanea della porta telematica)-via Santa Caterina da Siena-via della Scala.

domenica 12 novembre 2017

Novità e modifiche alla circolazione per i lavori per la #tramvia #tramviaFi

Proseguono i lavori della tramvia. Per quanto riguarda la linea 2 saranno effettuati di notte i lavori di scavo in attraversata in viale Redi. Da lunedì 13 a venerdì 24 novembre, in orario 21-6, sono previsti divieti di sosta (da via Mariti al numero civico 173, lato numeri civici dispari) e restringimenti di carreggiata all’altezza del numero civico 173: resta una corsia per senso di marcia. 
Passando alla linea 3, da lunedì sera prendono il via una serie di interventi nell’area di piazza Dalmazia-via Vittorio Emanuele. Nella piazza sono previsti diversi interventi, sempre in orario notturno. Prima di tutto fino al 29 novembre i restringimenti, all’intersezione con via Mariti, e in via Mariti all’incrocio con la piazza sia verso Careggi e sia verso Ponte di Mezzo. A questi restringimenti lato via Mariti si aggiungeranno, da lunedì 13 a venerdì 17 novembre in orario 21-6, un restringimento e un senso unico alternato con movieri (a tratti) da via Mariti a via Vittorio Emanuele II verso via Mariti. Stessi provvedimenti anche in viale Morgagni (da via Cocchi a via Vittorio Emanuele II in direzione di via Mariti, con anche divieti di sosta. Da mercoledì 15 a venerdì 17 novembre si aggiungerà il divieto di transito nella corsia di emergenza a centro carreggiata in via Mariti (sempre 21-6). Infine via Vittorio Emanuele II dove, da lunedì 13 a venerdì 17 novembre, scatterà un divieto di transito da via Alderotti a via Mazzoni (ancora orario 21-6).

giovedì 9 novembre 2017

Il Comune di Firenze premiato per #tramvia e bike sharing a flusso libero. #tramviaFi

 Un doppio premio per l’Amministrazione comunale. Questa mattina nell’ambito di Ecomondo, la fiera della green e circular economy in corso a Rimini, il Comune ha ricevuto due riconoscimenti per le Buone Pratiche Urbane e non per due progetti futuri, ma per due servizi già attivi: la linea 1 della tramvia e il bike sharing a flusso libero. "Siamo soddisfatti perché questi premi attestano il grande lavoro fatto dall'Amministrazione nell'ambito della mobilità sostenibile - sottolinea l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti -. Lavoro che non si è fermato: sono in completamento i lavori delle linee 2 e 3 della tramvia destinate a cambiare il trasporto pubblico, che diventerà sempre più intergrato e basato sulla intermodalità, e l'intera la mobilità cittadina".
Nelle motivazioni si sottolinea, per quanto riguarda la tramvia, l’entità del successo della linea 1: 30mila passeggeri al giorno, il doppio rispetto all’obiettivo fissato al momento dell’affidamento del servizio, e 13 milioni di persone trasportate all’anno. E che a giugno è stato inaugurato il parcheggio scambiatore di Villa Costanza, il primo autostrada-mezzo pubblico. Anche per il bike sharing, si evidenzia il riscontro più che positivo avuto dal servizio in città e i vantaggi del modello free flow che abbatte i costi ed elimina le spese (e l’inquinamento) della quotidiana redistribuzione notturna fatta coi camion delle bici nelle ciclostazioni dei bike sharing tradizionale.

