sabato 29 dicembre 2018

#TramviaFi, in dirittura di arrivo i lavori del parcheggio scambiatore di viale XI Agosto

Stabilita la tariffa di un euro per 10 ore consecutive, previsti abbonamenti scontati e sosta gratis per i residenti a Firenze nei primi sei mesi. In arrivo un nuovo attraversamento pedonale con semaforo all’altezza della fermata ipogea di viale Guidoni

Sarà pronto per l’avvio della linea 2 il parcheggio scambiatore in viale XI Agosto, nell’area del check point dei bus turistici. Inizialmente potrà contare su 250 posti in attesa della realizzazione da parte di Firenze Parcheggi della struttura multipiano da 1.400 posti.

I lavori di adeguamento del parcheggio sono infatti via di ultimazione da parte di SAS che sarà incaricata della gestione. Intanto la giunta comunale ha recentemente approvato le modalità e le tariffe per il suo utilizzo finalizzate al suo uso come struttura di interscambio tra il mezzo privato e quello pubblico, ovvero la tramvia. Quindi nella fascia oraria di servizio della linea 2, dalle 5 alle 2 (considerando l’orario allungato del finesettimana), la sosta costerà 1 euro per 10 ore consecutive poi scatterà la tariffa di 4 euro l’ora frazionabile a 30 minuti. Previsto anche un abbonamento mensile da 20 euro che consente la sosta per 12 ore consecutive, oltre le quali verrà applicata la tariffa da 4 euro l’ora sempre frazionabile. Per scoraggiare l’utilizzo improprio, per esempio da parte dei passeggeri dell’aeroporto Vespucci che hanno a disposizione le aree sosta specifiche o da chi vuole lasciare l’auto per lunghi periodi, nella fascia oraria dalle 2 alle 5 il costo sarà di 4 euro l’ora frazionabile ai 30 minuti della seconda ora.

Nella prima fase è poi previsto un periodo di gratuità per la sosta di 10 ore consecutive: per i residenti nel Comune di Firenze si tratta dei primi sei mesi dall’entrata in funzione, per gli altri il primo mese. Oltre le 10 ore in entrambi i casi scatterà la tariffa di 4 euro l’ora frazionabile ai 30 minuti.

Sempre rimanendo in zona, la giunta comunale ha dato il via libera anche ad alcuni interventi di riorganizzazione della viabilità collegati alla linea 2. In particolare sarà realizzato un nuovo attraversamento pedonale semaforizzato in corrispondenza della fermata tramviaria ipogea di viale Guidoni. Questo consentirà di attraversare il viale in sicurezza e collegherà la tramvia con la fermata del bus in via Santoni. In quest’ultima strada sono previsti anche interventi di manutenzione di carreggiata e marciapiedi. 

venerdì 28 dicembre 2018

Il Corriere Fiorentino, con il suo direttore, si esprime contro la #tramviaFi per Bagno a Ripoli

Al link, l'editoriale del direttore del Corriere Fiorentino contro l'estensione della tranvia verso Bagno a Ripoli.

venerdì 21 dicembre 2018

#TramviaFi - Firmato l'accordo tra Regione e Comuni. Stanziati 80 mln. per la linea per Bagno a Ripoli

L’assessore Giorgetti: “L’anno prossimo la progettazione esecutiva, linea pronta entro il 2023”

Un nuovo passo avanti verso la realizzazione della linea verso Bagno a Ripoli. Si tratta della firma, avvenuta ieri in Regione, dell’atto che destina 80 milioni di euro per quella che nei documenti vieni definita “linea 3.2” e che dal 2023 collegherà piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, estendendo in direzione sud la rete tramviaria fiorentina. Stamani a Palazzo Sacrati Strozzi erano presenti l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, i sindaci di Bagno a Ripoli Francesco Casini, di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, di Scandicci Sandro Fallani e l’assessore ai lavori pubblici di Sesto Fiorentino Massimiliano Kalmeta.