martedì 7 novembre 2017

Giorgetti in consiglio comunale sulla #tramvia: si parte a maggio. #tramviaFi

La fine dei lavori entro febbraio del prossimo anno, la messa in esercizio delle due linee tranviarie entro maggio. È quanto ha confermato l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti nel corso della comunicazione al consiglio comunale sull’andamento dei cantieri della tramvia. “Sulla base degli ultimi incontri avute con le ditte e il concessionario, posso confermare il termine delle lavorazioni per le due linee entro febbraio – ha sottolineato l’assessore –. Per la messa in esercizio non posso fornire una data precisa perché dipende dai collaudi e dai nulla osta tecnici che dovrebbero arrivare nel giro di due-tre mesi, quindi entro maggio. Nelle precedenti comunicazioni in consiglio avevo annunciato l’avvio del servizio il 14 febbraio 2018: si tratta quindi di uno slittamento di due/tre mesi assolutamente compatibile con un’opera di questa rilevanza. Tenendo conto delle difficoltà che abbiamo avuto e superato con le ditte siamo riuscirti a ricondurre il termine dei lavori in termini accettabili”. L’assessore ha poi sottolineato che ci sono anche opere che non si vedono, come quelli concernenti agli apparati tecnologici: sulle sette sottostazioni previste dal progetto, quattro sono già allacciate e messe in tensione, pronte per entrare in funzione. 
Ecco lo stato dei lavori delle due linee. 
Linea 2
Nel tratto aeroporto-viale Guidoni-via Allori i lavori civili sono terminati. Si sta completando la realizzazione degli apparati tecnologici: il montaggio della linea di contatto è in corso (e riguarda un tratto molto esteso) e sarà completata entro gennaio. 
Nel tratto successivo da via Allori a Novoli fino alla fermata San Donato, sono in corso i lavori di riposizionamento di 30 metri di binario che erano stati montati ad una quota sbagliata. Sono in ultimazione gli interventi sugli apparati tecnologici (linea di contatto) e sulle fermate (finiture e pavimentazioni). 
Sul Viadotto San Donato si sta realizzando la pavimentazione non solo della sede tranviaria ma anche delle due piste ciclabili e dei due marciapiedi (completamento entro dicembre). A gennaio sarà la volta del montaggio della linea di contatto e dei parapetti mentre a febbraio è in programma la posa del rivestimento sotto il viadotto. Nel tratto successivo via Buonsignori-via Gordigiani i lavori sono in corso e saranno completati entro dicembre mentre nell’area RFI è già stato realizzato il tratto di galleria artificiale e adesso le lavorazioni si concentrano sulla costruzione della sede e la posa dei binari. A seguire sarà montata la linea di contatto ed effettuate le rifiniture, il tutto sarà terminato entro febbraio. Sono in corso di realizzazione le opere relative al manufatto di sbocco sul Mugnone che dovevano essere consegnate già pronte dalle ditte che costruiscono l’Alta velocità. Invece sono state trasferite da RFI al concessionario, con tutto quello che ne è seguito a livello di varianti e allungamento dei tempi. 
Passando al Palazzo Mazzoni, sono in corso i lavori all’interno dell’edificio: entro dicembre sarà completata la parte strutturale in acciaio. Entro febbraio sarà poi completata la sede tranviaria e l’elettrificazione. 
Usciti da Palazzo Mazzoni i binari attraverseranno viale Belfiore. I lavori sono in corso: è già stata realizzata la curva di immissione in via Guido Monaco e la prossima settimana sarà ribaltato il cantiere per completare l’ultimo tratto dei binari entro gennaio. In via Guido Monaco la sede tranviaria sarà pronta a dicembre mentre in via Alamanni quasi tutte le lavorazioni saranno completate nel mese di novembre. 
Linea 3 
Il tratto Careggi-piazza Dalmazia è praticamente finito mentre per quanto riguarda la piazza le opere di sistemazione saranno completate nell’arco di un mese. Molto avanti anche i cantieri di via Corridoni-via Pisacane e via Vittorio Emanuele II-via Tavanti: nelle prime sono in ultimazione le lavorazioni relative agli apparati tecnologici e delle finiture di marciapiedi e alberature
In via Tavanti-via Vittorio Emanuele entro dicembre sarà montata la linea di contatto. Questo renderà possibile a effettuare le prime prove di collaudo entro Natale con il tram che circolerà da Careggi a Dalmazia-via Corridoni-via Vittorio Emanuele. Si tratta di un collaudo parziale perché quello finale e definitivo dovrà essere effettuato sull’intera linea. 
Nei prossimi giorni inizierà anche la messa a dimora delle nuove alberature sulla direttrice via Tavanti-via Gianni-via dello Statuto. Saranno carpini alti 8 metri completamente posizionati entro il 20 dicembre e a seguire sono in programma i lavori per la realizzazione della linea di contatto. Intanto sono già iniziate le opere di finitura e di modifica della viabilità a regime (per esempio l’asfaltatura e il cambio di senso in viale dei Cadorna). 
Per quanto riguarda il tratto successivo da Statuto a via Valfonda, sono in corso i lavori per la realizzazione della sede tranviaria: la parte lungo la vasca della Fortezza è quasi ultimata come pure quella in piazza Bambine e Bambini di Beslan e ora inizia la posa dei binari che sono già completati nel tratto dal ponte alla fermata Fallaci. In corso la sistemazione a verde dell’area sovrastante i due nuovi sottopassi e a breve sarà riaperto il ponte e la rampa. Passando al cantiere di via Valfonda, è stato ribaltato il cantiere. Adesso i lavori per la realizzazione della sede tranviaria sono sul lato del Palaffari dove è stato abbattuto il muro di confine. Durante questo cantiere ci sono stati alcuni ritrovamenti archeologici che stanno rallentando le lavorazioni ma per adesso resta confermata la fine di febbraio come termine dei lavori. 
Infine piazza Stazione: le lavorazioni procedono e con l’avanzamento dei cantieri vengono apportate le conseguenti e previste modifiche alla viabilità. A fine mese è in programma lo step successivo che prevede l’interruzione della direttrice di attraversamento da via Nazionale verso via Santa Caterina da Siena per la realizzazione dei binari e degli scambi. I veicoli, in particolar modo i mezzi del trasporto pubblico, saranno deviati in parte su via Fiume e in parte sulla corsia lato McDonald’s fino piazza Adua per rientrare all’altezza della Palazzina Reale e tornare verso via Santa Caterina da Siena. 
L’avanzamento dei lavori ha reso possibile anche alcuni miglioramenti, come la revoca del semaforo sul controviale Strozzi che ha fluidificato l’uscita da via Valfonda. Per alleggerire la zona della stazione oggi sono stati spostati temporaneamente i capolinea bus dalla piazza dietro l’abside a piazza Santa Maria Novella. E stiamo lavorando per spostare i bus delle linee extraurbane in piazzale Montelungo e quelli di lunga percorrenza al parcheggio scambiatore di Villa Costanza almeno in orario diurno.


lunedì 6 novembre 2017

Sciopero di venerdì 10/11: #tramvia - le fasce di garanzia - #tramviaFi

Tweet di Gest sulle fasce di garanzia per lo sciopero del 10/11/17.




sabato 4 novembre 2017

Ritardo cantieri #tramvia? Nardella conferma la chiusura dei cantieri per febbraio - #tramviaFi

Il sindaco, al termine di una visita ai cantieri della tranvia, conferma il termine dei lavori per febbraio prossimo.

Novoli e la #tramvia: un futuro roseo - #tramviaFi

Un interessante articolo di Repubblica sulle prospettive che si aprono o che si sono già aperte con la rivoluzione urbanistica e l'avvento della tranvia nel quartiere di Novoli.

Novità e modifiche alla circolazione per i lavori per la #tramvia #tramviaFi

Procedono i lavori delle due linee della tramvia. La prossima settimana sono in programma alcune modifiche significative dell'assetto viario nella zona della Stazione. Lunedì 6 novembre dalle 21  sarà spostato una cinquantina di metri verso via Santa Caterina da Siena l'attraversamento pedonale semaforizzato lato abside basilica. Contestualmente cambierà l'assetto dei cantieri in zona rotatoria. Prima di tutto sarà chiuso il lato sinistro di largo Alinari (restano invariati i flussi in un assetto diverso), poi si procederà a ulteriori restringimenti delle corsie intorno alla rotatoria. Sempre lunedì 6 novembre ma già da iniziò servizio saranno spostati i capolinea del 36 e 37 da piazza della Stazione a piazza Santa Maria Novella lungo la direttrice di via della Scala nella precedente collocazione. Rimanendo sulla linea 3 per effettuare l'impatto di Toscana Energia sulla nuova tubazione da martedì 7 novembre sarà chiusa via Vittorio Emanuele II tra via Alderotti a via Celso. Il lavoro verrà eseguito in orario notturno (21-6) fino a sabato 4 novembre. Nella settimana successiva, a partire dal 13 novembre, con la stessa modalità si procederà alla chiusura del tratto via Alderotti-via Mazzoni. 
Passando alla linea 2, per sostituire il New Jersey del cantiere della rotatoria Forlanini-Novoli sotto il viadotto San donato nella notte tra mercoledì 8 e giovedì 9 novembre sarà chiusa via di Novoli tra viale Forlanini e via Ragghianti (orario 21-6). Replica fino a sabato 11 novembre.

Lunedì prossimo comunicazioni dell'assessore Giorgetti su #tramvia #tramviaFi

Lunedì 6/11 al Consiglio Comunale, prevista comunicazione dell'assessore Giorgetti sui lavori della tramvia.

mercoledì 1 novembre 2017

Comunicazione del Sindaco su bus e #tramvia in Consiglio Comunale. #tramviaFi

Nessun taglio di chilometri delle linee Ataf e quindi la garanzia per i posti di lavoro. È quanto ha assicurato lunedì scorso il sindaco Dario Nardella nel corso della comunicazione in consiglio comunale sul trasporto pubblico anche in vista dell’entrata in servizio delle linee 2 e 3 della tramvia. “La linea 1 si appresta a raggiungere il record di 14 milioni di passeggeri all’anno e questo ci fa ben sperare anche per le linee 2 e 3, che entreranno a regime il prossimo anno secondo gli impegni presi – ha sottolineato il sindaco - . Con le tre linee in funzione contiamo di arrivare complessivamente a 37 milioni di passeggeri all’anno, il che significa abbattimento delle emissioni di CO2, quindi meno inquinamento e meno traffico perché si lasceranno a casa più di 20mila auto. Ovviamente con l’entrata in funzione delle due nuove linee dobbiamo ripensare tutto il sistema delle linee di autobus. Secondo gli accordi originari, stabiliti dalla gara regionale della Toscana sul trasporto pubblico locale, avremmo dovuto perdere 1 milione e mezzo di chilometri di trasporto pubblico locale su gomma con l’ulteriore rischio di esuberi tra i lavoratori di Ataf. Oggi, come Amministrazione comunale, abbiamo preso un impegno – ha continuato il sindaco – : trovare le risorse per avere questo milione e mezzo di chilometri che quindi si aggiungerà alle due linee di tramvie. In questo modo, a partire dal prossimo anno, avremo un sistema di trasporto pubblico locale gomma-ferro che sarà tra i più avanzati d’Italia. Abbiamo intenzione di trovare i soldi attraverso un aumento della tassa di soggiorno perché non possiamo far pagare ai nostri cittadini residenti con ulteriori aumenti delle tasse locali questo impegno. E anche attraverso il recupero dell’evasione che ha fatto emergere nuova base imponibile e quindi nuove risorse”. Tornando alla tassa di soggiorno, il sindaco ha aggiunto: “È con le risorse che ci verranno dal sistema turistico che potremmo finanziare questo importante passo in avanti sul miglioramento di tutto il modello di trasporto pubblico locale. L’aumento sarà definito domani a seguito di un incontro dell’assessore Perra con le categorie economiche. Io credo che sia un meccanismo corretto perché se da un lato il turismo rappresenta una grande risorsa per la nostra città, dall’altro costituisce anche un costo. Noi dobbiamo sostenere tutti i costi relativi alla pulizia della città, all’uso e al consumo dei servizi, alla sicurezza dei turisti e questi costi non possono gravare tutti esclusivamente sulle spalle dei fiorentini residenti. È giusto che anche i turisti diano il loro contributo. Se poi con questi soldi miglioriamo in modo impressionante il sistema del trasporto pubblico ne saranno felici anche i turisti”. 
Nella sua comunicazione il sindaco ha analizzato il futuro del trasporto pubblico locale ferro- gomma che presto sarà rivoluzionato dall’arrivo delle linee 2 e 3 della tramvia Due gli aspetti da considerare: prima di tutto il nuovo scenario con l’attivazione delle due nuove linee tranviarie che possiamo traguardare nel periodo successivo alla fine dei lavori confermata a febbraio prossimo. “Sarà una situazione sicuramente migliore rispetto ad oggi ma che comporterà una complessiva e profonda riorganizzazione del TPL su gomma oggi gestito da Ataf”. In secondo luogo lo scenario che avremo sulla base dell’accordo raggiunto la scorsa settimana in che anticipa gli effetti che si sarebbero determinati con l’aggiudicazione della gara del TPL. Gara ancora oggi sospesa per un contenzioso amministrativo adesso all’attenzione della Corte di Giustizia Europea. 
Su questo punto, l’intesa raggiunta con gli attuali gestori del TPL regionale prevede la sottoscrizione di un contratto ponte della durata di due anni (dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2019) che dovrebbe condurre fino alla conclusione della gara regionale. Il contratto ponte ha l’obiettivo di anticipare alcuni dei benefici previsti dalla gara, senza aspettare l’esito del contenzioso. Si avvia un affidamento a tutti i soggetti oggi titolari del servizio a condizioni analoghe a quanto previsto in gara con importanti benefici. Consentirà infatti di iniziare la transizione verso una rete a nodi di interscambio per decongestionare le zone più centrali dal passaggio di troppi bus specie extraurbani; e ancora permetterà l’aumento dei chilometri del lotto metropolitano di Firenze (da 20,2 a 20,7 milioni di chilometri); eviterà nuovi contenziosi nella fase di trasformazione del servizio; darà modo ai gestori di effettuare ulteriori investimenti per il rinnovo del parco mezzi incrementando il numero già molto elevato di nuovi bus circolanti (dal 2014 sono entrati in servizio 130 bus euro 6 e Firenze è tra le città italiane con l’età media dei mezzi del TPL più bassa, sette anni a fronte della media italiana di 12,2 e vicino alla media tedesca di 6,9 anni). 
“Si tratta di un grande risultato che permette il passaggio dall’obbligo di servizio mensile, con una gestione day by day, a un regime certo, consolidato su due anni e sulle previsioni della gara regionale” ha aggiunto il sindaco Nardella che, sull’adeguamento del titolo del viaggio previsto dal contratto ponte ha precisato: “era già presente nella gara regionale, è un aggiornamento automatico da 1,20 a 1,50 euro che riguarderà tutti i bus urbani della Toscana ed è in linea con molte altre città italiane. Su questo punto abbiamo posto alcune condizioni: prima di tutto l’adeguamento non entrerà in vigore prima dell’avvio delle linee tranviarie 2 e 3 in modo da offrire agli utenti un servizio migliore; e soprattutto non toccherà gli abbonamenti”. 
Alla riorganizzazione del servizio sulla base della gara regionale si affianca quella che avremo dopo l’attivazione delle due linee della tramvia. L’obiettivo è potenziare il sistema di adduzione al sistema tranviario tramite il trasporto su gomma. “L’esperienza della linea 1 ha funzionato bene – ha sottolineato il sindaco – e i dati sui passeggeri lo confermano: ci avviamo a toccare il record di 14 milioni di passeggeri all’anno. Si tratta di un numero molto interessante che ci offre alcuni elementi anche sul futuro. Da un sondaggio dell’anno scorso emerge che l’utenza accetta molto positivamente di utilizzare la tramvia in alternativa sia al mezzo pubblico sia al privato. E le stime per le linee 2 e 3 a regime si attestano sui 37 milioni e 800 mila passeggeri all’anno. Un numero che corrisponde a un abbattimento 14.300 tonnellate di CO2 e a una riduzione di 28mila veicoli privati. È quindi fondamentale gestire bene la riorganizzazione del TPL su gomma in vista dell’entrata in servizio delle linee 2 e 3”. 
La riprogettazione della rete TPL urbano si basa su alcuni cardini: prima di tutto l’eliminazione delle linee in sovrapposizione al tracciato tranviario, l’attestazione delle linee di collegamento con i comuni limitrofi alle fermate tranviarie, in modo da consentire l’interscambio con la riduzione dei tempi di percorrenza complessivi. E ancora l’utilizzo dei risparmi chilometrici per intensificare le frequenze delle corse, in modo tale da avere frequenze dei bus di adduzione sempre proporzionate rispetto a quelle del tram, riducendo così i tempi di attesa degli utenti; la creazione di linee di adduzione urbane per collegare efficacemente i quartieri con le nuove linee tranviarie; e infine il potenziamento delle linee urbane nelle zone non servite dalla tramvia, nelle giornate di sabato e domenica e in orario serale-notturno.
In questo quadro è prevista la creazione di alcuni importanti nodi di interscambio fra il TPL su gomma e le tramvie. Il più strutturato di questi sarà certamente il nodo intorno alla fermata ipogea Guidoni della tramvia, dove si realizzerà una integrazione completa delle diverse modalità di trasporto pubblico e privato. Ovvero la fermata tramviaria Guidoni, l’attestazione di alcune linee urbane provenienti dai comuni limitrofi; l’attestazione del TPL extraurbano proveniente dall’area metropolitana Firenze-Prato-Pistoia, la previsione di una nuova fermata ferroviaria sopraelevata sulla linea Firenze-Pisa, la realizzazione di un parcheggio multipiano per consentire di lasciare l’auto privata in favore dei servizi pubblici presenti nel nodo. E visto che la realizzazione di questo parcheggio non coinciderà con l’entrata in servizio della tramvia, abbiamo già predisposto l’iter per mettere a disposizione un’area di interscambio con almeno 250 posti. 
Il sindaco si è poi soffermato sulla questione della prevista riduzione delle percorrenze chilometriche anche a seguito della entrata in esercizio della tramvia. “Non è una novità ma, anche dopo vari incontri con i sindacati che ci hanno evidenziato le problematiche legate al rischio esuberi per i lavoratori di Ataf e all’occasione mancata di raggiungere un sistema di trasporto pubblico di eccellenza, ci siamo messi a lavoro per trovare la quadratura del cerchio. E oggi prendiamo l’impegno di prevedere in bilancio 4 milioni all’anno a regime per garantire il mantenimento del milione e mezzo di chilometri della percorrenza su gomma. Non solo, chiederemo all’azienda di fare la sua parte garantendo il turn over di chi va in pensione”. Rimanendo sul tema del lavoro, il sindaco ha ricordato i circa 100 posti aggiuntivi previsti per le linee 2 e 3 della tramvia. 
“Siamo di fronte a una rivoluzione che cambierà il volto della città. Non sono promesse o impegni vaghi ma intenti precisi basati su fatti concreti, accordi e valutazioni che tengono conto anche gli aspetti sociali ed economici dell’intero comparto del TPL. Una rivoluzione che non graverà sulla tasse dei cittadini residenti”. 
Infine, visto che la riorganizzazione del trasporto pubblico dovrà interessare anche i comuni dell’area metropolitana, il sindaco Nardella ha chiamato in causa i colleghi chiedendo un analogo impegno.