In dettaglio l’atto firmato stamani è parte integrante dell’Accordo per l'estensione del sistema tramviario fiorentino nell’area metropolitana siglato il 1 giugno 2016 e destina a questo progetto un finanziamento di finanziamento POR FESR 2014-2020 da 80 milioni di euro. Il sistema tramviario dell’area metropolitana, in coerenza con quanto previsto dagli strumenti di pianificazione territoriale degli enti coinvolti e con gli esiti degli studi di fattibilità effettuati, prevede:
- Linea 1 da Scandicci a Firenze-Careggi, operativa;
- Linea 2 da Aeroporto a Piazza Libertà, in attesa dell'avvio del servizio;
- Linea 3.2 da Piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, progettazione preliminare approvata;
- Linea 4 da Leopolda a Le Piagge, progettazione preliminare in fase di conclusione;
- Estensione linea 2 Aeroporto-Sesto Fiorentino (Polo Scientifico), in corso di redazione la progettazione di fattibilità tecnico-economica;
- Estensione linea 4 Le Piagge-Campi Bisenzio, in corso di redazione la progettazione di fattibilità tecnico-economica.

Per quanto riguarda la linea piazza Libertà-Bagno a Ripoli, la progettazione esecutiva costerà 3,31 milioni di euro, dei quali 2,5 milioni finanziati dalla Regione Toscana, 690.000 euro dal Comune di Firenze e 120.000 euro dal Comune di Bagno a Ripoli.  Il Comune di Firenze farà da stazione appaltante e soggetto attuatore per l'intera opera (su delega del Comune di Bagno a Ripoli, che mantiene la competenza soltanto sulle procedure urbanistiche, approvative e di acquisizione delle aree relative al proprio territorio).
Il valore complessivo degli interventi necessari per la realizzazione della nuova linea è stato stimato in 220 milioni di euro. Per le estensioni Aeroporto-Polo Scientifico (estensione Linea 2) e Leopolda-Piaggie (estensione Linea 4) sono stati calcolati rispettivamente 154,2 e 166 milioni di euro ed è prevista la messa in esercizio a partire dal 2024.

Sui tempi per la realizzazione della nuova tratta verso sud, l’assessore Giorgetti ha fatto il punto dello stato “Il progetto definitivo è pronto – ha spiegato – come previsto entro quest’anno, in modo da mantenere i fondi europei. A gennaio inizierà il lavoro della conferenza dei servizi e poi la progettazione esecutiva per terminare i lavori, come richiesto dall’Unione Europea, entro il 2023”. Tra i punti qualificanti del prolungamento verso Bagno a Ripoli la linea al centro della viabilità e in parte senza pali, capolinea in piazza della Libertà e a Bagno a Ripoli, un nuovo ponte carrabile che sarà realizzato prima dell’avvio del cantiere della tramvia su Ponte da Verrazzano. Ma l’impegno sulla tramvia non si ferma qui. “All’estensione verso Bagno a Ripoli si aggiungono la linea 4 per le Piagge e Campi Bisenzio, il prolungamento della linea 2 verso Sesto Fiorentino e la linea per Rovezzano senza dimenticare il collegamento, ancora in fase di studio, con l’Osmannoro. “Un sistema tramviario che al 2030 si stima trasporterà 90 milioni di passeggeri all’anno con una riduzione di 64.000 auto al giorno in città e che, anche grazie all’integrazione con il trasporto pubblico su gomma e la mobilità ciclabile, offrirà un sistema efficace, efficiente e alternativo di spostarsi nell’area fiorentina”.

 “Andiamo avanti con la nostra strategia per promuovere una mobilità sostenibile e fortemente integrata, che vede nel ferro il suo punto di forza – ha detto l’assessore Ceccarelli commentando la firma –.  Con questo protocollo diamo il via alle procedure per la realizzazione della tramvia verso Bagno a Ripoli, un intervento al quale la regione parteciperà con 2,5 milioni di euro per la progettazione e con 80 milioni di fondi POR per la realizzazione. Credo che sia una risposta importante alle esigenze di mobilità della parte sud della città e non solo”. 

"Natale in #tramvia" - la nuova canzone per le feste


giovedì 20 dicembre 2018

Si parla di #TramviaFi nell'intervista di fine anno al Sindaco Metropolitano di Firenze Nardella


Rendering estensione #TramviaFi per Bagno a Ripoli



Fonte foto: Profilo FB di Francesco Casini Sindaco di Bagno a Ripoli

Cliccare sulle immagini per ingrandirle.


Una ragione per non votare FDI: sono contrari alla #TramviaFi

Non sono solito prendere posizioni politiche su questo blog, ma quando una forza politica è favorevole al traffico privato e contraria alla tranvia non posso fare altro che giudicarla negativamente. Non credo che il trasporto pubblico sia di sinistra e il traffico privato (infernale) sia di destra. Le tranvie in Europa le fanno sia le amministrazioni di sinistra che quelle di destra.
Comunque se una forza politica la pensa così, nel mio piccolo non posso fare altro che invitare tutti a non votarla.

L'orario Gest per il periodo Natalizio per la #TramviaFi

Cliccare sull'immagine per ingrandire

Fonte:http://www.gestramvia.com/orari

Estensione #TramviaFi a Bagno a Ripoli: Oggi la firma tra Comuni e Regione

Partirà da Piazza della Libertà e terminerà a Bagno a Ripoli, transitando per i Viali. Oggi in Piazza Duomo (Palazzo Strozzi Sacrati) la firma che da ufficialmente il via alla nuova estensione. 
Saranno presenti il presidente della Toscana Enrico Rossi, l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli ed i rappresentanti della Città metropolitana e dei Comuni di Firenze, Bagno a Ripoli, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Scandicci. 

mercoledì 19 dicembre 2018

#TramviaFi - Nardella pronto a chiedere i danni al Ministero se vi saranno ulteriori ritardi

Si è insediata la commissione ministeriale. Il Sindaco si aspetta che i lavori, tranne le festività comandate, non si interrompano mai. Si ipotizza, se i ritardi si accumuleranno, anche una richiesta di danno erariale nei confronti del Ministero. 

lunedì 17 dicembre 2018

Per la linea 2 della #TramviaFi Nardella non si fida di Toninelli e teme boicottaggi politici


#TramviaFi - la linea dell'Osmannoro

In un' intervista, il Sindaco Nardella ha parlato della progettazione di massima della nuova linea che interconnetterà la linea 4 per le Piagge, che ha già previsto il  prolungamento per S. Donnino e Campi B.,con la linea 2, attraversando tutta la zona industriale. Negli articoli si parla anche della nuova linea per Bagno a Ripoli e il prolungamento della 2 per P.za S. Marco. Tutto pronto nel 2023... se tutto va bene.  
L'idea non mi dispiace, cominciare a vedere la nostra tranvia come una rete piuttosto che linee che si incontrano tutte nel solito punto è un grande passo avanti.

martedì 11 dicembre 2018

#TramviaFi T2 - partenza rinviata per gli impegni dei periti ministeriali

Gli ispettori ministeriali non potranno effettuare i sopralluoghi prima di anno nuovo perché impegnati su altre infrastrutture. La Linea 2 non potrà essere utilizzata durante le feste.

venerdì 7 dicembre 2018

Nuova Stazione ferroviaria integrata con la #TramviaFi alla fermata Guidoni

Sarà collegata al parcheggio scambiatore e alla linea tranviaria T2. Oggi illustrato il progetto alla presenza dell’Ad di RFI Gentile


Una nuova fermata ferroviaria collegata al centro dal tram e a due passi dall’aeroporto e dall’autostrada. Si tratta della nuova fermata Guidoni il cui progetto oggi è stato illustrato dal sindaco Dario Nardella, da Maurizio Gentile amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana e dall’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli. Presenti anche gli assessori alla mobilità Stefano Giorgetti e all’Urbanistica Giovanni Bettarini.

“Questo progetto è molto importante e utile per i cittadini di Firenze e non solo – ha commentato il sindaco Nardella – . Sarà infatti la fermata ferroviaria più integrata di tutta la Regione che consentirà di collegare quest’area di Firenze con tutte le principali destinazioni tra cui Empoli, Siena, Pisa, Livorno. A questo di aggiunge il fatto che sarà collegata con la nuova linea T2 della tramvia Aeroporto-Stazione grazie alla quale i pendolari potranno arrivare in centro come pure al polo ospedaliero di Careggi utilizzando il trasporto pubblico su ferro grazie all’interscambio ferrovia-tramvia. E l’integrazione sarà reso ancora più efficiente dal nuovo parcheggio scambiatore che entrerà in servizio a fine anno, inizialmente con 250 posti che in prospettiva diventeranno 1.500, ad uso principalmente dei pendolari e anche dei bus turistici come avviene con Villa Costanza”.