Aumenta tassa di soggiorno per finanziare #tramvia e bus. #tramviaFi

La giunta comunale di Firenze discuterà in merito alla delibera di variazione delle tariffe dell’imposta di soggiorno per il 2018. Tale ipotesi è stata illustrata questa mattina a Palazzo Vecchio dall’assessore al bilancio Lorenzo Perra alle associazioni di categoria delle strutture ricettive.
L’imposta di soggiorno è stata introdotta nella città di Firenze dal 1 luglio 2011. Con tale voce di entrata il Comune di Firenze ha finanziato nel corso degli anni la gestione di musei, teatri, eventi culturali, biblioteche, nonché la manutenzione del patrimonio storico e monumentale, oltre al finanziamento del trasporto pubblico. La stima di entrata per l’anno 2017 è pari a 33 milioni di euro.
In vista dell’inaugurazione delle nuove linee tramviarie (e della necessità di finanziare i relativi costi operativi) e intendendo mantenere l’attuale quantità di servizi del trasporto su gomma migliorandone la qualità, il Comune di Firenze ha la necessità di procurarsi i mezzi finanziari per tali interventi senza aumentare le tasse ai fiorentini.
La manovra ipotizzata, che verrà sottoposta all’approvazione della giunta, prevede di rimodulare le tariffe (come mostrato nella tabella qui sotto allegata). La variazione delle tariffe ipotizzata, a invarianza delle presenze turistiche, consentirà un incremento di risorse pari ad oltre 4 milioni di euro all’anno a partire dal 2018.

martedì 31 ottobre 2017

Tramonta definitivamente la #tramvia sotto il centro

Dopo le osservazioni dell'Unesco, Nardella pone fine definitivamente, seppur con diplomazia verso il suo predecessore e mentore, Matteo Renzi, al progetto di sotto-attraversamento del centro storico con la tranvia.
Rimane il problema del servizio di trasporto pubblico per il centro storico, attualmente estremamente carente e, a quanto sembra, anche per il futuro... 

lunedì 30 ottobre 2017

L'UNESCO promuove la #tramvia ma boccia il sotto-attraversamento del centro.