“La nuova fermata in corrispondenza del sottovia di viale Guidoni – ha dichiarato Gentile ad di Rete RFI – rappresenta uno dei primi esempi del nuovo concept di stazione intermodale. Nella fermata a servizio dell'aeroporto di Peretola si concentreranno diverse modalità di trasporto, grazie anche alla vicinanza della tramvia. In due anni e mezzo, comprensivi dei tempi autorizzativi, Firenze si arricchirà di un ulteriore tassello che contribuirà a rendere più conveniente e immediata la preferenza del trasporto pubblico rispetto alle altre modalità”.

Anche l’assessore regionale Ceccarelli ha sottolineato come la fermata ferroviaria Guidoni e i collegamenti urbani con la tramvia rappresentino “un’altra opportunità per la mobilità sostenibile dei pendolari toscani e per l’intera area fiorentina”.

In dettaglio il progetto prevede la realizzazione della fermata ferroviaria in prossimità della sottovia di viale Guidoni, lato nord. L’infrastruttura è costituita da due banchine della lunghezza di 250 metri, scale, ascensori, sottopasso, pensiline e arredi. Dalla quota della banchina ferroviaria è prevista la possibilità di realizzare passerelle per l’attraversamento di viale Guidoni e viale XI Agosto e percorsi a raso di collegamento con le fermate GUIDONI e MONTEGRAPPA della linea T2 Vespucci. 

#TramviaFi - Ritardi ministeriali: linea 2 partirà dopo le feste

I lavori sulla linea sono di fatto conclusi, al netto dell'arredo urbano. Il via libera al pre-esercizio e all'apertura al pubblico spetta al ministero delle infrastrutture e alla Regione Toscana, anche se è improbabile che i 2 timbri finali arrivino prima della fine dell'anno.

#TramviaFi verso B. a Ripoli. Assemblea pubblica in Comune a Bagno a Ripoli

Appuntamento giovedì 13 dicembre nella sala consiliare “Falcone e Borsellino” per fare il punto insieme alla popolazione su progetto, tracciato e tempistiche. Presenti i sindaci di Bagno a Ripoli e Firenze, gli assessori, la Regione e i tecnici di Tram spa 

Percorso, tempistiche e modalità. Sarà un confronto ad ampio raggio sul futuro della tramvia fino a Bagno a Ripoli quello in programma giovedì 13 dicembre alle 18.15 nella sala consiliare “Falcone e Borsello” in palazzo comunale (piazza della Vittoria 1, Bagno a Ripoli). All'assemblea, aperta a tutta la cittadinanza, saranno presenti i sindaci di Bagno a Ripoli e Firenze Francesco Casini e Dario Nardella, l'assessore regionale alle infrastrutture e alla mobilità Vincenzo Ceccarelli, gli assessori comunali al trasporto pubblico locale Paolo Frezzi e Stefano Giorgetti. 

Per illustrare e condividere con la popolazione gli aspetti tecnici del tram fino a Bagno a Ripoli, le caratteristiche progettuali e i tempi di realizzazione saranno inoltre presenti i tecnici dei Comuni di Bagno a Ripoli e Firenze e i progettisti di Tram di Firenze spa. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare. “Il nostro territorio – dice il sindaco Francesco Casini – ha bisogno di collegamenti sempre più veloci e diretti con il centro di Firenze, che si avvalgano di tecnologie e infrastrutture moderne ed ecologiche. Per questo per noi pensare al futuro del nostro tpl e al suo potenziamento significa lavorare per portare i binari del tram fino a Bagno a Ripoli in tempi brevi. L'assemblea di giovedì prossimo sarà un'occasione di confronto vero per decidere come disegnare questo futuro insieme ai cittadini”.

06/12/2018 14.08
Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

mercoledì 5 dicembre 2018

#TramviaFi - Aperti i parcheggi in Via Pisacane e P.za Muratori

Sono stati consegnati ufficialmente all’Amministrazione comunale e quindi aperti all’utilizzo i parcheggi di via Corridoni-Pisacane all’altezza della sottostazione elettrica e quello di piazza Muratori. Nel primo ci sono una ventina di posti auto e una decina per i motocicli, nel secondo dieci stalli per le vetture.

#TramviaFi, domani sulla linea 2 la simulazione del servizio in orario di punta

Tredici tram viaggeranno tra i due capolinea dalle 16 alle 22

Continuano le prove sulla linea 2 della tramvia. Domani dalle 16 alle 22 saranno tredici i tram che viaggeranno tra i due capolinea simulando l’esercizio nell’orario di punta.

#TramviaFi linea 2 al via prima di Natale: i dubbi del Comune

Anche se il Ministero desse il via libera, in Comune vi è qualche dubbio se fare partire la T2 Vespucci prima di Natale, in pieno periodo di shopping.
Il pre-esercizio corrisponde alla linea in funzione, solo senza passeggeri e, quello comunque, ci sarà. Magari meglio i tram con passeggeri, così molti lo useranno eliminando un po' di macchine.

martedì 4 dicembre 2018

Periodo gratuito dopo l'inaugurazione della linea 2 della #TramviaFi

L'assessore alla mobilità Giorgetti ha confermato che anche per la linea 2 vi sarà un periodo iniziale gratuito.

Accordo con Gest: alberi di Natale lungo la #TramviaFi

Due grandi abeti al Duomo e al Piazzale Michelangelo, alberi nei quartieri e luci lungo i viali e sulle antiche porte

Firenze si prepara al Natale. Sono già iniziati infatti i lavori di allestimento di alberi, addobbi e luci in giro per la città. Sabato prossimo, 8 dicembre, è prevista l’accensione ufficiale degli abeti per dare ufficialmente il via alle festività natalizie.
Per quanto riguarda gli alberi, quelli più grandi saranno due, in piazza Duomo (mentre sul sagrato sarà collocato il tradizionale presepe a cura dell’Opera di Santa Maria del Fiore) e al piazzale Michelangelo, alti una quindicina di metri; ma una trentina di altri abeti più piccoli saranno disseminati nei quartieri, da piazza Ciampi a piazza Pier Vettori, da piazza primo maggio a Brozzi a piazza Acciaiuoli al Galluzzo, dal giardino del Lippi a Villa Vogel, da Piazza Puccini a Borgo Ognissanti al cortile dell’Ospedale Santa Maria Nuova. In totale ci saranno 32 alberi, 10 donati da Confesercenti e 22 comprati dalla Direzione Ambiente. L’istallazione è curata dai giardinieri del Comune e dalla Direzione Servizi Tecnici per quanto riguarda la parte di illuminazione, e dai presidenti di quartiere. Un altro albero sarà posizionato nei giardini della Fortezza da Basso. In piazza Santa Maria Novella ci sarà invece un particolare albero di luci, a cura di F-Light. A Palazzo Vecchio, come di consueto, ci sarà un albero di Natale nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio allestito dall’associazione Muse, e uno nel Salone dei Cinquecento. Ma quest’anno gli alberi di Natale saranno anche lungo la tramvia: grazie ad un accordo con Gest ci saranno tre abeti in Piazza Leopoldo, Piazza della Costituzione e nell’aiuola dell’ospedale di Careggi. Inoltre la Direzione Ambiente ha predisposto speciali allestimenti floreali per Piazza Goldoni, Piazza San Firenze, Santa Maria Soprano, via Tornabuoni.

Per quanto riguarda l’illuminazione, sono in fase di montaggio intanto le tradizionali luminarie poste sui quasi 200 alberi dei viali tra piazza della Libertà e piazza Beccaria. Gli alberi avranno i tronchi ricoperti di luci rosse e le chiome addobbate con luci bianche: in pratica questo tipo di decorazione, che lo scorso anno era presente solo agli incroci, viene estesa lungo tutto il percorso.

Ma le luci, come gli abeti, invaderanno le periferie: nel Quartiere 2 ci saranno luminarie in Piazza Alberti, Via del Madonnone, Piazza Oberdan; al Quartiere 3 in Viale Giannotti; al Quartiere 4 in Piazza Tasso, Piazza Pier Vettori, Piazza dell'Isolotto; e al Quartiere 5 in Piazza Leopoldo, Piazza Costituzione, e alla rotatoria di Via di Caciolle.