L’Unesco ‘promuove’ pur con qualche raccomandazione, la gestione del Comune di Firenze per quanto riguarda il suo centro storico, patrimonio dell’umanità dal 1982. E’ quanto si rileva dal report della missione consultiva sullo stato di conservazione del sito che si è svolta dal 22 al 25 maggio scorsi.
La missione, che ha coinvolto 62 partecipanti di dieci diverse istituzioni e l’audizione di comitati e associazioni, si è conclusa con un report redatto da Isabelle Anatole-Gabriel del Centro del Patrimonio Mondiale UNESCO (in allegato il testo dell'intervento video proiettato durante la conferenza stampa) e da Paul Drury di ICOMOS International (consultabile al link: http://whc.unesco.org/document/160848).
La missione ha messo sotto la ‘lente’ le principali opere infrastrutturali, la gestione della mobilità e dei rifiuti, i flussi turistici. “In questi anni – dichiara il sindaco Dario Nardella, che ha presentato i risultati della missione in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il responsabile dell’ufficio Unesco del Comune Carlo Francini; Matteo Rosati, programme office, UNESCO Regional Bureau for Science and Culture in Europe; Enrico Vicenti, Segretario Generale Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO; e Adele Cesi, focal point nazionale per l'attuazione della Convenzione sulla protezione del Patrimonio Mondiale UNESCO del Mibact - abbiamo ascoltato con rispetto e umiltà tutte le osservazioni, le critiche e gli attacchi sullo stato di conservazione del nostro centro storico, senza prestarci a polemiche e lavorando duro. Alla fine abbiamo voluto essere sottoposti al giudizio dell’unica autorità internazionale autonoma e competente. Oggi presentiamo i risultati, confortati da un giudizio molto positivo sulla nuova pista dell’aeroporto, sulla tav e su molte politiche avviate dalla nostra amministrazione, dalla battaglia contro i fast food all’impegno sulla mobilità elettrica e al car e bike sharing”.
I giudizi espressi dalla commissione sono infatti in larga parte positivi. Per esempio sull’aeroporto gli effetti diretti dell’espansione rappresentano un miglioramento rispetto alla situazione attuale grazie all’ampliamento delle destinazioni e servizi più affidabili, alla riduzione generale del rumore sulla città e al miglioramento della qualità visiva data dal ritorno a parco verde dell’area settentrionale della pista. Bene anche il progetto delle linee tramviarie, ritenuto un’opportunità per ampliare e migliorare gli spazi pedonali e accrescere la qualità urbana, e la Tav, che non crea danni al sito Unesco né problemi archeologici. Bene poi la pedonalizzazione di Piazza Pitti e di Piazza del Carmine, esempi di riduzione dell’uso dell’auto all’interno del centro storico. Premiata anche la politica del ‘riuso’ dei contenitori vuoti del centro storico, dal Tribunale di Piazza San Firenze alla Scuola Carabinieri di Santa Maria Novella.
Rispetto ai rilievi, “sulla tramvia – sottolinea il sindaco Nardella - prendiamo atto con grande rispetto del giudizio della commissione di valutazione ha dato sull’ipotesi di sottoattraversamento del centro storico e questo giudizio avrà una forte influenza sulle nostre decisioni. Aspettiamo gli studi di fattibilità sulle varie modalità di attraversamento del centro con la tramvia e ci prendiamo l’impegno di valutare ogni aspetto insieme agli uffici dell’Unesco”. A proposito poi dei parcheggi sotterranei in centro “rimane – continua il sindaco – il tema di piazza Brunelleschi: confermiamo che seppure sia inserito nel regolamento urbanistico ad oggi non è una priorità”.
“Non vedo tirate d’orecchie – ha concluso il sindaco – ma raccomandazioni positive, per esempio quella del continuare a investire nel turismo di qualità contro il cosiddetto mordi e fuggi”.

lunedì 23 ottobre 2017

Sciopero di venerdì 27/10: #tramvia - le fasce di garanzia - #tramviaFi

Tweet di Gest con le fasce di garanzia per lo sciopero di venerdì prossimo indetto da alcune sigle sindacali.

domenica 22 ottobre 2017

Novità e modifiche alla circolazione per i lavori per la #tramvia

Procedono i lavori della tramvia. La prossima settimana sono previsti alcuni interventi collegati ai cantieri della linea 3. In particolare la modifica sperimentale dell’incrocio tra il controviale Strozzi e via Ridolfi. In dettaglio utilizzando l’area destinata alla sosta verrà  ridisegnata la corsia dei veicoli provenienti dal controviale e diretti verso via Ridolfi-via del Pratello semplificando l’incrocio. Le modifiche scatteranno da martedì 24 ottobre con divieti di sosta e restringimenti di carreggiata nel controviale. Previsto anche un divieto di transito per i mezzi superiori ai 35 quintali in piazza Bambine e Bambini di Beslan in corrispondenza dell’intersezione con viale Strozzi nella rampa di accesso alla piazza e divieti di sosta in via di Barbano e via Salvagnoli.
Nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 ottobre è in programma anche l’asfaltatura di viale dei Cadorna. L’intervento verrà effettuato con la chiusura del tratto tra via XXIV Maggio a piazza Baldinucci (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili) e restringimenti di carreggiata e divieti di sosta nel tratto da via dello Statuto a via XXIV Maggio. Il provvedimento sarà istituito alle 21 di martedì e andrà avanti fino alle 8 di mercoledì per consentire, contestualmente, l’inversione del senso di marcia. Viale dei Cadona nel tratto piazza Baldinucci-via dello Statuto diventerà a senso unico verso via dello Statuto e obbligo di svolta a destra su quest’ultima strada. Sull’intero tratto saranno in vigore divieti di sosta e restringimenti di carreggiata fino a fine ottobre per il rifacimento della segnaletica e la modifica dei parcheggi. Confermato l’attuale senso di marcia in viale di viale dei Cadorna nel tratto da via Crispi a via dello Statuto verso quest’ultima con obbligo di svolta a destra. I veicoli provenienti da via dello Statuto potranno proseguire soltanto a dritto verso piazza Muratori. Saranno effettuati di notte anche i lavori di realizzazione dei plinti dei pali di trazione su viale Morgagni. Fino al 27 ottobre in orario 21-5 sarà istituito un senso unico alternato con movieri nel tratto via Cesalpino-piazza Dalmazia. Infine dalle 10 di lunedì 23 a mercoledì 25 ottobre per alcune lavorazioni all’incrocio tra via Palazzo Bruciato e via Pisacane sarà necessario deviare le linee del trasporto pubblico dall’itinerario via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Mazzoni al percorso via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Tavanti.
Per quanto riguarda la linea 2, dalle 9 di martedì 24 ottobre per due settimane saranno in vigore restringimenti di carreggiata sul Ponte Mariti: nessuna modifica per la circolazione.

martedì 17 ottobre 2017

Video di @FlorenceTV_ su lavori #tramvia: Aspettando #tramviaFI: #girocantieri n° 17

#tramvia + bus: migliorare il trasporto pubblico non è ben visto dal M5S

Leggo un intervento critico della consigliera M5S Xekalos, verso l'amministrazione comunale,  perchè ha deciso, per migliorare il trasporto pubblico e salvaguardare l'occupazione in ATAF, di non ridurre più i chilometraggi dei bus, ma migliorare il trasporto pubblico impiegando i mezzi non più utilizzati sui percorsi della tranvia, in zone attualmente peggio servite e prolungando gli orari del servizio. Invece di plaudire a questo cambio di indirizzo, attacca pesantemente l'amministrazione, sull'inquinamento che produrrebbe tale decisione. Ma un miglior servizio pubblico (tram+bus) non riduce oggettivamente il traffico privato e quindi l'inquinamento e migliora la qualità della vita? Gli stessi bus di adesso, molti dei quali elettrici od a metano, ma migliaia di auto in meno sulle strade fiorentine non è una buona notizia per tutti? Oppure la strategia migliore è licenziare gli autisti ATAF?  Credo che fare opposizione non voglia dire attaccare per forza la maggioranza, ma saper usare l'intelligenza critica.
Al link sottostante la dichiarazione della consigliera M5S.

lunedì 16 ottobre 2017

mercoledì 11 ottobre 2017

F.lli Rosselli: disagi alla circolazione per lavori notturni #tramvia terminati in ritardo.

Per un imprevisto nel corso delle lavorazioni notturne programmate nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli stamani la ditta non è stata in grado di riaprire nell'orario previsto le due corsie del sottopasso di viale Fratelli Rosselli. Si sono quindi verificate pesanti ripercussioni sulla viabilità in ingresso città.
Intorno alle 8.15 il cantiere è stato ristretto su una sola corsia e la carreggiata è stata restituita completamente alla circolazione intorno alle 9.50. L'impresa ha chiesto al fornitore la verifica della miscela del calcestruzzo che, nelle notti precedenti, non aveva creato problemi. Già da stanotte comunque saranno ridotti i tratti interessati dai lavori notturni (orario 21.30-6.30). A causa di questa diversa organizzazione delle lavorazioni la fine dell'intervento è stata riprogrammata per il 26 ottobre. 

Publiacqua interventi per la #tramvia: sospensione erogazione acqua in alcune zone di Firenze

Dalle ore 8.00 di martedì 17 ottobre in viale Fratelli Rosselli

Informiamo i cittadini del Comune di Firenze che, causa lavori sulla rete idrica inerenti il cantiere tramvia, dalle ore 8.00 di martedì 17 ottobre, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua nelle seguenti vie: viale Fratelli Rosselli (civico 39-59 nero; 45-55 rosso). La situazione andrà normalizzandosi nel corso della serata.

Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo lavoro potrà creare loro.

10/10/2017 16.18
Publiacqua spa

lunedì 9 ottobre 2017

Novità e modifiche alla circolazione per i lavori per la #tramvia

Procedono i cantieri della tramvia. Iniziando dalla linea 2, da lunedì 9 ottobre scatteranno alcune modifiche al cantiere di viale Belfiore senza variazioni per l'assetto della circolazione. Martedì 10 ottobre sarà riaperta via Cittadella in attraversamento su via Guido Monaco e possibilità di rientrare su viale Belfiore. Contestualmente verrà chiuso l'ultimo tratto di via Guido Monaco verso viale Belfiore. 
Per quanto riguarda la linea 3, dalle 21 di martedì 10 alle mercoledì 6 di mercoledì 11 ottobre sarà chiusa la corsia di immissione al sottopasso Strozzi-Strozzi per i veicoli provenienti da viale Fratelli Rosselli e/o stazione e diretti verso viale Belfiore. L'itinerario alternativo è da viale Lavagnini, via Leone X, viale Milton e sottopasso Milton-Strozzi. 
La notte successiva è in programma la chiusura di via Valfonda per uno scavo in attraversamento per la posa di una linea di alta tensione. Il provvedimento sarà in vigore dalle 22 alle 5 con la revoca temporanea della corsia preferenziale di piazza Stazione-lato scalette per consentire l'utilizzo dell'itinerario alternativo di un uscita dalla stazione via Santa Caterina da Siena-via della Scala. Sarà invece effettuato in orario diurno il completamento di alcune lavorazioni nel sottopasso di via dello Statuto e nell'ultimo tratto della strada: mercoledì 11 ottobre sarà quindi istituito un divieto di transito per i veicoli superiori ai 35 quintali con deviazione delle linee Ataf dalle 9.30 alle 19 circa. Cambio invece per l'orario dei provvedimenti relativi al cantiere nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli per la posa dei cavidotti per l'alimentazione della tramvia: il restringimento di carreggiata (resta una corsia) sarà in vigore dalle 21.30 alle 6.30. Termine previsto 16 ottobre.

sabato 7 ottobre 2017

Alla Fiera in #tramvia. Il miglior modo di raggiungere la Fiera di Scandicci. #tramviaFi

Oggi si apre la fiera di Scandicci che andrà avanti fino a domenica 15 ottobre. Il giorno clou sarà come al solito giovedì prossimo (12 ottobre).
L’appello nel periodo della Fiera è sempre quello di non avvicinarsi al centro in auto e di venire a piedi o con i mezzi pubblici, soprattutto con la tramvia (parcheggi consigliati lungo la linea 1, in particolare a Ponte a Greve, o al parcheggio scambiatore di Villa Costanza sull’A1) per scendere alle fermate Resistenza o De Andrè.

mercoledì 4 ottobre 2017

Tweet di Nardella su #tramvia: 14 milioni di passeggeri in un anno sulla linea 1

Lavori #tramvia: di notte restringimento sottopasso di V.le F.lli Rosselli


Per la posa di cavidotti per l’alimentazione della tramvia, da domani sera sarà attivato un cantiere nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli. Le lavorazione saranno effettuate in orario 22-5.30 fino al 16 ottobre con restringimenti di carreggiata. Previsti anche divieti di sosta nel tratto di viale Fratelli Rosselli da via Alamanni al sottopasso.