Inoltre, grazie al F-Light Festival, le torri e le porte storiche della città, da anni al centro di una monumentale opera di restauro e valorizzazione, saranno accese per tutta la durata del festival. Tutti i giorni, dalle 18 alle 24, saranno illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano. L’intervento di illuminazione sulle porte è stato reso possibile tramite l’Art bonus da parte di Intesa Sanpaolo.

F-Light sarà anche nelle zone meno centrali, illuminando la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q2, Piazza Elia dalla Costa nel Q3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q5. Le luminarie d’artista sono a cura di Gasparotto Srl. E nel quartiere di Campo di Marte, l’Artemio Franchi, la casa dell’ACF Fiorentina, si mostrerà sotto una nuova veste scenografica: grazie un nuovo impianto led e a una regia illuminotecnica lo stadio si tingerà di viola e dei quattro colori dei Quartieri del Calcio Storico Fiorentino.

#TramviaFi - rinviati ad stasera i lavori di asfaltatura in viale Belfiore

Per le avverse condizioni meteorologiche

Per il maltempo l’avvio dei lavori di asfaltatura in viale Belfiore  è stato rinviato a stasera.
Si ricorda che l’intervento è articolato in due fasi: nella prima sono previsti divieti di transito in orario notturno 21-6 nell’area dell’intersezione compresa la corsia che dal sottopasso verso via Benedetto Marcello, quella che prosegue su viale Belfiore verso Porta a Prato e quella che da via Benedetto Marcello rientra su viale Belfiore verso Porta a Prato. Sulla direttrice in arrivo da viale Redi e diretta verso Porta a Prato saranno istituiti restringimenti di carreggiata. In sostanza chi arriva dal sottopasso di Belfiore lato Palazzo Mazzoni potrà proseguire soltanto verso viale Redi, i veicoli diretti verso Porta a Prato dopo il sottopasso dovranno quindi posizionarsi sul viale lato centro. Rimarrà transitabile anche la svolta da viale Redi verso svolta via Benedetto Marcello.

A seguire la seconda fase che interesserà la semicarreggiata del viale Belfiore lato centro con restringimenti di carreggiata e l’impedimento dell’interscambio dei flussi veicolari nel tratto dal sottopasso al semaforo. Previsti anche divieti di sosta e transito in via delle Ghiacciaie (da viale Belfiore a via Cittadella).

lunedì 3 dicembre 2018

#TramviaFi Linea 2 - Tramvia, da lunedì l’asfaltatura in viale Belfiore

Lavori articolati in due fasi con divieti di transito notturni e restringimenti di carreggiata

Inizieranno oggi, lunedì 3 dicembre i lavori di rifacimento della pavimentazione in viale Belfiore e nell’area dell’intersezione con via Benedetto Marcello-viale Redi. L’intervento è articolato in due fasi con divieti di transito notturni e restringimenti di carreggiata. In dettaglio la prima fase scatterà lunedì 3 e andrà avanti fino a sabato 8 dicembre. In orario notturno 21-6 sono previsti divieti di transito nell’area dell’intersezione compresa la corsia che dal sottopasso verso via Benedetto Marcello, quella che prosegue su viale Belfiore verso Porta a Prato e quella che da via Benedetto Marcello rientra su viale Belfiore verso Porta a Prato. Sulla direttrice in arrivo da viale Redi e diretta verso Porta a Prato saranno istituiti restringimenti di carreggiata. In sostanza chi arriva dal sottopasso di Belfiore lato Palazzo Mazzoni potrà proseguire soltanto verso viale Redi, i veicoli diretti verso Porta a Prato dopo il sottopasso dovranno quindi posizionarsi sul viale lato centro. Rimarrà transitabile anche la svolta da viale Redi verso svolta via Benedetto Marcello.

Da lunedì 10 dicembre scatterà la seconda fase che interesserà la semicarreggiata del viale Belfiore lato centro con restringimenti di carreggiata e l’impedimento dell’interscambio dei flussi veicolari nel tratto dal sottopasso al semaforo. Previsti anche divieti di sosta e transito in via delle Ghiacciaie (da viale Belfiore a via Cittadella). L'intervento si concluderà sabato 15 dicembre.