lunedì 2 ottobre 2017

Lavori #tramvia e modifiche alla circolazione dei prossimi giorni

Saranno effettuati di notte (21-6) anche alcuni lavori della linea 3 in via Corridoni. Si tratta della risoluzione di una interferenza con la linea Enel. Dalle 21 di martedì 3 ottobre sarà chiuso il tratto da piazza Dalmazia a via Bini. I veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani potranno utilizzare l'itinerario alternativo via di Rifredi-via Bini per rientrare in via Corridoni. L'itinerario alternativo per i mezzi provenienti da via Mariti e diretti in via Corridoni-Romito sarà invece viale Morgagni-via Cesalpino-via Alderotti-via Vittorio Emanuele II-via Bini-via Corridoni. I lavori termineranno il 6 ottobre. Deroghe per i mezzi di soccorso e i veicoli diretti ai passi carrabili.

sabato 23 settembre 2017

Notizie sui lavori #tramvia per i prossimi giorni e sulle modifiche alla circolazione

Vanno avanti i lavori della tramvia. Per quanto riguarda la linea 3, la prossima settimana è in programma la chiusura di via Pisacane. Il tratto interessato è quello compreso tra via del Palazzo Bruciato e via Mazzoni. Il divieto di transito sarà in vigore da martedì 26 a sabato 30 settembre. Sono previste deroghe per i mezzi diretti ai passi carrabili (anche di via Tabarrini) con accesso da via Palazzo Bruciato. Questo provvedimento si aggiunge alla chiusura del tratto via Corridoni-via Mazzoni e della stessa via Mazzoni, nel tratto via Vittorio Emanuele II-via Pisacane (deroghe per i veicoli diretti ai passi carrabili accesso da via Vittorio Emanuele II). Inoltre in via Pompeo Neri saranno in vigore divieti di sosta.
Saranno effettuati in orario notturno i lavori relativi ad alcune traversate in viale Morgagni e piazza Dalmazia. Da lunedì 25 a sabato 30 settembre in orario 21-6 sono previsti restringimenti di carreggiata con senso unico alternato con movieri. In dettaglio in piazza Dalmazia il provvedimento interessa la corsia in direzione di via Mariti il tratto da via Reginaldo Giuliani a via Vittorio Emanuele II; in viale Morgagni riguarda sempre la corsia verso via Mariti nel tratto via Cocchi-piazza Dalmazia. In programma sempre di notte gli interventi alla sottostazione elettrica in via Alderotti (di fronte all’ingresso del CTO). Da lunedì 25 settembre in orario 22-6 sono previsti un restringimento di carreggiata sulla direttrice verso via Dino del Garbo e divieti di sosta. I provvedimenti saranno in vigore fino al 29 settembre. 

giovedì 21 settembre 2017

Lavori #tramvia: nuovo assetto dei cantieri alla rotatoria Forlanini

Iniziate oggi le operazioni propedeutiche per la modifica del cantiere in corrispondenza della rotatoria Forlanini per l’avanzamento dei lavori di sistemazione urbanistica. Il nuovo assetto, che non comporterà variazioni dei flussi di circolazione, sarà attivato dalle 21.

martedì 19 settembre 2017

Lavori #tramvia: da domani, 20/09, divieti di sosta in V. Cosseria

Procedono i lavori della tramvia nell’area Rfi dietro il Palazzo Mazzoni. Da domani mercoledì 20 settembre per il completamento del manufatto di sbocco saranno in vigore divieti di sosta a tratti in via Cosseria (tra i numeri civici 18 e 20 e tra il numero civico 30 e via Crimea). Il provvedimento è necessario per realizzare la paratia in alveo al torrente necessaria al completamento dell’opera (lato viale Redi). 

giovedì 14 settembre 2017

Lavori #tramvia: di nuovo i bus in Via di Rifredi

Domani i bus Ataf torneranno a transitare in via di Rifredi. È stato infatti modificato il cantiere in corrispondenza dell’incrocio tra via Corridoni e via Bini con una riduzione dell’area interessata dai lavori. Questo consente il ripristino della svolta da via Bini a destra su via Corridoni. Le linee interessate sono 2, 8, 14, 20, 28 e 54.

martedì 12 settembre 2017

Lavori #tramvia: 15/09 sospesa erogazione acqua in Via Carlo Bini

Dalle ore 08.00 di venerdì 15 settembre

Informiamo i cittadini del Comune di Firenze che, causa lavori sulla rete idrica inerenti la tramvia, dalle ore 08.00 di venerdì 15 settembre, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua in via Carlo Bini. La situazione tornerà a normalizzarsi nel pomeriggio. Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che si verificheranno.

12/09/2017 11.08
Publiacqua spa

lunedì 11 settembre 2017

Avvio 2 nuove linee #tramvia: Posticipato il contatore di 2 mesi

Il conto a rovescio qui a fianco è stato avanzato di 2 mesi per quanto riguarda l'avvio integrato. Rimarranno invece con il cronoprogramma originale i due contatori rispettivamente della linea 2 e 3. Questi, continueranno a segnare il ritardo rispetto al piano iniziale (La linea 3 ancora non risulta in ritardo, ma presto lo sarà).

Giorgetti: la #tramvia sarà operativa dopo 2 mesi dalla chiusura dei cantieri.

Oramai è una non notizia. Saltato definitivamente il 14/02/18 come data di avvio dell'esercizio, Giorgetti, assessore alla mobilità, dichiara di puntare alla durata di 2 mesi per il periodo di pre-esercizio. Facendo un rapido calcolo, entro la metà di aprile, le nuove linee dovrebbero essere operative.
Permettetemi di dubitare. Io punto per il 15 giugno, dopo la fine del periodo scolastico.

sabato 9 settembre 2017

Video di @FlorenceTV_ su lavori #tramvia: Aspettando #tramviaFI: #girocantieri n° 14

Cantieri #tramvia: le variazioni alla circolazione dei prossimi giorni

Il ripristino delle tre corsie in viale Fratelli Rosselli, la riapertura di piazza della Costituzione e le sistemazioni urbanistiche nell’area della rotatoria Forlanini e in via Gordigiani-via Buonsignori. Sono solo alcuni degli interventi in programma la prossima settimana nell’ambito dei cantieri della tramvia. 
Per quanto riguarda la linea 2, mercoledì 13 settembre a partire dalle 21 è prevista la modifica del cantiere in viale Fratelli Rosselli a conclusione dei lavori di posa dei binari nel tratto tra via Guido Monaco e via Alamanni. Le corsie a disposizione dei veicoli torneranno ad essere tre. 
La prossima settimana inizieranno anche i lavori di sistemazione urbanistica (marciapiedi e aiuole spartitraffico) in corrispondenza della rotatoria di viale Forlanini. Nella prima fase saranno spostate le due corsie lato centro commerciale senza modifiche dei flussi di circolazione. E rimanendo in tema di sistemazioni urbanistiche, da martedì 12 settembre sono in programma i lavori in via Gordigiani-via Buonsignori: fino a fine ottobre al restringimento di carreggiata e senso unico verso via Circondaria già in vigore si aggiungeranno restringimenti del marciapiede a tratti. 
Passando alla linea 3 nella notte martedì 12 settembre, per la precisione dalle 1.20 alle 5.45, sarà chiusa la corsia verso Careggi di viale Morgagni nel tratto via Vittorio Emanuele II-via Cocchi. Il provvedimento è necessario per l’apertura dei pozzetti e la posa di cavi. Prevista anche la revoca della corsia riservata ai mezzi di soccorso da via Vittorio Emanuele II a via Santo Stefano in Pane. 
Giovedì 14 settembre sarà ripristinata la viabilità in piazza della Costituzione a conclusione dei lavori di rifacimento della pavimentazione stradale. Tornerà quindi anche il doppio senso in via XX Settembre mentre per la posa dei binari nell’ultimo tratto ancora mancante sarà chiuso l’accesso alla rampa Spadolini da viale Strozzi. A partire da lunedì, infine, è previsto l’abbattimento di alcuni alberi all’interno dei cantieri di piazza Bambine e Bambini di Beslan, controviale e viale Strozzi. Nell’ambito del progetto della linea 3 è programmato il reimpianto degli alberi e a fine lavori il numero delle nuove piante sarà maggiore di quelle abbattute. 

mercoledì 6 settembre 2017

E morto Riccardo Conti, uno dei padri della #tramvia

Assessore regionale ai trasporti alla Regione Toscana fino al 2010, Riccardo Conti, fu uno dei più convinti sostenitori della tranvia Firenze-Scandicci.

#tramvia ed altro nel piano strategico della #metrocittà di Firenze

Andrea Ceccarelli: "Stiamo realizzando il sistema di infrastrutture di trasporto. Lo studio presentato a Cernobbio conforta le linee approvate col Piano strategico"

Lo studio di 'The European House - Ambrosetti' sulla mobilità nelle Città Metropolitane "conforta il cantiere aperto dalla Metrocittà di Firenze per realizzare il suo Piano strategico entro il 2030". Andrea Ceccarelli, consigliere della Città Metropolitana delegato alle Infrastrutture interviene sullo studio, condotto in collaborazione con Fs Italiane e presentato a Cernobbio, che evidenzia come chi utilizza il mezzo pubblico nella Città Metropolitana di Firenze impiega in media il doppio del tempo che a Parigi, Madrid, Berlino o Londra: 61 minuti per coprire solo 5 chilometri e mezzo. 
La Metrocittà di Firenze si collocherebbe al quinto posto sulla classifica delle 14 nazionali secondo l'«Urban Mobility Index» dopo quelle di Milano, Torino, Venezia e Genova. Esiste tuttavia un margine di miglioramento che può portare a un'inversione di tendenza nell'arco di tre-cinque anni fondata su tre pilastri: la creazione di un solido sistema di infrastrutture di trasporto urbano su rete fissa e la forte integrazione modale correlata a un'efficace pianificazione urbanistica. 
"E' proprio quello che stiamo facendo - sottolinea Ceccarelli - Il Comune di Firenze sta portando avanti la tramvia che cambierà decisamente la mobilità nel territorio non solo su Firenze, tenendo conto che essa raggiungerà Campi Bisenzio a nord-ovest e il Chianti a Bagno a Ripoli. L'intesa siglata con Regione Toscana e Comuni di Firenze, Bagno a Ripoli, Campi Bisenzio, Scandicci e Sesto Fiorentino per il prolungamento delle linee della tramvia individua la Città Metropolitana come coordinatrice dell' attivita di progettazione". 
"Al tempo stesso la Città Metropolitana - aggiunge il Direttore Generale Pietro Rubellini - approvato il Piano strategico 'Rinascimento metropolitano', sta concretizzando le linee di accessibilità universale che riassumo in sintesi: per uno spostamento efficiente e differenziato si sta attuando una serie di interventi di integrazione ed interscambio tra mobilità privata e pubblica. Saranno create le superstrade ciclabili, attraverso la ricucitura della rete ciclabile intercomunale, che rappresenta una delle priorità per incoraggiare gli spostamenti in bicicletta su scala metropolitana sia per i turisti che per i cittadini. Il 21 settembre la Città Metropolitana parteciperà alla Settimana europea della Mobilità proprio su questo tema, evidenziando l'impatto positivo del progetto - e i relativi interventi - approvato con il bando periferie come anche del Patto per Firenze, con finanziamenti del Governo per diversi milioni di euro". 
La ciclo-superstrada Firenze - Sesto Fiorentino - Prato è concepita come primo progetto di una rete di percorsi dedicati aperta al territorio metropolitano (ad esempio a Sud di Firenze, verso Bagno a Ripoli). 
Saranno realizzati più Nodi Intermodali, cioè punti di scambio della mobilità metropolitana, in cui convergono più infrastrutture trasportistiche e dove è possibile in modo veloce ed immediato passare da un mezzo di trasporto ad un altro (aereo/ treno/ tram/ autobus/ auto/ bici/ piedi). 
Con il Piano strategico si innalza l'offerta digitale al cittadino per favorirne gli spostamenti, con una reale integrazione dei sistemi di mobilità metropolitana tra le diverse società che gestiscono i servizi a livello locale, la copertura estesa della banda larga, la realizzazione della Sentient City Control Room, un aggregatore di big data a livello metropolitano. 

06/09/2017 10.53
Città Metropolitana di Firenze